Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Riunioni di famiglia.

1 Luglio 2012, 17:43pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Ci siamo : dopo anni di attesa e sudore finalmente il fratellino guadagna la specialistica. E' pronto da tempo ma il professore per cui lavora, che non vuole perderlo, ha continuato a rimandare spedendolo in giro per il mondo a conferenze e concorsi. Tutto bellissimo, il fratellino si arricchisce in esperienza e conoscenze di luoghi più o meno esotici, ma che fatica stargli dietro. Per anni non abbiamo saputo dove sarebbe stato entro una settimana. Ma che soddisfazione per mamma e papà che, dopo aver avuto una figlia "persa" come me, raggiungono l'apoteosi dell'orgoglio genitoriale con questo piccolo ma fisicamente altissimo semi-genio! Ma sto divagando, dicevo, finalmente ci siamo. La specialistica arriva con la bella stagione e il fratellino torna a casa in vacanza. Decide che vuole festeggiare e ci invita tutti, compresi i suoi amici acquistati nel corso degli anni, al suo buffet di festeggiamento. Io e il mio nipotino andiamo con mamma e papà a prendere la torta e ci diriagiamo come una bella famiglia felice verso il locale, dove già mio fratello ed amici aspettano quelli dell'ultimo momento. Io già sono in crisi da carenza di nicotina ( non fumo davanti a mamma e papà), ma faccio buon viso a cattivo gioco. Come capita sempre in queste occasioni qualcuno ritarda più di me, che stavolta sono stata più che puntuale. Sono le dieci di sera e la mia astinenza aumenta in modo esponenziale. Alla fine ce la facciamo. Il mio egocentrico fratellino, laureato in ingegneria "computeristica" si lancia nella presentazione della sua tesi e, ovviamente, nessuno dei presenti riesce a capire un fico secco. Sono le 11 di sera, le zanzare stanno banchettando sui presenti mentre io muoio di fame. La mia invidia verso le creaturine aumenta ma, finalmente, è arrivato il momento di mangiare. Io ovviamente non sono capace di servirmi al buffet e rischio di morire di fame, ma, per fortuna e con l'aiuto di un paio di baldi giovanotti, riesco a mettere qualcosa sotto i denti. Nel frattempo scherzo e chiacchiero con una simpatica signorina e mi distraggo un po' dalla crisi di astinenza. Poi le foto e la torta, ma ecco che, dopo una serata di risate e allegria, arriva l'inevitabile fattore X. Il nipotino si addormenta tra le braccia di mia sorella, giusto nel momento in cui lei deve fare la foto con il fratellino. Mamma e papà contrariati perché lei non vuole sballottare il piccolo solo per una foto, cominciano ad innervosirsi, mia sorella invece è già fuori dalle grazie di Dio a causa della loro insistenza. Anche lei fa buon viso a cattivo gioco, si alza e fa la foto, ma, giusto giusto, la foto in questione viene scattata da un concorrente scorretto (mia sorella e cognato hanno uno studio fotografico!). La sorella non ce la fa più! Subito dopo la foto, sparisce con tutta la sua famiglia. Nel frattempo si fa l'una di notte ed è arrivato il momento di andare anche per me e i miei genitori. Le mie vene esultano, già assaporo il momento della ri-intossicazione nicotinica! Ma il fattore X colpisce! In auto la bocca della mamma si muove e da fiato alle trombe! Così urla e strepiti, valige e partenze, rotture e rinfacci. E io mi domando, perché : perché non sono venuta con la mia auto? perché litigano sempre quando ci sono io? perché esistono le riunioni di famiglia?  Ma la risposta ad una domanda ce l'ho : ora capisco perché mi rifiuto di partecipare a queste stupende riunioni! Alla fine qualcosa va sempre storto, qualcuno da i numeri e si vanifica la (falsa?) serenità e allegria espresse per tutto il tempo precedente all'esplosione del diluvio universale! 

Commenta il post