Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Adonide : letale!

18 Gennaio 2013, 12:36pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Un'altra pianta erbacea velenosa al limite della letalità!

L'Adonide è una pianta erbacea della famiglia delle Ranuncolaceae, nativa di Europa e Asia, ne esistono diverse specie in natura, ma in Italia le più diffuse sono l'Adonide Annua e quella Aestivalis.

Questa pianta prende il suo nome da Adone che, ucciso da un cinghiale, fu trasformato dalla Dea Afrodite, innamorata di lui, in un fiore rosso. E' conosciuta come Occhio del diavolo, Occhio di pernice, Scruocco, Papagno, Grande occhio di bove, Falso Elleboro nero o Adonio e si trova sui pendii rocciosi, nei pascoli aridi, nei terreni pietrosi, negli altipiani calcarei, nelle brughiere e nelle lavinie.

E' una pianta perenne rara con radici robuste di colore nerastro, il fusto è bruno e le foglie alterne, il fiore può essere giallo o rosso a seconda della specie, fiorisce tra aprile e maggio  e cresce spontaneamente. La sua parte aerea contiene Adonidina (glucoside), adonidoside e adonivernoside (eterosidi), acidi adonidico e aconitico, berberina, fitosterina, resina, materie grasse, cimarina, colina, destrina, fruttosio, adonite, adonitolo, alcool miricilico, acidi palmitico, linoleico, dimetilossichinone.

Adonide.jpgL'Adonide Aestivalis o estiva è presente nei campi di cereali come infestante, anche se oggi, grazie ai metodi di coltivazione, è molto rara, e viene coltivata come pianta ornamentale. Generalmente ha i fiori rossi e cresce tra 0 e 1500 metri di altitudine. E' presente in tutta l'Europa, in nord America, in nord Africa e in Asia.

Le foglie e le radici contengono sostanze tossiche e velenose, in caso di ingestione i sintomi più comuni sono nausea, salivazione eccessiva, coliche, disturbi gastrointestinali, aritmia, ipertensione, disturbi cardiaci e respiratori fino al coma e all'arresto cardiaco. In caso di ingestione il trattamento comprende l'induzione al vomito e la somministrazione di carbone attivo, solfato di sodio e lavanda gastrica.

I petali invece contengono una sostanza colorante che viene usata nell'allevamento dei salmoni, per colorarne le carni, e nell'alimentazione delle galline per rendere il tuorlo dell'uovo più rosso.

Anche l'Adonide Annua cresce nei campi coltivati, ha i fiori di colore rosso scarlatto e la si trova in tutta Europa fino ad altezze di 1300 metri.

Adonide-Vernalis.jpgL'Adonide Vernalis o Primaverile è conosciuta come Ruscuta, Occhio del diavolo, Fior d´Adone, Grande occhio di bue e Adonide vernale.

I suoi fiori sono di colore giallo pallido, fiorisce tra aprile e maggio ed è presente in Europa soprattutto nella zona centro-occidentale. Da questa specie di Adonide, escludendo la radice, si possono estrarre 2 principi attivi quali l'Adoniside e la Cimarina, usati, in passato, in medicina come cardiotonici. In generale l'azione di questi principi attivi è specifica per i trattamenti di problemi cardiaci e di fragilità capillare, ma oggi sono stati sostituiti con glucosidi cardiotonici purificati.

Questa pianta rientra nella lista del Ministero della Salute per l'impiego non ammesso nel settore degli integratori alimentari.

A causa della sua alta tossicità, il suo uso è sconsigliato e/o vietato.


Commenta il post