Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Tattoo Convention 2014!

26 Giugno 2014, 20:36pm

Pubblicato da marcellanicolosi

L’arte del tatuaggio affonda le sue radici nell’antichità.

Ancora prima dell’avvento di Cristo numerose popolazioni usavano tatuarsi più che altro per motivi religiosi o per distinguersi dalle altre tribù dichiarando così la propria appartenenza ad una determinata comunità. In alcune culture il tatuaggio ha fatto parte integrante della tradizione tramandata di generazione in generazione.

Con il passare del tempo il tatuaggio ha assunto connotazioni e motivazioni diverse, spesso associato ai carcerati o ai malavitosi o richiesto in memoria di un parente defunto e, in alcuni periodi storici, anche vietato dalla legge e condannato dalla comunità religiosa.

Fino agli anni '70 e '80 durante i quali si è trasformato in una vera e propria arte facendo diventare quello del tatuatore un mestiere ricercato ed apprezzato da diversissime classi sociali e da svariati tipi di persone.

Tra il 20 e il 22 Giugno di quest’anno si è svolta la prima edizione della Palermo Tattoo Convention.

In un angolo di Sicilia nella bellissima località Isola delle Femmine per tre giorni consecutivi 70 tatuatori provenienti da diverse parti del mondo hanno dato prova di grande professionalità e bravura creando opere d’arte sulla pelle di chi ne aveva fatto richiesta in precedenza e partecipando a contest di fine giornata.

Il tutto mentre gruppi musicali creavano spettacolo per visitatori ed amanti del tatuaggio.

… ve lo dico … io mi sono divertita da morire!

Con il mio carattere delicato ho dato “l’inferno” ad alcuni simpatici tatuatori che mi hanno sopportata con estrema pazienza. Ho girato e osservato artisti intenti nella creazione del disegno su carta, ho scattato foto e impresso nella mente sensazioni e immagini totalmente immersa nell’atmosfera quasi eterea di una realtà alternativa in cui aghi, pelle e colori si fondevano e si confondevano!  

Alla fine dei due giorni mi è rimasto un gran male ai piedi, ma soprattutto un’esperienza indimenticabile.

E’ incredibile come quegli artisti fossero capaci di creare dei quadri sulla pelle come pittori che dipingono su una tela.

Il rumore delle macchinette si confondeva con la musica e le chiacchiere dei passanti, eppure nell’aria si respirava qualcosa di diverso.

L’albergo ospitante ha messo a disposizione un’intera ala solo per la Convention e sembrava quasi di entrare ed uscire da due diverse realtà parallele, entrambe tangibili, ma diametralmente opposte, esistenti all'interno dello stesso edificio!

Eppure non erano presenti solo palestrati totalmente tatuati con piercing al naso e treccine, o simil punk usciti da un film stile anni 70 e metallari convinti, c’era anche gente in jeans e maglietta e fighettine alla moda che mai avrei pensato di incontrare in un evento di questo tipo.

C’era anche una signora che, costretta a passare proprio da lì per tornare in camera, si nascondeva gli occhi e le orecchie per non essere posseduta da cotanto lerciume! Ammetto che la signora mi ha fatto tenerezza!

Guardandomi intorno non ho potuto che riflettere sull’universo Tattoo, perché è proprio di questo che stiamo parlando. Un universo a sé stante nel quale, chi ci vive dentro, ha una sua identità distinta eppure in piena sintonia con quella di tutti quanti gli altri.

Quello che li accomuna è l’amore per il marchio indelebile sulla propria pelle. Pochi tra loro avevano un tatuaggio per moda. Per i più, dietro ogni tatuaggio, c’è una motivazione ben precisa, un significato intimo che non sempre viene condiviso con gli altri.

Ma non importa. Nessuno verrà mai a chiederti il perché di una fenice tatuata sul braccio o di due stelle e due lacrime tatuate sul polso.

Non importa!

Sei tu a decidere cosa vuoi vederti addosso, sei tu che scegli il ricordo che vuoi che ti accompagni per sempre.

Ho anche capito un’altra cosa.

C’è un po’ di sado-masochismo nella voglia di tattoo!

Ho visto omoni trattenere la lacrimuccia e tatuatori così intenti nel loro lavoro che, nonostante i mugugni, continuavano imperterriti nella loro creazione del momento.

La verità è che ogni tattoo è diverso ed a se stante, perché chi lo porta ha un’anima tutta sua distinta e separata, ma legata a doppio filo con la comunità di cui fa parte ed in cui si sente perfetto ... e forse lo è!  

Per inciso : ho fotografato tanti tatuaggi tutti bellissimi, ho scelto questo perché il gufo porta fortuna ... e noi ne abbiamo davvero molto bisogno!

 

 

Tattoo Convention 2014!

Leggi i commenti

I fermenti lattici!

17 Giugno 2014, 15:31pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Il buon funzionamento dell’intestino è fondamentale per il benessere di tutto l’organismo, in quanto permette l’assorbimento di tutti i nutrienti apportati dal cibo; per fare questo l’intestino produce dei succhi gastrici ricchi di enzimi che completano il processo digestivo. 

 

<img data-cke-saved-src="”http://marcellanicolosi.over-blog.it//diarrea" src="”http://marcellanicolosi.over-blog.it//diarrea&quot;" target="”_blank”" alt="”diarrea" rimedi"="" id="yui_3_5_0_1_1403101444181_12346">

 

 

Quando, in presenza di condizioni sfavorevoli, questo processo perdeil suo delicato equilibrio si può incorrere in problemi come la stitichezza e la diarrea che possono essere temporanee o croniche.

La diarrea temporanea può essere causata da vari fattori come batterivirus, parassiti, stress, infezioni intestinali dovute ad intolleranze alimentari, reazione ai farmaci oppure in caso di utilizzo di antibiotici.

La diarrea cronica invece può essere causata da disturbi funzionali come la sindrome del colon irritabile, varie infiammazioni intestinali e malattie intestinali come la colite.

In sè la diarrea non è un problema grave ma se non trattata adeguatamente può provocare disturbi anche molto importanti come la disidratazione, in particolare nei bambini più piccoli.

Quindi bisogna porvi rimedio appena si manifesta.

La cosa più importante da fare per limitare i danni provocati dalla diarrea è bere molti liquidi per reidratare i tessuti interni dell’organismo. Si possono trovare in farmacia soluzioni reidratanti orali appositamente studiate per ristabilire l'equilibrio idrosalino.

Esistono inoltre numerosi metodi più o meno naturali per affrontare il problema in modo corretto, quello più consigliato dal medico curante è il consumo di fermenti lattici e probiotici.

I fermenti lattici sono dei batteri buoni capaci di riequilibrare la funzionalità intestinale in caso di stipsi o diarrea.

Utili anche per prevenire infezioni o infiammazioni intestinali, proteggono la flora batterica anche in caso di assunzione di antibiotici, periodi particolarmente stressanti e indebolimento del sistema immunitario.

In commercio ne esistono diverse marche, quella più accreditata è l’Enterogermina reperibile in farmacia sotto forma di fiale e capsule.

Leggi i commenti

Traslochiamo!

12 Giugno 2014, 09:00am

Pubblicato da marcellanicolosi

Ci siamo ... le utenze sono state disdette.

Da un momento all'altro potrei restare senza corrente elettrica, ma cosa importa!

Visto il tipo di trasloco un po' sui generis (come quasi tutte le cose mie e del consorte!) basta mettere due magliette in valigia e via ... verso nuovi orizzonti ... mmmm ... orizzonti ... si fa per dire ... orizzonti non è proprio la parola che userei in questo momento ... più che altro si tratta di eremi ... zone lontane ed abitate solo da ominidi di cui non si conoscono ancora le origini!

Saranno marziani?!

In realtà la marziana sono io per loro, parlo in italiano e mi do delle arie da cittadina ... questo almeno è ciò che loro pensano ... ed hanno ragione ... mi do le arie perché non mi piace che gli altri sappiano le mie cose e non mi piacciono i pettegolezzi ... come dicevo ... marziana!

Eppure alcuni di loro mi vogliono bene, lo so! Mi trattano con rispetto!

Tutti gli altri dovrebbero trasferirsi altrove perché io sia contenta!

Penso che Dio mi abbia messo di fronte ad una situazione, per me, insopportabile per testare la mia pazienza e la mia capacità di adattamento!

Forse anche la mia capacità di amare anche chi proprio non mi va giù!

Dio ... te lo dico ... è una missione impossibile!

Tu sei il mago delle missioni impossibili, lo so, ma spero che tu abbia piani più grandi per me!

Piccola ed insignificante macchietta come sono piego la testa e vado là dove, lontana da tutto, ancora più di adesso, mi sono sempre sentita fuori luogo, diversa, strana!

Lo faccio perché non ho scelta ... lo faccio perché so che, almeno il consorte, sarà contento!

Spero che questo mi basterà per ritrovare la serenità perduta!

I prossimi mesi saranno molto impegnativi.

Se è vero che adesso bastano 2 magliette in valigia, è vero anche che 20 anni di roba "impilata" vanno comunque trasportati e traslocati nella nuova -si fa per dire- casa, verso un fulgido futuro e nuove esperienze!

Ma abbiamo tempo, nessuno ci insegue ... durerà 10 anni questo trasloco ... me lo sento!

Vivremo accampati ... che bello! Non troveremo lo spazzolino da denti e neanche la caffettiera ... magari li abbiamo persi per strada durante il trasloco ... o magari sono sotto le magliette ...

Ciò che conta è che li cercheremo insieme e, con l'aiuto di Dio, prima o poi, li troveremo insieme alla pazienza, all'arrendevolezza e all'amore!

 

trasloco.jpg

 

 

Leggi i commenti

Solitaria o Asociale?! Questo è il dilemma!

3 Giugno 2014, 16:15pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Il Dizionario Italiano recita così :

 

E' solitario colui che ama stare da solo.

 

E' asociale colui che rifiuta di conformarsi al modo di vita organizzato della società.

 

E io?! Vediamo un po'!

Amo la mia solitudine, quando è limitata ad alcune ore al giorno o a qualche giorno! Diciamo che negli anni mi sono anche abituata a stare da sola.

Non ho mai avuto problemi ad andare in giro per conto mio, a sbrigare le mie faccende con l'unica compagnia dell'autoradio. Eppure, oggi, ho sempre più voglia di farlo solo se sono con qualcuno in particolare! Ovviamente il consorte!

Per quanto riguarda il non conformarsi al modo di vita organizzato della società ... beh ... quello è tutto un un altro discorso!

Sono sempre stata un po' diversa dalla massa, ma non ho mai capito se è un problema di asocialità o del mio voler andare contro-corrente!

Se la gente va a destra io, inevitabilmente, finisco per andare a sinistra! Sempre e da sempre. Me lo dice anche la mia mamma, ero così anche da piccola! A volte mi chiedo se non sia più un desiderio di ribellione nei confronti dell'ordine costituito, una forma di insofferenza ed intolleranza verso le figure autoritarie che, gioco forza, si incontrano nella vita!

Magari un po' è anche per questo, ma mi rendo conto che, quando mi guardo intorno, non mi piace la direzione che ha preso la società! 

Un detto recita che ... se intorno a te la gente è isterica e l'unico ad essere calmo sei tu, forse tu non hai capito cosa sta succedendo!

Allora, quando vedo cose che non mi piacciono mentre tutti gli altri le fanno ... sono io che sto sbagliando?!

Questo dubbio mi lascia un senso di amarezza e la lotta interiore diventa feroce!

Una vocina dentro di me continua a chiedermi : Ti butteresti dalla torre se tutti gli altri lo fanno?! La risposta è sicuramente no!

Eppure non sarebbe più semplice uniformarmi e seguire la corrente?! Non sarei più amata, più accettata e coccolata?! Non sarei più normale?!

Cosa mi spinge a pensare che io ho ragione e tutti gli altri torto?!

E' come un cane che si morde la coda ... eppure l'unico posto dove non mi sento a mio agio è questa società!

Dove l'ipocrisia e l'indifferenza sono all'ordine del giorno, dove la maleducazione è premiata e l'arraffare denaro e "cose" è la regola! Dove se hai le scarpe di marca ed ascolti la musica giusta sei "ok" ... dove il sabato si va al karaoke e a mangiare la pizza ... dove il consumo, l'uso e l'abuso sono il "top", dove conta solo l'apparire mentre l'essere è solo una parola priva di significato!

Poi c'è l'altra parte della medaglia.

La società della violenza, dei soprusi, dell'intolleranza, dell'impossibilità di manifestare il proprio dissenso che sia mentale o fisico!

Siamo inondati da immagini di donne e uomini semi-nudi tutto il giorno, belli e ricchi e ci convinciamo che "loro" hanno raggiunto lo stato di grazia, la libertà!

Ma non è forse vero che è la verità a renderci liberi?!

E la verità allora dove sta?!

L'unica verità che mi rende serena al momento è sapere che io preferisco essere che apparire, preferisco essere amata ed amare piuttosto che essere temuta ... preferisco sorridere e dire grazie piuttosto che ordinare, continuo a preferire il calore della solitudine e dell'asocialità alla freddezza dell'essere comune e uguale a tutti gli altri!  

 

asociale.jpg

Leggi i commenti