Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Amore, pace e libertà.

3 Luglio 2012, 18:13pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Tre parole piene di significato, fondamentali per stabilire il grado di civiltà di un popolo o di una comunità. Ma qual'è il vero significato di queste parole? Chi davvero sa spiegarle? Ci provo. La parola amore viene sempre accostata al cuore, perché è grazie al cuore che viviamo. Anche quando il cervello è morto a causa di traumi o malattie, se il cuore batte il nostro corpo continua a vivere. Quando soffriamo diciamo di avere il cuore spezzato, quando siamo felici diciamo di avere il cuore pieno di gioia. Perciò l'amore è vita. Alle persone che non amano manca qualcosa, sono come spente e vivono la vita in modo automatico e a volte monotono. L'amore è un sentimento e di conseguenza è irrazionale, ma quante cose sbagliate si fanno in nome dell'amore? Se chiedete a chi tradisce il compagno/a il motivo per cui lo fa, vi sentirete rispondere che "ama l'altro/a" . Ma se fosse vero, perché non lascia il compagno/a e vive il suo nuovo sentimento con l'altro/a? Irrrazionalità? Affatto! Quando si nasconde una scomoda verità al compagno/a lo si fa per proteggerlo/a? Affatto! E' mancanza di amore vero! Ma l'amore quando lo si prova è il sentimento più bello che esista. Ci fa sentire bene, sereni, a volte anche felici. Se ci amassimo di più molte liti o discordie non esisterebbero. Di conseguenza la pace assumerebbe un valore diverso da quello che intendiamo oggi. La pace, nell'accezione più generale, è la mancanza di guerra. In realtà, per come la vedo io, la pace dovrebbe essere mancanza di conflitti. Se ci mettessimo nei panni del vicino di casa o della signora in coda al supermercato, molti conflitti non esisterebbero. La pace è rispetto dell'altro e si ottiene amando il proprio prossimo. Certo, non possiamo amare tutti, spesso le differenze caratteriali rendono impossibile piacere a tutti o farci piacere da tutti, ma questo non significa necessariamente entrare in conflitto con chi non ci piace. Basterebbe non scontrarsi e mantenere il minimo di rispetto necessario per evitare il conflitto ed aprire un confronto paritario. Da qui la libertà : quella di vedere la vita ognuno con i propri occhi. La libertà vera è la possibilità di essere ciò che vogliamo nel momento in cui lo desideriamo. Basta ricordarsi che la nostra libertà finisce quando inizia quella dell'altro. Mi viene in mente un'altra parola che accoglie queste tre e le completa : Rispetto! Senza il rispetto una comunità non può chiamarsi civile e, pensandoci bene, non esiste una società davvero civile composta da uomini. La mia speranza è che un giorno questo potrà accadere e che tutti noi potremo vivere la nostra vita in armonia con l'Universo.

Commenta il post