Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

07 e 08 Marzo!

8 Marzo 2013, 14:30pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Parliamone ...

La giornata internazionale della donna, nota in maniera impropria come festa della donna, ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui sono vittime in molte parti del mondo ancora oggi.

Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta nel 1909 negli Stati Uniti, mentre in Europa è arrivata nel 1911 e in Italia solo nel 1922.

Le prime tesi sulla questione femminile e sulla rivendicazione del voto alle donne furono discusse a Stoccarda tra il 18 e il 24 agosto 1907, durante l’ VII Congresso della II Internazionale socialista. Vi parteciparono 884 delegati di 25 nazioni tra i quali i maggiori dirigenti marxisti del tempo, come i tedeschi Rosa Luxemburg, Clara Zetkin, August Bebel, i russi Lenin e Martov, il francese Jean Jaurès.

Relativamente alla questione femminile il Congresso votò una risoluzione nella quale i partiti socialisti si impegnavano a «lottare energicamente per l’introduzione del suffragio universale delle donne», senza «allearsi con le femministe borghesi che reclamano il diritto di suffragio, ma con i partiti socialisti che lottano per il suffragio delle donne».

Il 26 e il 27 agosto dello stesso anno 58 delegate di 13 paesi parteciparono alla Conferenza internazionale delle donne socialiste, che alla fine decisero di creare un Ufficio di informazione delle donne socialiste. Clara Zetkin fu eletta segretaria e la rivista da lei redatta, Die Gleichheit (L'uguaglianza), divenne l'organo dell’Internazionale delle donne socialiste.

La decisione di escludere ogni alleanza con le «femministe borghesi» non fu condivisa da tutti. La socialista statunitense Corinne Brown scrisse, nel febbraio del 1908 sulla rivista The Socialist Woman, che il Congresso non avrebbe avuto «alcun diritto di dettare alle donne socialiste come e con chi lavorare per la propria liberazione». La stessa Corinne Brown presiedette, in sostituzione dell’oratore ufficiale assente, il 3 maggio 1908, la conferenza, che allora si teneva ogni domenica, del Partito socialista di Chicago nel Garrick Theater. Proprio questa conferenza, a cui tutte le donne erano invitate, fu chiamata «Woman’s Day», il giorno della donna. Tra gli argomenti discussi ci fu anche quello dello sfruttamento operato dai datori di lavoro ai danni delle operaie in termini di basso salario e di orario di lavoro, delle discriminazioni sessuali e del diritto di voto alle donne.

Quell'iniziativa ebbe un seguito solo alla fine dell'anno quando il Partito socialista americano raccomandò a tutte le sezioni locali «di riservare l'ultima domenica di febbraio del 1909 per l'organizzazione di una manifestazione in favore del diritto di voto femminile».

Fu così che negli Stati Uniti la prima e ufficiale giornata della donna fu celebrata il 23 febbraio 1909. Il 22 novembre dello stesso anno iniziò a New York lo sciopero di ventimila camiciaie, che si protrasse fino al 15 febbraio 1910. Il successivo 27 febbraio alla Carnagie Hall, tremila donne celebrarono ancora il Woman's Day.

La manifestazione di New York venne impostata come manifestazione che unisse le rivendicazioni sindacali a quelle politiche relative al riconoscimento del diritto di voto femminile. Le delegate socialiste americane, forti dell'ormai consolidata affermazione della manifestazione della giornata della donna, decisero pertanto di proporre alla seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste, tenutasi nella Folkets Hus (Casa del popolo) di Copenaghen dal 26 al 27 agosto 1910 di istituire una comune giornata dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne.

Negli Stati Uniti continuò a tenersi l'ultima domenica di febbraio, mentre in alcuni paesi europei come la Germania, l’Austria, la Svizzera e la Danimarca, la giornata della donna si tenne per la prima volta il 19 marzo 1911, data scelta dal Segretariato internazionale delle donne socialiste.

Questa data fu scelta in Germania in quanto «il 19 marzo 1848, durante la rivoluzione, il re di Prussia dovette per la prima volta riconoscere la potenza di un popolo armato e cedere davanti alla minaccia di una rivolta proletaria. Tra le molte promesse che fece allora e che in seguito dimenticò, figurava il riconoscimento del diritto di voto alle donne». In Francia e in Austria invece coincideva con la data in cui cadeva il quarantennale della Comune di Parigi. A Vienna alcune manifestanti portarono con se delle bandiere rosse, simbolo della Comune, proprio per commemorare i caduti di quell'insurrezione.

La manifestazione non fu ripetuta tutti gli anni, né celebrata in tutti i paesi. In Russia si tenne per la prima volta a San Pietroburgo il 3 marzo del 1913, su iniziativa del Partito bolscevico, con una manifestazione nella Borsa Kalašaikovskij, e fu interrotta dalla polizia zarista che operò numerosi arresti.

Le celebrazioni furono interrotte durante la Prima guerra mondiale in tutti i paesi belligeranti, finché a San Pietroburgo, l'8 marzo 1917 (il 23 febbraio secondo il calendario giuliano allora in vigore in Russia) le donne della capitale guidarono una grande manifestazione che rivendicava la fine della guerra. Ecco il motivo per cui fu scelto proprio l’8 marzo come giornata della donna : i cosacchi inviati a reprimere la protesta risposero in modo fiacco alle manifestanti e questo, non solo incoraggiò successive manifestazioni di protesta, ma portò anche alla definitiva caduta dello zarismo, ormai completamente screditato e privo anche dell'appoggio delle forze armate. L'8 marzo 1917 è rimasto nella storia quale data di inizio della «Rivoluzione russa di febbraio».

Il 14 giugno 1921 durante la Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca venne fissata proprio questa data come la «Giornata internazionale dell'operaia».

In Italia la Giornata internazionale della donna fu tenuta per la prima volta soltanto nel 1922, per iniziativa del Partito comunista d’Italia, che volle celebrarla il 12 marzo. Nello stesso periodo fu fondato il quindicinale Compagna, che il 1° marzo 1925 riportò un articolo di Lenin, scomparso l'anno precedente, che ricordava l'8 marzo come Giornata internazionale della donna, la quale aveva avuto una parte attiva nelle lotte sociali e nel rovesciamento dello zarismo. Questo però portò alla perdita della memoria storica delle reali origini della manifestazione.

Fu così che, nel secondo dopoguerra, cominciarono a circolare fantasiose versioni, secondo le quali l’8 marzo avrebbe ricordato la morte di centinaia di operaie nel rogo di una inesistente fabbrica di camicie avvenuto nel 1908 a New York, facendo probabilmente confusione con una tragedia realmente verificatasi in quella città il 25 marzo 1911, l’incendio della fabbrica Triangle, nella quale morirono 146 lavoratori, in gran parte giovani donne immigrate dall'Europa.

Altre versioni citavano la violenta repressione poliziesca di una presunta manifestazione sindacale di operaie tessili tenutasi a New York nel 1857, mentre altre ancora riferivano di scioperi o incidenti verificatesi a Chicago, a Boston o a New York.

Le svariate ricerche effettuate dalle femministe tra la fine degli anni settanta e degli anni ottanta hanno dimostrato ampiamente l'erroneità di queste ricostruzioni, eppure, queste leggende metropolitane, sono ancora diffuse sia tra i mass media che nella propaganda delle organizzazioni sindacali.

******* Il racconto sulla Triangle però è dovuto, in quanto simbolico della condizione generale degli operai di quel tempo.

La Triangle Shirtwaist Company, di proprietà di Max Blanck e Isaac Harris, produceva le camicette cosiddette shirtwaist ed occupava i 3 piani più alti del palazzo a 10 piani Asch building a New York City, nell'intersezione di Greene Street e Washington Place, poco ad est di Washington Square.

La compagnia “dava lavoro” a circa 500 lavoratori, la maggior parte giovani donne immigrate dalla Germania, dall'Italia e dall'Europa dell’est. Alcune di loro avevano 12/13 anni e facevano turni di 14 ore giornaliere e 60/72 ore settimanali per un salario medio di 6/7 dollari alla settimana.

La Triangle Shirtwaist Company era diventata famosa fuori dall'industria tessile prima del 1911 a causa del massivo sciopero delle operaie tessili iniziato il 22 novembre 1908, conosciuto come protesta delle 20.000, che iniziò come una protesta spontanea alla Triangle Company.

La International Ladies’ Garment Workers’ Union negoziò un contratto collettivo di lavoro che copriva quasi tutti i lavoratori, ma la Triangle Shirtwaist rifiutò di firmare l'accordo.

Le condizioni della fabbrica erano quelle tipiche del tempo. Tessuti infiammabili erano immagazzinati per tutta la fabbrica, scarti di tessuto sparsi per il pavimento, gli uomini che lavoravano come tagliatori a volte fumavano, l'illuminazione era fornita da luci a gas aperte e c'erano pochi secchi d'acqua per spegnere gli incendi.

Il pomeriggio del 25 marzo 1911, un incendio che iniziò all'ottavo piano della Shirtwaist Company uccise 146 operai di entrambi i sessi.

La maggioranza di essi erano giovani donne italiane o ebree dell’Europa orientale. La fabbrica occupava gli ultimi tre piani di un palazzo di dieci piani, così, 62 delle vittime morirono nel tentativo disperato di salvarsi lanciandosi dalle finestre dello stabile non essendoci altra via d'uscita.

I proprietari della fabbrica, che al momento dell'incendio si trovavano al decimo piano e che tenevano chiuse a chiave le operaie per paura che rubassero o facessero troppe pause, si misero in salvo e lasciarono morire le donne.

Il processo che seguì li assolse e l’assicurazione pagò loro 445 dollari per ogni operaia morta, mentre il risarcimento alle famiglie fu di 75 dollari.

Migliaia di persone presero parte ai funerali delle operaie.************

 

Nel settembre del 1944 nacque a Roma l’UDI, Unione Donne in Italia, per iniziativa di donne appartenenti al PCI, al PSI, al Partito d’Azione, alla Sinistra Cristiana e alla Democrazia del Lavoro e fu proprio l’UDI a prendere l’iniziativa di celebrare, l’8 marzo 1945, la prima giornata della donna nelle zone dell’Italia libera, mentre a Londra veniva approvata e inviata all'ONU una Carta della donna contenente richieste di parità di diritti e di lavoro.

Da quell’anno in poi l'8 marzo fu celebrato in tutta l'Italia e, grazie ad un'idea di Teresa Noce, Rita Montagnana e di Teresa Mattei, fu scelta la mimosa quale simbolo dei diritti della donna, solo perché fiorisce proprio nei primi giorni di marzo.

Ma la lotta era appena iniziata.

Nei primi anni cinquanta infatti, a causa della guerra fredda e del ministero Scelba, distribuire la mimosa o diffondere Noi donne, il mensile dell'Unione Donne Italiane (UDI), divenne un gesto «atto a turbare l’ordine pubblico», mentre tenere un banchetto per strada diveniva «occupazione abusiva di suolo pubblico».

Nel 1959 le senatrici Luisa Balboni, comunista, Giuseppina Palumbo e Giuliana Nenni, socialiste, presentarono una proposta di legge per rendere la giornata della donna una festa nazionale, ma l'iniziativa cadde nel vuoto.

Il clima politico migliorò nel decennio successivo, ma la ricorrenza continuò a non ottenere udienza nell'opinione pubblica finché, con gli anni settanta, in Italia apparve un fenomeno nuovo : il movimento femminista.

Durante la manifestazione della giornata della donna dell'8 marzo 1972, che si tenne a Roma in piazza Campo de’ Fiori, l'attrice statunitense Jane Fonda pronunciò un breve discorso di adesione, mentre un folto reparto di polizia era schierato intorno alla piazza nella quale poche decine di donne manifestanti inalberavano cartelli con scritte inconsuete e «scandalose».

Movimento-femminista.JPG

Alcuni esempi sono : «Legalizzazione dell'aborto», «Liberazione omosessuale», «Matrimonio = prostituzione legalizzata». Inoltre veniva fatto circolare un volantino che chiedeva che non fossero «lo Stato e la Chiesa ma la donna ad avere il diritto di amministrare l'intero processo della maternità».

Quelle scritte sembrarono intollerabili, perché la polizia caricò, manganellò e disperse le manifestanti.

Nel1975 le Nazioni Unite designarono l’8 marzo come "Giornata Internazionale delle Donne" e le organizzazioni femminili lo celebrarono in tutto il mondo con manifestazioni che onoravano gli avanzamenti della donna e ricordavano la necessità di una continua vigilanza per assicurare che la loro uguaglianza fosse ottenuta e mantenuta in tutti gli aspetti della vita civile.

Due anni dopo l'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottò una risoluzione proclamando una «giornata delle Nazioni Unite per i diritti della donna e la pace internazionale» da osservare dagli stati membri in un qualsiasi giorno dell'anno, in accordo con le tradizioni storiche e nazionali di ogni stato.

Adottando questa risoluzione, l'Assemblea riconobbe il ruolo della donna negli sforzi di pace e riconobbe l'urgenza di porre fine a ogni discriminazione e di aumentare gli appoggi a una piena e paritaria partecipazione delle donne alla vita civile e sociale del loro paese.

07 Marzo

• 1798 – L'esercito francese entra a Roma : nasce la Repubblica Romana ;

• 1799 – Napoleone I di Francia cattura Jaffa in Palestina. Dopo una notte tormentata dai dubbi si sente costretto, per garantire la ritirata dei propri uomini, a procedere all'uccisione di oltre 2.000 prigionieri musulmani ;

• 1850 – Il senatore statunitense Daniel Webster tiene il "discorso del sette marzo" nel quale appoggia il Compromesso del 1850 allo scopo di prevenire una possibile guerra civile ;

• 1876 – Alexander Graham Bell ottiene il brevetto per l'invenzione cui dà il nome di telefono (brevetto #174.464) ;

• 1909 – Italia : si svolgono le Elezioni politiche generali per la 23ª legislatura ;

• 1911 – Rivoluzione in Messico ;

• 1912 – Roald Amundsen annuncia la scoperta del Polo Sud ;

• 1933 – Nasce il gioco da tavolo più diffuso al mondo : Il Monopoli ;

• 1936 – In violazione del Patto di Locarno e del Trattato di Versailles, la Germania rioccupa la Renania ;

• 1947 – Il Kuomintang e il Partito Comunista Cinese riprendono la guerra civile ;

• 1950 – Guerra Fredda : l'Unione Sovietica emana una dichiarazione che nega che Klaus Fuchs sia stato una spia sovietica ;

• 1951 – Guerra di Corea : Operazione Ripper – In Corea, truppe statunitensi del generale Matthew Ridgeway iniziano un assalto contro le forze della Repubblica Popolare Cinese ;

• 1965 - Entra in vigore, in Italia, la istruzione ecumenica Sacrosanctum Concilium, che autorizza l'uso della lingua italiana in diverse parti della messa ; A Selma, Alabama, la milizia di stato e i locali tutori dell'ordine disperdono con la forza un gruppo di 600 dimostranti per i diritti civili. L'episodio venne trasmesso per televisione e soprannominato Bloody Sunday ;

• 1968 – Guerra del Vietnam : inizia la prima battaglia di Saigon ;

• 1973 – Viene scoperta la Cometa Kohoutek ;

• 1988 – La Colombia diventa un membro della Convenzione di Berna per la protezione delle opere artistiche e letterarie ;

• 1989 – Il Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese dichiara la legge marziale a Lhasa, in Tibet ;

• 1994 – La Corte Suprema degli Stati Uniti stabilisce (nella causa Campbell vs. Acuff-Rose Music) che le parodie di un'opera originale sono generalmente coperte dalla dottrina del fair use ;

• 1996 – Viene formato il primo parlamento palestinese democraticamente eletto ;

• 2004 – In Portogallo, esattamente 47 anni dopo l'inizio delle trasmissioni televisive ufficiali, viene decretata la fusione tra la RDP e il gestore della televisione portoghese dando vita alla Radio e Televisao de Portugal (RTP).

08 Marzo

• 415 – Ad Alessandria d'Egitto Ipazia, filosofa e matematica martire della ragione nelle lotte tra Vescovo e Prefetto pagano, è assassinata da un gruppo di partigiani cristiani ;

• 1618 – Giovanni Keplero scopre la terza legge del moto dei pianeti (immediatamente dopo la rigetta ma il 15 maggio dello stesso anno la conferma nuovamente) ;

• 1702 – Anna diventa regina di Inghilterra, Scozia e Irlanda ;

• 1782 – Massacro di Gnadenhutten : miliziani della Pennsylvania uccidono 93 Nativi Americani nell'Ohio ;

• 1817 - Viene fondata la Borsa di New York ;

• 1890 – Buffalo Bill perde a Roma, a Prati di Castello, una sfida contro i butteri ;

• 1906 – Massacro del Cratere Moro : le truppe di occupazione statunitensi nelle Filippine massacrano circa 600 uomini, donne e bambini che si erano rifugiati in un cratere ;

• 1908 – In questa data, secondo una diffusa credenza, vi sarebbe stato l'incendio nella fabbrica di New York nel quale morirono 129 operaie donne, e che avrebbe quindi dato origine alla Giornata Internazionale della Donna. In realtà si tratta di un equivoco con l'Incendio della fabbrica Triangle, avvenuto il 25 marzo del 1911 ;

• 1911 – Viene celebrata per la prima volta in Europa la Giornata Internazionale della Donna ;

• 1918 – Si registra il primo caso di influenza spagnola, è l'inizio di una devastante pandemia ;

• 1935 – Hachiko, cane di razza Akita, famoso in Giappone per la sua fedeltà e lealtà, muore di filariasi all'età di 12 anni, dopo aver atteso ininterrottamente il ritorno del padrone per ben 10 anni ;

• 1936 – La prima gara per automobili di serie si tiene a Daytona Beach,in Florida ;

• 1948 – La Corte Suprema degli Stati Uniti decreta che l'istruzione religiosa nelle scuole pubbliche viola la costituzione ;

• 1950 – L'Unione Sovietica annuncia di possedere la bomba atomica ;

• 1961 – Max Conrad circumnaviga la Terra in otto giorni, 18 ore e 49 minuti, stabilendo un nuovo record ;

• 1964 – Mario Napoli, nel corso della campagna di scavi ad Elea-Velia, scopre la cosiddetta Porta Rosa, il più antico esempio di arco a tutto sesto in Italia ;

• 1965 – Il primo contingente di 3.500 marines sbarca in Vietnam del Sud : inizia la guerra nel sud-est asiatico ;

• 1966 - Guerra del Vietnam : l'Australia annuncia che si appresta ad incrementare sostanzialmente in numero delle sue truppe in Vietnam ; Una bomba piazzata da giovani dimostranti irlandesi distrugge la Nelson’s Pillar di Dublino ;

• 1974 – Viene inaugurato l'Aeroporto internazionale Charles de Gaulle di Parigi ;

• 1983 – Il presidente statunitense Reagan chiama l'Unione Sovietica l'impero del male ;

• 1987 - Viene registrato l'ultimo episodio della famosissima serie televisiva statunitense A-Team ;

• 2004 – Una nuova costituzione democratica viene firmata dal governo provvisorio iracheno.

Commenta il post

Tiziana 03/08/2013 18:15

Tanti auguri per la festa della donna :-)

marcellanicolosi 03/11/2013 12:16



Scusa il ritardo ... grazie ... festeggia insieme a me tutti i giorni