Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

Aletris farinosa : la pianta delle donne.

3 Aprile 2013, 10:32am

Pubblicato da marcellanicolosi

L’Aletris farinosa è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Liliaceae, originaria dell’America del nord che, quando fiorisce, presenta fiori bianchi chiazzati raccolti su uno stelo.

Nota anche come True unicorn root, Star grass, Colic root, Starwort, Blazing star, Whitetube stargrass, White colicroot.

Della pianta viene usata la radice, normalmente raccolta in autunno, che contiene principi attivi quali la diosgenina, la saponina steroidica tipica da cui si ottengono progesterone e cortisone, olio volatile e resina.

Ha una tossicità bassissima e, dalle prove di laboratorio, non è emersa alcuna controindicazione alle dosi terapeutiche normali eccetto un’ipersensibilità individuale.

aletris-farinosa.jpg

Gli organi interessati dell’azione fitoterapica dell’Aletris sono l’intestino, lo stomaco, gli organi digestivi compreso il tubo gastro-enterico, gli organi emuntori, gli organi riproduttivi, l’utero e le ovaie, l’apparato osseo comprese le cartilagini e le articolazioni, i reni, il sistema endocrino e le vie urinarie.

Grazie ai suoi principi attivi questa pianta possiede proprietà antifermentative, emmenagoghe, lassative o purganti, spasmolitiche uterine, digestive e diuretiche.

E’ indicata per affaticamento e spossatezza causati da turbe ginecologiche come la menopausa, leucorrea, dismenorrea, artrite, reumatismi e dolori reumatici, seno dolorante, flatulenza, cattiva digestione, stitichezza, dolori spasmodici di varia natura, prolasso uterino e per prevenire un aborto spontaneo.

La ricordiamo tra le piante con attività estrogenica grazie al suo contenuto di diosgenina che è uno dei materiali di partenza per la produzione di ormoni steroidei. Proprio per questo motivo risulta efficace nelle terapie di insufficienza ovarica, nei casi di sindromi deficitarie dopo isterectomia e ovariectomia, per le turbe mestruali della pubertà, nei casi di sindrome premestruale e nelle turbe legate alla menopausa.

Anche per oggi spero di esservi stata utile.

Commenta il post