Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Autostima : amore per se stessi o solo convinzione?!

23 Ottobre 2012, 18:54pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Qualche giorno fa una ragazza mi ha messo questa pulce nell'orecchio! Si chiedeva cosa fosse in realtà l'autostima ed io mi sono data una risposta!

Il dizionario italiano enuncia : "Autostima" = considerazione di sè e delle proprie capacità!

Io voglio ampliare il significato puro del termine : L'Autostima è la capacità "imparziale" di comprendere appieno ed accettare nella loro totalità i nostri pregi e i nostri difetti!

Voglio partire da un presupposto : nessun essere umano è imparziale fino a questo punto!

Ognuno di noi si vede in un modo spesso totalmente diverso da come ci vedono gli altri e, il più delle volte, sbagliamo tutti!

Inoltre ciò che per me è una dote, per molti altri, la stessa identica caratteristica, è un difetto!

Provo a fare un esempio : io ritengo di essere una persona a volte ingenua sebbene qualcuno potrebbe dire di me l'esatto opposto!

La parola ingenuità ha una doppia valenza. A me piace pensare che sia una dote, ma nella società moderna l'essere puri nell'anima, naturali, schietti, spontanei e sinceri non è apprezzato! Anzi, chi dice le cose come le vede, viene scansato! 

Meglio l'ipocrisia, che ci racconta non verità che assomigliano di più a ciò che vogliamo sentirci dire!

E' bello sentire "Ma come stai bene vestita così!" meno bello sarebbe "Mamma mia sei volgare, il vestito è troppo scollato, sei ridicola!"

Io so che mi converrebbe dire quello che vogliono gli altri, ma, per quanto io riesca a tenere per me le mie opinioni, a volte con grande fatica, non riesco neanche sotto tortura a trasformare il mio pensiero in falsità che so perfettamente farebbero un gran piacere al mio interlocutore!

Una mia vecchia amica aveva una gran paura di invitarmi a casa sua per farmi conoscere la sua bambina nata da poco! Ebbene si! Sarò rude, ma ci sono bambini a cui non riesco proprio a dire "Ma com'è bello!" ... non lo sono, non tutti i bimbi sono belli, fanno tenerezza perché sono piccoli ed indifesi, ma non di certo belli! Per fortuna la bimba della mia amica era stupenda, ma se fosse stato altrimenti, piuttosto che mentire male, non avrei detto nulla ... mi spiace ... non mi riesce!

Ma sto divagando! Torno al punto!

In una società ipocrita, che non ama la critica onesta, che mente a se stessa senza neanche porsi domande, in cui esiste solo una "qualità" degna di essere considerata e cioè la ricchezza materiale e di conseguenza il potere, come fanno le persone come me, povere in canna, ad autostimarsi?? E poi, perché mai delle caratteristiche oggettivamente negative devono essere considerate positive solo perché la modernità lo pretende?

Allora, gli uomini di buona volontà, dovrebbero impegnarsi a rimettere le cose a posto! Distruggere per poi ricostruire! Ricordare quali sono i principi che rendono una società davvero civile!

Partiamo da noi stessi per ritrovare il significato corretto delle parole : una persona degna di autostimarsi dovrebbe avere qualità specifiche!

Onestà, tolleranza, amore, pazienza, anche ingenuità, sincerità, bontà, altruismo! 

Ma c'è di più!

Qual'è la differenza tra l'autostima e la boria??!!

Esistono personaggi che sono talmente pieni di se, che nei loro momenti di auto incensamento riescono ad elevarsi a persone speciali e piene di qualità! Dicono di se stesse cose come "Le persone buone come me ..." oppure "Come faccio bene questa cosa io, nessuno!" e non si rendono conto di quanto siano ridicole, perché, nel loro delirio di onnipotenza, credono davvero a ciò che dicono!

Posto che un'azione davvero buona viene fatta senza secondi fini,  chi la compie lo fa di cuore e con il cuore in modo del tutto naturale! Non lo fa per essere ringraziato o esaltato! E di sicuro non si autoesalta raccontando in giro quanto è stato bravo e buono!

L'eccesso di autostima porta ad un'esagerata esaltazione del se e, come tutti gli eccessi, può diventare pericolosa e dannosa per se stessi e per gli altri! Il borioso è pericoloso soprattutto per chi soffre del complesso di inferiorità! Tra i due infatti si crea una forma di servitù da cui, colui che si sente inferiore, rischia di essere schiacciato e, nel migliore dei casi, ne rimarrà segnato per moltissimo tempo!

Grazie al cielo ognuno di noi ha la possibilità di riconoscere il borioso da alcuni atteggiamenti tipici : il borioso per esempio non farebbe mai nulla di sbagliato o dannoso per gli altri, lui o lei fa tutto in modo corretto e giusto e non perde mai occasione per farcelo notare! Guai a non apprezzare un gesto o una concessione di questi esseri straordinari che l'Universo ci ha permesso di conoscere! 

Una cosa volevo chiarire prima di concludere : non è facile essere imparziali con se stessi, me ne rendo conto, ma neanche è accettabile auto-affibiarci difetti che non abbiamo, dimenticando i nostri pregi!

Così, a chi soffre di carenza o eccesso di autostima, io dico : La vita a volte è ingiusta, ma la natura non sbaglia mai! Essa si evolve seguendo un filo conduttore che crea un equilibrio perfetto che non può essere spezzato o modificato, quindi se immaginiamo il mondo in equilibrio su una bilancia sappiamo per certo che, se un braccio pesa 50, è sicuro che anche l'altro peserà 50! L'unica cosa che dobbiamo fare è capire come sono stati distribuiti  i nostri due 50 e il gioco è fatto!

Un ultimo suggerimento : amatevi a prescindere! Per quanto brutti possono sembrarvi i vostri difetti, ricordate sempre che, di certo, possedete doti straordinarie, che ve ne rendiate conto o no!

Felice vita a tutti! 

Commenta il post
I
concordo: se prima non impariamo ad amarci difficilmente potremo amare qualcun altro!
Rispondi
M


 non solo, è importante amarci per come siamo e non per come pensiamo di essere ... Oddea non so se sono stata
chiara! 



C
Sai io credo che vi sia una solo una possibilità, pregi e difetti sono un qualcosa che noi esseri umani abbiamo catalogato, quindi credo solo nel fatto che una persona è quello che è,e punto,
simpatia, intelligenza, ottusità,ecc hanno vari gradi che mutano di persona in persona e sono qualità e difetti che nascono dalla storia personale di una persona e tutto è soggettivo, i termi
aggettivi sono riduttivi e superfuli per descrivere chi è una persona.
L'autostima come ben dici può tramutarsi in boria, in quel caso è una reazione alla mancanza di autostima...amarsi resta sempre la scelta migliore,amarsi per essere non per apparire,non per essere
accettati.
In ultimo fai bene a dire quello che pensi ma a volte io penso che un amorevole silenzio sia meglio di ogni parola, come una volta lessi " se non si può fare a meno di parlare male,allora piuttosto
resta in silenzio".
Tutto è soggettivo quello che a noi piace o non piace non è detto che sia tale anche per altri e non esprimere giudizio è una semplice piccola forma di rispetto.
Vi è un momento per dire ed uno per tacere e l'equilibrio fra i due è la la scelta migliore.
Ciao :-)
Rispondi
M


Ciao Carola, adoro leggere i tuoi commenti!  Per una persona che, come me, si è sempre amata poco,
l'autostima è la chiave per salvarmi da me stessa  è la chiave per cominciare ad amarmi come sono, non come
mi vedono gli altri! Infatti ho scritto che : Ognuno di noi
si vede in un modo spesso totalmente diverso da come ci vedono gli altri e, il più delle volte, sbagliamo tutti!


Non credo neanche io nelle catalogazioni dell'essere umano, ma credo nelle regole civili che ci permetterebbero di vivere in pace con tutti se solo le seguissimo! Inoltre, magari mi sono spiegata
male, io tendo a tenere per me le mie opinioni, ma, se vengo interpellata, dico ciò che penso e non ciò che gli altri vogliono sentirsi dire! Mi piace quando lo fanno con me!