Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

22 Marzo : Se un individuo ...

22 Marzo 2013, 14:25pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Se un individuo possiede un fondamento spirituale sufficiente, non si lascerà schiacciare dalla lusinga della tecnologia e dalla follia del possesso.

Egli saprà come trovare il giusto equilibrio, senza pretendere troppo, e saprà dire : Ho una macchina fotografica, è abbastanza. Non ne voglio un'altra.

Il pericolo costante è aprire la porta all'avidità, uno dei nostri più implacabili nemici. E' qui che il vero lavoro della mente viene messo in pratica.

(Cit. La Via della Tranquillità - Meditazioni per un anno. Dalai Lama.)

consumismo.jpg

 

Il grande dilemma della società moderna, il grande interrogativo che ho da sempre.

Per quale motivo c'è gente che acquista l'ultimo modello di cellulare ancora prima di aver finito di pagare il modello precedente? Qual'è lo scopo di aspettare per ore che il negozio apra solo per accaparrarsi l'ultima trovata tecnologica, che di solito non ha nulla di nuovo rispetto alla precedente?  

Qual'è la pulsione che spinge la gente a comprare e buttare prima ancora di aver totalmente consumato l'oggetto in questione, cos'è che spinge a lasciare nel piatto il cibo e buttarlo via prima che sia andato a male?

Si chiama "consumismo", ma c'è un'altra parola più adatta : vuoto!

Forse per riempire la mancanza di principi, il vuoto di una vita frenetica che non lascia il tempo di assaporare ciò che di "divino" risiede nella vita, la mancanza di amore nei confronti della Terra che ci ospita e ci nutre!

Prima di buttare qualcosa ed acquistarne un'altra pensiamo che quell'oggetto non ancora del tutto "usato" andrà ad inquinare l'Universo che di certo non ne sarà felice!  

Commenta il post

Stefano 04/07/2013 11:42

D'altra parte chi ha fatto cose grandiose veniva considerato un pazzo perchè non si comportava come gli altri. Ieri se non sbaglio si celebravano i 40 anni della nascita del telefono cellulare.
Immagina la faccia che hanno fatto quando il suo inventore ha detto: e se facessimo un telefono senza fili? Intanto oggi sembra la cosa più normale del mondo. Uniformarsi é comodo, essere "diversi"
é intelligente. Secondo me, ovviamente..

marcellanicolosi 04/19/2013 09:42



Non posso che essere d'accordo con te Stefano



Stefano 04/06/2013 17:17

Io credo che sottoposta la domanda a chiunque sta oggettivamente procurandosi del superfluo, questa persona risponderebbe con ce l'hanno tutti, ormai non se ne può fare a meno e cose simili.
Perché hai due telefoni? Perchè con uno chiamo un operatore, con l'altro chiamo le persone che quell'operatore non ce l'hanno. Ma come diavolo facevano i nostri nonni che non avevano neanche il
telefono in casa e si regolavano le giornate con il suono delle campane?
É quello che abbiamo intorno che ci costringe a dover fare così per forza, non diversamente..a meno che non ci si renda conto che stiamo facendo davvero qualcosa di inutile. Ma questo é già un
passo dopo.

marcellanicolosi 04/07/2013 11:37



Mitico Stefano, hai dato la risposta alla domanda che mi pongo spesso : perché io non mi comporto come gli altri? La risposta è : Perché io NON SONO come gli altri! Fin da piccola mi ha sempre
dato fastidio uniformarmi alla "massa" e nella mia bocca non sono mai entrate le parole "lo faccio perché lo fanno tutti" oppure "ce l'ho perché ce l'hanno tutti" ... io ho sempre detto "NON ce
l'ho proprio perché ce l'hanno tutti!" oppure "Se faccio una cosa solo perché tutti gli altri lo fanno vuol dire che un giorno, se tutti gli altri si butteranno dal ponte, io dovrò buttarmi dal
ponte??" ... ma magari io sono semplicemente un bastian contrario per natura ...   



Stefano 04/04/2013 17:01

Io credo che non si tratti di pulsioni e credo non esista neanche un motivo. il problema è che siamo costretti ad avere bisogno di tutto ciò che in realtà è superfluo. Siamo proprio spinti a
comportarci in un certo modo e lo siamo fino al punto in cui ci convinciamo che bisogna e che é giusto comportarsi così. Questo modo di comportarci ci porta a perdere di vista cosa è davvero
importante e, qualora riuscissimo a renderci conto di avere tra le mani qualcosa di unico ci troveremmo a trattarlo male. Questo un po' mi spaventa.

marcellanicolosi 04/06/2013 09:21



Premetto che mi escludo dalla massa, in questo caso, perché non ho mai acquistato un nuovo finchè non ho consumato il vecchio (di qualunque cosa si tratti, anche di vestiti!). Detto questo ... un
motivo "deve" esserci, quel qualcosa che spinge la gente a desiderare il superfluo! Ci sono cose talmente più importanti nella vita che è impossibile non vedere ... quindi, scusami Stefano, ma io
continuo a pensare che la gente che lo fa abbia un vuoto dentro da colmare! E' come quando vai alla continua ricerca di "qualcuno che ti ami" perché tu da solo non ti ami abbastanza! Anche quello
è un vuoto che si cerca di colmare a tutti i costi senza, ovviamente riuscirci!