Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Anice Stellato e Anice Verde : per i problemi intestinali, ma non solo!

27 Maggio 2014, 16:09pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Con il nome di anice possono essere indicate diverse piante, che, però, non hanno parentele botaniche. Questo avviene perché, tali piante, hanno in comune un’ aroma praticamente identico.

Tra queste troviamo l’Anice pepato che appartiene alla famiglia delle Rutaceae e, tipico della cucina dell'Estremo Oriente, è uno dei componenti della miscela nota come 5 spezie cinesi : anice verde, anice stellato, chiodi di garofano, semi di finocchio e cassia.

L'anice è una delle spezie più antiche e diffuse ed era già utilizzata dai Greci, dagli Egizi e dai Romani per dare gusto alle vivande a base di pollo, maiale, verdure e piccoli biscotti digestivi.

Dal Medio Oriente si è diffuso nel bacino del Mediterraneo e da lì in Europa, tanto che nel Medioevo era un ingrediente di numerose ricette in quasi tutti i paesi.

L'anice viene usato per dare gusto a carni di pollo, maiale e coniglio, ma anche in accompagnamento di verdure e formaggi, specie nei paesi del Nord Europa, è usato come ingrediente nella preparazione di torte, biscotti, panpepati, pandolci, frutta secca e anche nella preparazione di ghiaccioli e di liquori come il Pastis, l'Assenzio e l'Anisette in Francia, il Raki in Turchia, l'ouzo in Grecia, la sambuca in Italia, il Tutone in Sicilia, il Mistrà nelle Marche.

I liquori d'anice vengono anche usati per insaporire piatti vari, a base di pesce, di lumache, di castagne.

 

L'anice stellato


anice_stellato.jpg


E’ un albero sempreverde che appartiene alla famiglia delle Illiciaceae e può essere alto tra i 4 e i 12 metri. Deve il suo nome alla forma di stella che caratterizza gli occhielli dei suoi 8 piccoli frutti. Fu importato in Occidente solo alla fine del 1600, passando attraverso la Russia.

Noto e molto usato in tutto l'Oriente, è particolarmente amato in Cina e Vietnam.

E’ conosciuto anche con il nome di Badiana, Badiana della Cina, Star Anise, Anis étoilé, Badanier de Chine, Chinese anise, Chinese star anise, Badian, Anis estrelado, Anis da Siberia, Funcho da Cina e Ta hoei hiang.

Dell’anice vengono usati i semi che hanno un sapore aromatico-dolciastro anestetizzante.

I principi attivi principali sono l’olio essenziale detto anetolo, i tannini e gli acidi organici.


La tossicità è bassa, ma il suo uso è controindicato nei casi di epilessia ed epatopatie e non bisogna mai utilizzare dosi più alte di quelle consigliate in quanto può risultare tossico per il sistema nervoso centrale.

Inoltre a dosi elevate è uno stupefacente e può provocare ipereccitazione cerebrale, tremore, convulsioni epilettiche, congestione cerebrale e polmonare.

Può essere foto sensibilizzante.


E’ usato come insetticida per la scabbia e altri parassiti e come aromatizzante nel settore alimentare.


Possono verificarsi interazioni con farmaci antinfiammatori non steroidei e con le terapie ormonali.

 

Alle dosi consigliate può essere utilizzato per la bocca, i bronchi e i bronchioli, il cavo oro-faringeo, il cervello, il cuore, i denti, l’intestino, il tubo gastro-enterico, la muscolatura liscia, gli organi digestivi, gustativi, sessuali e riproduttivi, il seno e le ghiandole mammarie, il sistema nervoso, lo stomaco, il tessuto cutaneo e le vie respiratorie.

 

L’Anice Stellato è aromatizzante, digestivo, analgesico, espettorante, fluidificante delle secrezioni bronchiali, spasmolitico, tonico generale, tossifugo, afrodisiaco, balsamico respiratorio, cardiotonico e cardiocinetico, neurotonico e tonico, spasmolitico per le fibre muscolari lisce e stupefacente.

 

E’ infine indicato per l’alitosi, l’allattamento, la dispepsia o la cattiva digestione, il meteorismo e gonfiori al ventre, il vomito nervoso, il catarro delle vie respiratorie, le coliche intestinali, la dispnea, la gastralgia o il mal di stomaco, la tosse, l’astenia, l’esaurimento e lo stress, l’impotenza sessuale, i parassiti della pelle come gli acari, gli spasmi dolorosi di varia natura.

Si può assumere sotto forma di tisana per i problemi intestinali.

Attenzione : la varietà di Anice Stellato giapponese (illicium anisatum, illicium religiosum, illicium japonicum, shikimmi e shlmmi) è altamente tossica e inidonea al consumo umano.

 

 

L'anice verde.

 

Anice-Verde.jpg


Appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è una pianta erbacea annua alta circa 60 cm, con piccoli fiori bianco-giallo e piccoli semi ovali caratterizzati da un aroma persistente.

È il più noto in Occidente e cresce nel bacino del Mediterraneo anche in modo spontaneo.

Il suo periodo balsamico è tra agosto e settembre e le parti utilizzate sono i frutti.

E’ conosciuto anche con il nome di Pimpinella, Anacio, Anise, Anis vert, Yanisun, Anijs e Erva-doce.

Ha un sapore dolce-aromatico e contiene principi attivi quali olio essenziale (anetolo, estragolo) flavonoidi, cumarine e grassi.

 

La sua tossicità è bassa, ma ad alte dosi o per consumo prolungato provoca stato di ebbrezza accompagnato da tremori, convulsioni e confusione mentale.

In soggetti predisposti anche le dosi normali possono procurare allergie. Inoltre l’olio essenziale ha azione stupefacente caratterizzata da eccitazione iniziale seguita da paresi muscolare, ebbrezza e profonda ipnosi che può prolungarsi anche per 12 ore.

L’olio inoltre è foto sensibilizzante.

 

E’ controindicato in caso di gravidanza.

 

L’Anice Verde è incompatibile con farmaci antinfiammatori non steroidei, farmaci cortisonici e terapie ormonali.

Inoltre può provocare allergia, problemi di pelle e problemi gastro-intestinali.

 

Gli organi interessati dell’azione fito terapica sono la testa, la bocca, i bronchi e i bronchioli, il cavo oro-faringeo, il cervello, i denti, le ghiandole salivari, l’intestino, il tubo gastro-enterico, la muscolatura liscia, gli organi digestivi, gustativi, sessuali e riproduttivi, l’utero e le ovaie, il seno e le ghiandole mammarie, il sistema immunitario e nervoso, lo stomaco, il tessuto cutaneo, le vie respiratorie e le vie aeree superiori.

 

L’Anice Verde è aromatizzante, digestivo, analgesico, espettorante, fluidificante del catarro mucolitico, spasmolitico del tubo gastro-enterico e delle vie respiratorie, tonico generale, tossifugo, afrodisiaco, balsamico respiratorio, neurotonico e tonico cerebrale, spasmolitico per le fibre muscolari lisce, stupefacente, antisettico, carminativo e anticipa il ciclo mestruale ritardato.

 

E’ infine indicato per l’alitosi, l’allattamento, la dispepsia o la cattiva digestione, il meteorismo e fermentazioni intestinali, la stitichezza, il catarro delle vie respiratorie, l’atonia intestinale, la tosse convulsa o la pertosse, l’astenia, l’esaurimento e lo stress, gli spasmi dolorosi di varia natura, la cefalea, il mal di testa o l’emicrania, la salivazione scarsa, il raffreddore, l’asma bronchiale o il broncospasmo.

 

Si trova sotto forma di tisane, olio essenziale solo per gli adulti, estratti e tinture.

 

Curiosità.


  • L’Anice verde è utilizzato per aromatizzare molti liquori, mentre i suoi semi, interi o tritati, aggiunti al pane, alle focacce e ai dolci ne migliorano il sapore.
  • Masticare a fine pasto semi d'anice leggermente tostati aiuta la digestione e profuma l'alito.
  • Nella medicina popolare era considerato afrodisiaco.

Leggi i commenti

Jensen Ackles è il vero Supernatural!

22 Maggio 2014, 18:26pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Supernatural o non Supernatural … bello, bello, bello … ma cosa c’è dietro la maschera di Dean Winchester?! Un uomo pieno di pregi, oppure solo un bravo attore?!

Confesso di aver avuto grosse difficoltà a scegliere una foto per questo articolo, sono tutte troppo belle.

E confesso che, leggendo la sua biografia, mi sono fatta un’idea molto positiva dell’uomo Jensen … ma, vediamo chi è …

Jensen-Ackles.jpg

Jensen Ross Ackles è nato a Dallas il 1º marzo del 1978 ed è un attore ed ex modello statunitense.

Jensen, che ha origini inglesi, tedesche e, in minima parte, scozzesi, è cresciuto a Richardson, un quartiere di Dallas, insieme a suo padre nonché attore, Roger Alan, sua madre, Donna Joan Shaffer, suo fratello Joshua, di tre anni più grande, e sua sorella Mackenzie, di sette anni più piccola.

Ha frequentato la scuola elementare Dartmouth, la scuola media Apollo e si è diplomato nel 1996 al liceo LV Berkner High School di Richardson. Al liceo ha recitato nel ruolo di Tony nella rappresentazione di West Side Story e in quello di Christian in Cyran de Bergerac.

Ha iniziato la carriera di modello a soli 2 anni e vi è rimasto, tranne che per un breve periodo, fino al 1995.

In quegli anni è stato testimonial in una pubblicità di crackers, i Triscuits, e di altri prodotti delle linee Walmart e RadioShack.

E’ stato molto influenzato dal padre, che era un attore, gli piaceva guardarlo mentre studiava i copioni e ha imparato da lui qualche piccolo segreto dell’ambiente artistico.

Mentre era ancora uno studente, un amico gli ha chiesto di frequentare un seminario locale di recitazione dove le sue doti recitative sono state notate da due cacciatori di talenti, Craig Wargo e Michael Einfeld.

I due gli hanno chiesto di trasferirsi a Los Angeles, ma Jensen ha dovuto rifiutare. In seguito lo stesso attore ha dichiarato di aver pensato che lo avrebbero dimenticato. Dopo essersi diplomato si è trasferito a Los Angeles per cercare opportunità di lavoro in piccoli ruoli per il piccolo e grande schermo dove, invece, ha trovato l’aiuto proprio dei due agenti sopracitati.

Nel 1996 ha cominciato la sua carriera artistica in alcune serie televisive come Wishbone, il cane dei sogni , Mr.Rhodes, Settimo Cielo e Sweet Valley High nei panni di un fotografo che farà colpo su una delle sorelle protagoniste.

Nel 1997 ha ottenuto il ruolo di Eric Brady nella Soap Opera I giorni della nostra vita, per il quale ha vinto, l’anno successivo, il Digest Award per il migliore nuovo attore, ed è apparso nella mini-serie sulla vita di Marilyn Monroe, Blonde.

Nel 2000 ha seguito James Cameron per la serie televisiva Dark Angel per recitare la parte del disturbato fratello di Max, Ben/X5-493 e, successivamente, quella del suo clone, Alec/X5-494.

Nel 2003 è stata la volta di Dawson’s Creek, di un piccolo ruolo nel breve film The Plight of Clownana e di Smallville.

L’anno successivo ha finalmente ottenuto un ruolo come protagonista nel film horror Devour - Il gioco di Satana nei panni di Jake Gray. Nel film ha recitato accanto a suo padre Alan che ha ottenuto proprio la parte del padre del suo personaggio.

Lo stesso anno è entrato nell’Olimpo degli attori più amati da ragazze più o meno giovani grazie alla serie televisiva Supernatural dove ha recitato, e ancora lo fa, la parte di Dean Winchester accanto a Jared Padalecki.

Ha poi ottenuto un ruolo nella commedia indipendente Ten Inch Hero e nel 2008 nell’horror San Valentino di sangue.

 

Vita privata.

 

Dal 2006 ha una relazione con l'attrice Danneel Harris con la quale si è sposato il 15 maggio 2010. Nel 2013 è nata la loro prima bambina, Justice Jay “JJ” Ackles.

 

Filmografia

 

Regista

• 2010/2012 - Supernatural, serie TV, 3 episodi (2010–2012).

Attore Cinema

• 2004 - The Plight of Clownana, regia di Chris Dowling - cortometraggio ;

• 2005 - Devour - Il gioco di Satana (Devour), regia di David Winkler ;

• 2007 - Ten Inch Hero, regia di David Mackay ;

• 2009 - San Valentino di sangue 3D (My Bloody Valentine 3-D), regia di Patrick Lussier.


Televisione

• 1995 - Wishbone, il cane dei sogni (Wishbone) - serie TV ;

• 1996 - Sweet Valley High - serie TV ;

• 1996/1997 - Mr. Rhodes - serie TV, 7 episodi ;

• 1997 - Cybill - serie TV ;

• 1998/2000 - Il tempo della nostra vita (Days of Our Lives) - serial TV ;

• 2001 - Blonde, regia di Joyce Chopra - miniserie TV ;

• 2001/2002 - Dark Angel - serie TV ;

• 2002/2003 - Dawson's Creek - serie TV ;

• 2003/2004 - Still Life - serie TV ;

• 2004/2005 - Smallville - serie TV ;

• 2005/in corso - Supernatural - serie TV.

 

Doppiatore

 

• 2010 . Batman: Under the Red Hood, regia di Brandon Vietti - film d'animazione, Tron: Evolution – videogioco, The 3rd Birthday – videogioco ;

• 2011 – Supernatural : The Animation serie animata.


Produttore esecutivo


2004 - The Plight of Clownana.

 

Lo hanno doppiato :

• Francesco Venditti in Dark Angel ;

• Stefano Crescentini in Smallville e Supernatural ;

• Davide Chevalier in Dawson's Creek ;

• Fabrizio Manfredi in Devour - Il gioco di Satana ;

• Roberto Certomà in San Valentino di sangue 3D.

 

Curiosità

 

Soprannomi : Jay e Jackles ;

Altezza : 1,86 m. ;

Segni particolari : Voce profonda, barba fulva, lentiggini, occhi verdi, ottiene spesso ruoli di uomini con intensi problemi emotivi e psicologici o di personaggi con una necessità schiacciante dell’approvazione dei genitori ;

Il suo nome è stato scelto dalla madre che, tre giorni dopo la sua nascita, era in chiesa ad ascoltare un inno ed ha letto il cognome dello scrittore sul foglio dei canti ;

Il suo nome, in realtà, è il cognome più diffuso in Danimarca ;

E’ molto riservato, si conosce poco della sua vita privata ;

Dicono sia un gran giocherellone ;

È da sempre un grande sportivo ed ama il football, il lacrosse, il baseball e il basket. Ha giocato a baseball e lacrosse alle scuole superiori. Voleva iscriversi alla Texas Tech University per studiare medicina dello sport e lanciarsi nella carriera di fisioterapista, ma poi ha preferito la carriera di attore ;

E’ un fan dei Dallas Cowboys ;

Ama cavalcare ;

Suona la chitarra e canta ;

Ama le fotografie e ne scatta moltissime anche sul set ;

Buon amico con Christian Kane e miglior amico di Jared Padalecki ;

Nel 2005 TV Guide lo ha definito il nuovo Brad Pitt dei giovani, la rivista Inside TV Magazine lo ha inserito al 2°posto tra i "50 nuovi volti più hot del 2005", People lo ha insignito del titolo di "acchiappafantasmi più sexy" insieme al collega Jared Padalecki ;

Nel 2006 è nell’elenco degli uomini più sexy su TV Guide  ;

Nel 2013 è 39mo nella lista delle 100 Stelle del Cinema più sexy su Empire Online ;

Ha posato per la copertina della rivista giapponese Safari nel numero del 10 ottobre 2007, e si è prestato a un servizio fotografico con scarpe e cravatta di Giorgio Armani per Hollywood Life.

 

E adesso ... a dimostrazione di quanto si divertono gli attori dei serial ... un omaggio a Supernatural che ho scovato su YouTube.

Ringrazio la persona che ha montato il video ... è davvero straordinario!

 


 


 


Leggi i commenti

Quei pazzerelli degli ormoni femminili!

17 Maggio 2014, 10:38am

Pubblicato da marcellanicolosi

Tutte le donne lo sanno ... dal momento in cui i loro organi sono formati e maturi cominciano ad essere bombardate da sentimenti, sensazioni ed emozioni diverse che a volte le fanno piangere, apparentemente senza un motivo, altre le fanno ridere, altre ancora le fanno esplodere in attacchi di rabbia che, una volta passata, lascia un senso di vuoto e di confusione!

Le donne lo sanno ... e man mano che crescono o invecchiano capiscono che nel loro corpo qualcosa è cambiato. Lo sentono ad ondate, lo percepiscono nelle piccole cose, nei loro modi diversi di reagire agli avvenimenti della vita, nella risposta che il loro umore da nell'arco delle 24 ore di ogni giorno!

Gli sbalzi di umore o le reazioni "esagerate" sono spesso provocati da quei pazzarelli invisibili chiamati "ormoni"!

Sono invisibili ma fanno un danno enorme ... il più delle volte!

Ieri ho cercato su internet ed ho visto che gli ormoni colpevoli delle nostre isterie incomprensibili sono all'incirca tre ed hanno nomi che non sto qui a ripetere ... ognuno di loro ha una funzione specifica, ma cosa succede quando uno di loro decide di aumentare o di diminuire senza una ragione spiegabile scientificamente?!

Un'eclissi, un'ecatombe, un'apocalisse dei sensi ... e allora ci sentiamo stanche e non ne capiamo la ragione, ci sentiamo tristi ed afflitte, ci commuoviamo di fronte ad un gattino che gioca con un gomitolo di lana, quando invece di solito ci ridiamo su!

E allora giù lacrime ... più per il fatto che ci sentiamo scombussolate, bombardate da emozioni che invadono la nostra mente, soverchianti, a volte distruttive ed incontrollabili!

Donne ... sappiate che la colpa è di quei pazzerelli dei vostri ormoni ... mi dispiace, non potete controllarli!

Qualche giorno fa sono stata colpita da un'ondata di ormoni incazzosi, mi sono sentita offesa, incompresa, caricata di troppe responsabilità e incapace di far comprendere il mio punto di vista ...

... un giorno intero vissuto cercando di spiegare, ma incapace di capire!

Una giornata davvero pesante!

Oggi a mente serena mi rendo conto che, pur avendo le mie buone ragioni, la mia reazione è stata un tantinello esagerata!

Alcune acredini che ho tenuto ben nascoste hanno acceso il cerino e gli ormoni impazziti hanno fatto il resto e scatenato l'incendio di proporzioni apocalittiche! 

Poi ieri ho avuto una specie di illuminazione : noi donne ci lamentiamo spesso di dover sopportare le paturnie dei maschietti, ma ci siamo mai chieste come fanno loro a sopportare le nostre?!

Faccio alcuni esempi :

Lui dorme troppo? ... noi : perchè dormi sempre?! Lui dorme poco?! ... noi : ma non ne hai sonno?!

Lui non ci cerca?! ... noi : mi tradisci!!!! Lui ci cerca?! ... noi : e uffaaaaa ... e sempre sempre non si può!!!! Rilassati!!!!

Lui non parla?! ... noi : a cosa pensi??!! la risposta di solito è : a nulla! e probabilmente è vero ma noi ... si vabbè, hai l'espressione pensierosa ... Lui parla più del solito?! ... noi ... cosa ti sei sniffatoooooooo??? con l'aria di rimprovero!

Lui non ci fa i regali?! ... noi : non mi pensi, non mi ami più! ... lui ci porta un fiore?! ... noi : cosa devi farti perdonare??!! con aria indagatrice!

... e potrei andare avanti così per ore ...

Avanti, ditemi che non è vero?!

Per non parlare delle volte che, poveri inconsapevoli, ci accarezzano nel momento sbagliato ... e noi?! Giù a rimproveri ed improperi fino a rinfacciare cose avvenute all'alba dei tempi e che noi abbiamo perdonato, ma non dimenticato ... mentre loro si!

Poveri uomini ... mi fa tenerezza vederli arrabbattarsi in equilibrio come i funamboli alla continua ricerca della mossa giusta, della parola che non faccia esplodere l'ira "divina" delle loro compagne.

Ma, poveri, regolarmente, sbagliano, non ci azzeccano mai!

Sarà solo colpa loro?!

 funambolo.jpg

Leggi i commenti

Amaxofobia : paura di guidare!

15 Maggio 2014, 11:51am

Pubblicato da marcellanicolosi

L’Amaxofobia, dal greco "amaxos" che significa carro, è la paura di guidare un’automobile in particolare o un mezzo di trasporto in generale.

Come è facile intuire questa fobia colpisce soprattutto (ma non solo!) i guidatori, pare ne soffrano circa il 33%, ma solo una piccola percentuale risulta essere completamente incapace di guidare.

Il disturbo fobico non è limitato, però, solo ai guidatori.

Ci sono soggetti che rinunciano preventivamente a conseguire la patente o che falliscono i test per la licenza di guida, anche dopo diversi tentativi e pur avendo studiato.

Questo capita anche perché l’Amaxofobia, spesso, non viaggia da sola!

Essa si può scatenare in situazioni diverse a seconda del problema di fondo preesistente.

Ad esempio fa paura guidare da soli o in assenza di una specifica persona al proprio fianco e guidare allontanandosi oltre ad una certa distanza da casa in caso si soffra di ansia da separazione, guidare di notte, quando è buio, e in autostrada o su strade a scorrimento veloce in caso di mancanza di controllo sull’ambiente circostante, guidare attraverso le gallerie o nel traffico nel quale ci si può trovare bloccati o rallentati in caso si soffra di claustrofobia, guidare sui ponti, in particolare se alti o lunghi, nelle gallerie o su strade che attraversano spazi aperti anche in pianura se si soffre di agorafobia.

Una paura diversa è quella di impazzire ed essere colti da un raptus mentre si è alla guida nel caso in cui il soggetto soffra di un alto livello di rabbia repressa.


La paura di guidare quindi si può manifestare in soggetti che soffrono di un Disturbo d’Ansia generalizzato, oppure in persone che hanno altre paure derivanti dalla scarsa fiducia nelle proprie capacità e dal desiderio più o meno consapevole di mantenere un rapporto di dipendenza dalla famiglia o dagli altri in generale.


 Quando invece l’Amaxofobia non è causata da altri stati d'ansia può essere dovuta all’effetto postraumatico di un incidente stradale diretto o di persone care e da cattive esperienze durante l’apprendimento, mentre molte altre volte ciò che alimenta questa paura non è immediatamente individuabile e riconoscibile.


Ricapitolando ... le possibili cause scatenanti dell'Amaxofobia sono :

- la dipendenza dall’ambiente di appartenenza, in particolare da quello familiare ;

- al conflitto fra dipendenza e autonomia e paura di crescere facendo le proprie scelte e decidendo la propria strada, che riguarda principalmente i giovani che vivono un disagio legato all’ingresso nella vita adulta ;

- la presenza di rabbia e di pulsioni aggressive inconsce che potrebbero emergere durante la guida ;

- pregiudizi culturali, per le donne cresciute in ambienti nei quali si ritiene che la donna non possa essere capace di guidare come l’uomo o in famiglie nelle quali vi è (o era) una figura maschile che ha trasmesso loro esplicitamente la convinzione dell’incapacità di guidare, nonostante il conseguimento della patente ;

- invecchiamento e depressione, che influenzano i guidatori anziani e rendono alcuni di essi insicuri e dubbiosi circa la propria capacità di continuare a guidare nonostante non vi sia un oggettivo deterioramento delle loro prestazioni nella guida.


Indipendentemente dalle cause presenti nel singolo caso, l’amaxofobico può sperimentare vari livelli del disagio che vanno dalla lieve sensazione di disturbo all’attacco di panico vero e proprio. Tali disagi possono manifestarsi al pensiero di guidare, quando ci si siede sul sedile del guidatore, quando viene avviata l’auto o dopo aver percorso un tratto di strada ed essersi allontanato dalla propria casa.


L’insicurezza e la scarsa fiducia nelle proprie capacità di controllo e autocontrollo sono inconsce e portano l’amaxofobico a sviluppare un’intensa ansia anticipatoria che provoca stress e anche attacchi di panico con tutto ciò che ne consegue.

L’Amaxofobico dunque crea inconsciamente delle immagini mentali catastrofiche come la perdita di controllo dell’auto a causa di un attacco di panico o di uno svenimento e la conseguente possibilità di causare un incidente grave, l’incapacità di evitare gli altri veicoli, in particolare se molto grossi come i camion, e la possibilità di esserne investiti, la necessità non soddisfabile di abbandonare l’auto a causa di una crisi di claustrofobia o più genericamente di ansia, la perdita dell’orientamento e quindi della strada giusta da percorrere, con la conseguenza di smarrirsi e ritrovarsi in zone non conosciute, l’incapacità tecnica di condurre adeguatamente il veicolo, esponendosi così al giudizio (negativo) altrui e facendo una brutta figura, l’insorgenza improvvisa di un “raptus” che porti a provocare volontariamente un incidente o a dirigere l’auto contro cose o persone.


 Tali immagini mentali scoraggiano i tentativi di affrontare la fobia ed inibiscono anche il desiderio di superare questo problema, portando a ritenerlo irrisolvibile e a concentrarsi sull’individuazione di strategie alternative che consentano di aggirare la necessità o il desiderio di mettersi al volante.


 

 Fatto sta che questa fobia compromette fortemente la vita sociale dell’individuo, ne limita in modo esponenziale l’indipendenza e l’autonomia sociale ed è particolarmente disabilitante per la vita professionale e lavorativa visto che ostacola gli spostamenti.

L’Amaxofobico infatti tende ad evitare lo stress di mettersi alla guida e questo lo porta a perdere opportunità lavorative e attività sociali in genere, ad allontanarsi dagli amici e a rinunciare a svaghi e interessi. Questo comporta anche una ricaduta negativa sulla sua autostima, che genera un circolo vizioso fino al punto di farlo sentire ulteriormente incapace e diverso dagli altri.


Come per le altre fobie i sintomi sono quelli classici e possono comparire anche prima di mettersi alla guida sotto forma di ansia anticipatoria (come già descritto).

L’eccessiva sudorazione, la tachicardia, la respirazione agitata o ansimante, il tremore spesso accompagnati da mal di stomaco, capogiri, cefalee, vertigini sensazione di “testa vuota” o di irrealtà, nausea, colite e altri sintomi scatenati dallo stato d’ansia fino agli attacchi di panico.


Per risolvere questo tipo di fobia è necessaria una valutazione psicologica preliminare per identificare il trauma o lo stato d’ansia preesistente e quantificare la portata del problema.

Se questo è risolvibile con un sostegno e una riabilitazione psicologica possono risultare utili strumenti come l’ipnosi, che procura uno stato di rilassamento grazie al quale il soggetto riconosce le cause delle sue paure e riesce a superarle, la PNL (Programmazione Neuro Linguistica) che aiuta a cambiare i pensieri negativi e limitanti associati all’atto di guidare e l’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) che aiuta a smontare tutte le convinzioni negative legate all’idea di guidare soprattutto quando l’amaxofobia è stata scatenata da un trauma.

Quando invece l’Amaxofobia è sostenuta da un disturbo d’ansia preesistente si rende necessaria la psicoterapia grazie alla quale potrà essere elaborato il conflitto dipendenza-autonomia, superata la necessità di controllo, elaborate le pulsioni aggressive e modificata l’immagine di Sé e l’autostima.


E’ importante sottolineare il fatto che la paura di guidare si può superare e che i Disturbi d’Ansia che, a volte, ne sono la causa si possono efficacemente curare con la psicoterapia.

Nei casi in cui la vita di una persona è limitata dalla paura è importante rivolgersi ad uno psicologo senza perdere tempo prezioso.

Aspettare significa far crescere il problema, rendere sempre più insopportabile la difficoltà, alimentare il pensiero che non vi sia soluzione e che quello sia il proprio destino o il proprio carattere.

Attivarsi rapidamente per cercare un aiuto professionale significa invece abbreviare i tempi del lavoro psicologico o psicoterapeutico e non condannarsi a sopportare ulteriormente limitazioni tranquillamente superabili con l’intervento adatto.

Una volta capito questo e superati i primi limiti è consigliabile guidare più volte alla settimana, inizialmente in strade e in orari poco trafficati, passando gradualmente agli orari di punta e alle strade più trafficate.

È importante prendere l’auto con regolarità e non far trascorrere mai molto tempo tra una guida e l’altra aumentando progressivamente il numero di chilometri percorsi e il tempo passato al volante.


auto.jpg

Leggi i commenti

Paura dei polli : Alektorofobia ... e altre!

15 Maggio 2014, 11:36am

Pubblicato da marcellanicolosi

Dopo aver passato l’intera giornata di ieri con il mal di pancia, oggi voglio occupare la mente con altre faccende meno debilitanti per il mio sistema nervoso … di seguito elencherò, quindi, una serie di fobie e parlerò in modo più approfondito su due …

prima di cominciare voglio ricordare che le fobie sono paure persistenti, anormali e ingiustificate, scatenate da un evento traumatizzante e curabili, di solito, con l’aiuto di uno psicoterapeuta. Non è fobia la paura occasionale dovuta a condizioni e stati d’animo particolari e momentanei.

Cominciamo con l’Algofobia che è la paura di sentire dolore. Questa fobia è presente nelle persone anziane che, immedesimandosi nei dolori dei coetanei, cominciano ad avere gli stessi sintomi senza che ci sia necessariamente una causa fisica reale. E’ accomunabile all’Agliofobia. (vedi articolo del 27 settembre 2013 Altre fobie con la A! ).

L’Alliumfobia è la paura dell’aglio. Si ritiene che tale fobia sia strettamente connessa alle leggende sui vampiri.

L’Allodoxafobia è la paura delle opinioni altrui. E’ probabile che dipenda da un problema di bassa autostima o da un trauma infantile che può essere risolto con la psicoterapia.

L’Altofobia è la paura delle altezze, simile alla vertigine. E’ riconducibile all’Acrofobia (vedi articolo del 28 agosto 2013 Fobie con la A! ) e all’Aeroacrofobia (vedi articolo del 27 settembre 2013 Altre fobie con la A! ).

L’Amathofobia è la paura della polvere che si accumula sui mobili. Alcuni la accomunano all’Acarofobia (vedi articolo del 28 agosto 2013 Fobie con la A! ).

 

L’Alektorofobia è definita la paura persistente, anormale e ingiustificata delle galline e altre gallinacee.

Nella maggior parte dei casi questa fobia è riferita alle galline e ai polli vivi, in alcuni casi però può estendersi alle uova o ai polli già cotti.

Tale fobia affonda le radici nell’idea che i polli siano esseri cattivi che attaccano l’uomo, compiendo delle vere e proprie rappresaglie nei suoi confronti.

Aiutare un familiare o un amico che soffre di questa fobia è relativamente semplice. Pare che sia sufficiente nascondere un uovo sodo in casa e, giorni dopo, mostrarglielo per fargli accettare l’idea che, pur avendolo vicino, non è successo nulla.

La paura persistente e ingiustificata degli animali in generale è molto diffuso e si chiama Zoofobia.

Può manifestarsi in due diverse forme : il timore indifferenziato per ogni tipo di animale, oppure la fobia specifica per un preciso animale.

Esiste infatti l’Entomofobia (paura degli insetti) che si può specificare nell’Apifobia (paura delle api), nell'Aracnofobia (paura dei ragni) o nella Mirmecofobia (paura delle formiche).

Esiste l’Ictiofobia (paura dei pesci), la Zemifobia (paura delle talpe), la Taurofobia (paura dei tori), la Selacofobia (paura degli squali) e la Herpetofobia (paura dei rettili).

La zoofobia non va comunque confusa con una paura ragionevole e, in determinati casi, giustificata degli animali effettivamente pericolosi o minacciosi il cui incontro di norma è raro nella vita quotidiana.

Come tutte le fobie la Zoofobia, comprese le sue varie specifiche, può causare diversi sintomi quali la tachicardia, la sudorazione dei palmi, la secchezza orale, i tremori e può sfociare in attacchi di panico.

Anche in questo caso, se la fobia è invalidante, è bene rivolgersi ad uno psicoterapeuta.


Continua nel prossimo articolo : L’Amaxofobia … la paura di guidare.

galline.jpeg

Leggi i commenti

Quella "brutta" parola con la D!

14 Maggio 2014, 09:53am

Pubblicato da marcellanicolosi

Io Devo ...

Tu Devi ...

Egli non pensa di Dovere e quindi non fa ...

Noi Dobbiamo ...

Voi Dovete se Volete ...

Essi Dovrebbero ... ma non fanno lo stesso ...

Ecco la nuova coniugazione del verbo Dovere in casa mia!

Sono infastidita ... no, è poco ... infuriata forse si avvicina di più al mio stato d'animo ... o

sarebbe meglio dire che sono fuori di me ... ah no, basta con la delicatezza in termini ... sono proprio incazzata!

Io vorrei tanto sapere dov'è finito il libero arbitrio che tanto generosamente ci è stato donato ...

Solo gli altri hanno il diritto di usufruirne?????

Lo so che esistono cose che si Devono fare, ci sono obblighi a cui non si può e non si Deve sfuggire, ma esistono le priorità!

Io Devo mangiare, Devo sforzarmi di essere una brava persona anche quando non vorrei, Devo risparmiare perché i tempi sono grami, Devo fare del mio meglio per far funzionare il rapporto con il consorte e con la mia famiglia, Devo lavarmi e tenere in ordine la casa, Devo contribuire, per quello che posso, all'andamento economico della mia famiglia, Devo, gioco forza, fare delle scelte e rinunciare a qualcosa ...

Ma in un momento in cui non ho i soldi per fare la spesa, Devo davvero presenziare ad un anniversario di cui, francamente, non me ne importa un fico secco?! 

Questa è realmente una priorità?!

No, non lo posso accettare! 

Non solo ... io Devo là dove ad altri ... non gliene frega una mazza!

No, non lo posso accettare! Non mi va giù! 

Presenziare significherebbe mettere la benzina nella moto/auto e togliere quei soldi dal cibo che metto in tavola! 

Fosse solo per la benzina non sarebbe un danno grave ... essendo l'anniversario di un locale, una volta che sei lì che fai?! Non consumi?! Non bevi?! 

Qualcuno potrebbe dirmi ... ma non importa ... offriamo noi ... ah ah ah ... che ridere ...

... ricordo ancora quando un "amico" si lamentava di non avere soldi eppure era sempre presente a questi festeggiamenti ... regolarmente gli veniva offerto qualcosa e altrettanto regolarmente c'era chi sparlava e si lamentava a gran voce del fatto che ... trattasi di scroccone patologico ...

Non mi va di essere paragonata a tale individuo ... non sono una scroccona neanche temporanea ... non è nella mia natura ... non mi ci trovo dentro ... mi disturba, mi annoia, mi fa venire la gastrite e la colite ...

Ma la cosa che mi fa incazzare di più è il consorte ... lo capisco per certi versi, ma per altri sembra non rendersi conto della merda in cui ci troviamo!

E' come se dovessi sempre ricordarglielo ... è come se lo dimenticasse perché non ce la fa a dire un semplice "Non posso!"

E io faccio sempre la parte della strega asociale ... ma che crede che non piacerebbe anche a me dire sempre "Si, ci vediamo lì!" ???

Che pensa?! Che sono felice della nostra situazione?!

Sempre chiusi in casa come eremiti ... ma al momento la situazione non permette ... dobbiamo fare delle scelte ... nooooo, ma che dici?! Quando i soldi finiranno mangeremo aria (tanto per adesso è gratis!) e le bollette si pagheranno da sole!

No, non lo posso accettare ... è più forte di me!

Non solo ... per aggiungere il danno alla beffa sono pure costretta a trasferirmi in un posto che odio profondamente pur di risparmiare sulle bollette ... però, in compenso, Devo presenziare! E che fai, scherzi?! Ah ...

Sono stufa, stanca, oppressa ... in-caz-za-ta come un bufalo!

Ma vaff .....................................

bufalo-incazzato.jpg

Leggi i commenti

Cameron Diaz : una bionda dalle origini cubane!

10 Maggio 2014, 11:28am

Pubblicato da marcellanicolosi

Cameron Michelle Diaz è un'attrice e doppiatrice statunitense.

Devo confessare che non è una delle mie attrici preferite, forse perché non trovo in lei la "scintilla" della capacità recitativa. Ma la sua bellezza è innegabile e il suo successo pure.  Leggendo la sua biografia, inoltre, ho risposto ad un quesito che mi sono posta per anni : Come mai una bionda dagli occhi azzurri ha un nome latino?!

 

Cameron-Diaz.jpg

 

E’ nata a San Diego, in California, il 30 agosto del 1972, suo padre, Emilio Diaz, ha origini cubane ma è nato a Los Angeles, era sovrintendente per una compagnia petrolifera ed è morto nel 2008. Sua madre, Billy Early, invece ha origini inglesi, scozzese-irlandesi e tedesche ed è un'agente in una compagnia di esportazioni.

 

Cameron, una ragazza indipendente, avventurosa e, per certi versi, difficile, ha studiato presso la Long Beach Polytechnic High School e, a 16 anni, ha lasciato la casa dei genitori per intraprendere la carriera di modella grazie alla quale ha potuto viaggiare per il mondo toccando nazioni come il Giappone, l’Australia, il Messico, il Marocco e l’Europa.

 

Tornata in California a 21 anni, l’agenzia per cui lavorava come modella, le ha fatto avere un provino per la protagonista femminile nel film The Mask - Da zero a mito. Pur non avendo alcuna esperienza recitativa, Cameron ha ottenuto il ruolo facendo la sua prima apparizione al cinema accanto a Jim Carrey e ottenendo un notevole successo.

 

Ha recitato poi in alcuni film indipendenti come Una cena quasi perfetta, Due mariti per un matrimonio e Il senso dell'amore e quindi si è avvicinata a produzioni commerciali recitando in Il matrimonio del mio migliore amico, Tutti pazzi per Mary e Essere John Malkovich.

 

La ricordiamo anche in Vanilla Sky accanto a Tom Cruise e Penelope Cruz, nell’ adattamento ad una serie famosa degli anni ’70, Charlie's Angels, e nel seguito,  Charlie's Angels: più che mai grazie al quale è diventata la seconda attrice, dopo Julia Roberts, a ricevere un compenso di venti milioni di dollari per un singolo ruolo.

Successivamente arrivano per lei The Green Hornet e Bad Teacher - Una cattiva maestra nel quale ha interpretato il ruolo di Elizabeth Halsey, un'insegnante di scuola media.

 

Nel 2012 ha recitato in Che cosa aspettarsi quando si aspetta e nel 2013 in The Counselor - Il procuratore, accanto a Michael Fassbender, Brad Pitt, Javier Bardem e Penelope Cruz, con la regia di Ridley Scott.

Alla fine del 2014 uscirà nelle sale Annie, il remake dell'omonimo film del 1982 di John Huston, una pellicola diretta da Will Gluck e prodotta, tra gli altri, da Jay-Z e Will Smith.  

 

Cameron si è cimentata anche nell'attività di doppiatrice, prestando la voce al personaggio di Fiona nel film animato Shrek e nei sequel Shrek 2, Shrek terzo e Shrek e vissero felici e contenti.

 

Vita Privata.

 

L'attrice ha spesso dichiarato di non credere alla monogamia e alla fedeltà. La sua vita amorosa dimostra quanto sia stata sincera.

Tra i vari flirt ricordiamo quello con Keanu Reeves, con Jude Law e con Robbie Williams.

Tra il 1990 e il 1995 Cameron ha vissuto con il produttore Carlos De La Torre.

Lasciatasi con De La Torre ha iniziato, nel 1995, una relazione con Matt Dillon che è finita nel 1998.

La storia d'amore più famosa della sua vita è quella con Justin Timberlake, che è iniziata nel 2003. I due sono diventati una delle coppie più invidiate di Hollywood, fino al 2006 quando la loro storia d'amore si è interrotta.

Cameron Diaz ha trovato di nuovo l'amore nel 2010 con Alex Rodriguez, un giocatore di baseball, ex fidanzato di Kate Hudson. Con lui ha vissuto una storia burrascosa che si è interrotta a più riprese fino a che Cameron non ha scelto di restare single.

 

Curiosità.

 

Soprannome : Cami ;

Altezza :1,75 m. ;

Segni particolari : Capelli biondi e occhi azzurri e un ampio e luminoso sorriso ;

Ha ballato in quasi tutti i film in cui ha recitato ;

E' arrivata 13ma sulla rivista Empire come una delle "100 Sexiest Stars" nella storia del cinema, arrivata su People Magazine tra le " 50 persone più belle " del mondo.

E’ stata 8va nella Top 100 delle donne più sexy su FHM Danese e terza su Stuff tra le 102 donne più sexy del mondo.

Nel 2002 è stata votata 11ma tra " Sexiest Female Movie Star " sull’australiano Empire Magazine.

Nel 2005 arriva 11ma sulla rivista Maxim nella 100 Hot List e 13ma nel supplemento speciale di FHM tra le 100 donne più sexy nel mondo.

Nel 2006 arriva prima Worst Hollywood Signers 2006 della rivista Autograph Collector e 23ma tra 100 donne più sexy nel mondo sul supplemento di FHM.

Nel 2007 arriva19ma nella classifica Hot 100 di Maxim e 47ma su di Empire Magazine tra le 100 Sexiest Movie Stars.

Nel 2008 è arrivata 26ma nella classifica Hot 100 su Maxim ;

Ha ricevuto la 2.386 ° stella sulla Hollywood Walk of Fame il 22 giugno 2009 ;

Da bambina aveva un sorriso contagioso ;

Ha la reputazione di essere ritardataria ;

E’ vegetariana ;

Ha avuto un avvelenamento da alcol in Australia all'età di 18 anni ;

Il padre di Cameron Diaz, Emilio apparve nel suo film Tutti pazzi per Mary (1998 ) nella parte del Galeotto ;

Ha vissuto con il produttore Carlos De La Torre tra il 1990 e il 1995 ;

Ha una sorella maggiore , Chimène ;

Nel 2003 si è rotta il naso in un incidente di surf alle Hawaii per il suo compleanno. Nel 2006, dopo essersi rotta il naso per la 4ta volta, ha deciso di sottoporsi ad intervento chirurgico correttivo ;

Il fotografo John Rutter è stato portato in giudizio per tentata estorsione, tentato furto, falsa testimonianza e falso dopo aver tentato di ricattarla con delle immagini di lei in topless del 1992 ;

È la migliore amica di Drew Barrymore sin dalle riprese di Charlie 's Angels. Drew e Cameron sono grandi fan del gruppo rock , Ratt. Cameron è stata damigella d’onore al matrimonio tra Drew e Will Kopelman il 2 giugno 2012 ;

E’ amica anche di Gwyneth Paltrow e Reese Witherspoon.

 

Ha dichiarato :

 

My Latin roots are very strong. All my life, because I'm blonde and blue-eyed, people who aren't Hispanic can't believe I am. And people who are Hispanic always think I'm not, because I don't look like them. Being Latin is part of who I am and I bring that part to every role.

Le mie radici latine sono molto forti. Siccome sono bionda con gli occhi azzurri, per tutta la vita la gente non ispanica non ha creduto che io invece lo sono. E gli ispanici non ci credono perché non ho il loro aspetto. Essere latina è parte di ciò che sono e metto quella parte in ogni ruolo.

What we women need to do, instead of worrying about what we don't have, is just love what we do have.

Quello che noi donne abbiamo bisogno di fare è smettere di preoccuparci per ciò che non abbiamo, e pensare all’amore che abbiamo.

I'd rather have my heart broken a thousand times than never to love at all.

Preferirei avere il cuore spezzato mille volte piuttosto che non amare affatto .

 

Salario più basso : Ogni maledetta domenica del 1999 $ 500.000 ;

Salario più alto : Charlie's Angels: più che mai del 2003 del $ 20.000.000.

 

Riconoscimenti

 

Golden Globe

• 2003 - Nomination come migliore attrice non protagonista in Gangs of New York ;

ALMA Awards

• 2007 - Nomination come migliore attrice in L'amore non va in vacanza ;

MTV Movie Awards

• 2007 - Nomination condiviso con Jude Law per il miglior bacio in L'amore non va in vacanza ;

NRJ Ciné Award

• 2007 - Nomination condiviso con Jude Law per il miglior bacio in L'amore non va in vacanza ;

ALMA Awards

• 2009 - Nomination come miglior attrice protagonista per La custode di mia sorella ;

Teen Choice Awards

• 2009 - Nomination come miglior attrice protagonista per La custode di mia sorella.

 

Cinema.

 

• 1994 - The Mask - Da zero a mito (The Mask), regia di Chuck Russell ;

• 1995 - Una cena quasi perfetta (The Last Supper), regia di Stacy Title ;

• 1996 - Il senso dell'amore (She's the One), regia di Edward Burns, Due mariti per un matrimonio (Feeling Minnesota), regia di Steven Baigelman e Acque profonde (Head Above Water), regia di Jim Wilson ;

• 1997 - Keys to Tulsa, regia di Leslie Greif, Il matrimonio del mio migliore amico (My Best Friend's Wedding), regia di P. J. Hogan e Una vita esagerata (A Life Less Ordinary), regia di Danny Boyle ;

• 1998 - Paura e delirio a Las Vegas (Fear and Loathing in Las Vegas), regia di Terry Gilliam – cameo, Tutti pazzi per Mary (There's Something About Mary), regia di Bobby e Peter Farrelly e Cose molto cattive (Very Bad Things), regia di Peter Berg ;

• 1999 - Man Woman Film, regia di Cameron Pearson, Essere John Malkovich (Being John Malkovich), regia di Spike Jonze e Ogni maledetta domenica (Any Given Sunday), regia di Oliver Stone ;

• 2000 - Le cose che so di lei (Things You Can Tell Just by Looking at Her), regia di Rodrigo García e Charlie's Angels, regia di McG ;

• 2001 - Verità apparente (The Invisible Circus), regia di Adam Brooks e Vanilla Sky, regia di Cameron Crowe ;

• 2002 - La cosa più dolce (The Sweetest Thing), regia di Roger Kumble e Gangs of New York, regia di Martin Scorsese ;

• 2003 - Charlie's Angels: più che mai (Charlie's Angels: Full Throttle), regia di McG ;

• 2005 - In Her Shoes - Se fossi lei (In Her Shoes), regia di Curtis Hanson ;

• 2006 - L'amore non va in vacanza (The Holiday), regia di Nancy Meyers ;

• 2008 - Notte brava a Las Vegas (What Happens in Vegas...), regia di Tom Vaughan ;

• 2009 - La custode di mia sorella (My Sister's Keeper), regia di Nick Cassavetes e The Box, regia di Richard Kelly ;

• 2010 - Innocenti bugie (Knight & Day), regia di James Mangold ;

• 2011 - The Green Hornet, regia di Michel Gondry e Bad Teacher - Una cattiva maestra (Bad Teacher), regia di Jake Kasdan ;

• 2012 - Che cosa aspettarsi quando si aspetta (What to Expect When You're Expecting), regia di Kirk Jones e Gambit - Una truffa a regola d'arte (Gambit), regia di Michael Hoffman ;

• 2013 - The Counselor - Il procuratore (The Counselor), regia di Ridley Scott, Gambit, regia di Michael Hoffman, The Unbelievers, regia di Gus Holwerda;

• 2014 - Annie, regia di Will Gluck Tutte contro lui, regia di Nick Cassavetes, Sex Tape – Finiti in rete, regia di Jake Kasdan, Bad Teacher 2, regia di Jake Kasdan

  • 2015 –  The Expendabelles, regia di Robert Luketic.

 

Ha doppiato :

• 2001 - Shrek, regia di Andrew Adamson e Vicky Jenson ;

• 2003 - Shrek 4-D ;

• 2004 - Shrek 2, regia di Andrew Adamson, Kelly Asbury e Conrad Vernon ;

• 2007 - Shrek terzo (Shrek the Third), regia di Raman Hui e Chris Miller e Shrekkati per le feste ;

• 2010 - Shrek e vissero felici e contenti (Shrek Forever After), regia di Mike Mitchell e Tim Sullivan e Shrekkato da morire. 

 

Cameron Diaz è stata doppiata da :

• Eleonora De Angelis in Charlie's Angels, Charlie's Angels: più che mai, La cosa più dolce, Gangs of New York, In Her Shoes - Se fossi lei, The Green Hornet, Bad Teacher - Una cattiva maestra, Gambit - Una truffa a regola d'arte ;

• Georgia Lepore ne Il matrimonio del mio migliore amico, Una vita esagerata, Cose molto cattive, Vanilla Sky, L'amore non va in vacanza, Che cosa aspettarsi quando si aspetta ;

• Francesca Guadagno in Tutti pazzi per Mary, Le cose che so di lei, Verità apparente, Notte brava a Las Vegas, The Box ;

• Claudia Catani in Ogni maledetta domenica, La custode di mia sorella, Innocenti bugie, The Counselor - Il procuratore ;

• Lorena Bertini in Due mariti per un matrimonio, Acque profonde ;

• Ilaria Stagni in Paura e delirio a Las Vegas, Essere John Malkovich ;

• Chiara Salerno ne Il senso dell'amore ;

• Chiara Noschese in The Mask - Da zero a mito ;

• Daniela Abbruzzese in The Comeback.

Da doppiatrice è stata sostituita da Selvaggia Quattrini nella serie di Shrek.

Leggi i commenti

Qualcosa di blu, qualcosa di divertente!

6 Maggio 2014, 18:21pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Perché è più facile scrivere su cose spiacevoli?!

Da giorni cerco disperatamente qualcosa per far ridere chi mi legge, ma non mi viene in mente niente!

I commenti musicali a ciò che vedo sono divertenti a volte ... ma quelli non posso scriverli, tantomeno descriverli!

Da qualche giorno io e il consorte ridiamo spesso, o meglio, sono io che faccio ridere lui! Quando commento le pubblicità facendo risatine sceme in sintonia o canticchiando quanto cretine riescono ad essere! Quando parliamo di problemi e trovo soluzioni impensabili, ma decisamente applicabili! Credo che lui rida più per il fatto che, piano piano, sto tornando al mio antico splendore!

Ironica, attiva, sveglia e anche un po' impertinente!  

Ma bisogna essere presenti al fatto ... altrimenti come potrei descrivere scene di vita di tutti i giorni?!

... qualcosa di blu ... qualcosa di divertente ...

Ci sarebbe qualcosa che potrei raccontare, ma per adesso non mi posso sbilanciare ... i messaggi arrivano e questo, se arrivasse alle orecchie sbagliate, rovinerebbe l'effetto sorpresa ... l'attimo fuggente ... il momento della rivincita ... la mia!

E' quel piccolo e pizzicante diavoletto che mi sussurra all'orecchio ... 

A questo proposito ... oggi ho letto un post di Carola in cui parlava del suo zoccolo duro e di come, per certi versi, avrebbe voluto sbarazzarsene ... poi, non subito!

Io invece no!

Amo il mio zoccolo duro, è consolatorio e protettivo ... mi aiuta a chiamare le cose con il proprio nome! A guardare in faccia le persone e vederle per ciò che sono!

A sorridere di fronte al loro sgomento ... e qui ci starebbe benissimo una risatina malefica e cattiva!

Aspetto, so aspettare ... mi manca la pazienza, ma allo stesso tempo ho una grande capacità di attendere quel momento in cui gli altri rimangono a bocca aperta mentre io me la godo nell'intimo della mia mente!

Quanta forza ci vuole a non dire il fatidico "Lo sapevo!" o "Te l'avevo detto!" ... eppure è più forte la soddisfazione di non dirlo e sorridere sapendo che chi hai davanti ... sa!

Qualcosa di blu ... qualcosa di divertente!

Amo quel diavoletto che nuota tra i miei neuroni, raramente sbaglia quando prevede il futuro ... lui non vacilla mai, neanche quando l'angioletto lo rimprovera e cerca di portarlo sulla retta via! 

La felicità sta nelle piccole cose ... recitava un vecchio detto ... io penso che la felicità sta nel viversi l'ironia di tutti i giorni!

angel-and-devil.JPG

Leggi i commenti

So scrivere ...

4 Maggio 2014, 13:46pm

Pubblicato da marcellanicolosi

... ma non so parlare ... che strana la vita! 

Ieri ho saputo che i miei messaggi attraverso il blog arrivano ... che scrivo poemi!

Non ho ben capito se fosse una frase ironica o meno e, stamattina, sono andata a rileggermi molti degli "sfoghi" sul diario degli ultimi 2 anni 

wow ... ho scoperto che scrivo bene ... 

Mi sono chiesta in diverse occasioni ... ma le ho scritte io quelle cose con quelle parole???!!! Davvero??!! 

Ammazza se sono brava 

Poi mi è venuto il dubbio che per me le frasi sono chiare perché le ho vissute in prima persona, chissà se sono altrettanto chiare per chi, invece, non era lì!

L'amica a cui è arrivato il messaggio è stata spesso nominata "senza nome" nel mio Blog ... chissà se le arriverà anche questo?! 

Spero di si ... non vorrei che mettesse in pratica la sua intenzione di dire agli altri solo quello che vogliono sentirsi dire anche con me!

La cosa che più apprezzo di lei è la sua onestà, a volte violenta, ma almeno dice quello che pensa davvero! In questo mare di falsità, lei era l'ultima spiaggia  ... speriamo ...

Io intanto continuo a trastullarmi nella mia auto-stima rinnovata grazie alla lettura dei miei scritti ...

 ... wow se scrivo bene ... 

Non rimpiango neanche una sola delle parole che ho scritto, erano sentite, volute e pensate ... esprimevano alla perfezione il mio stato d'animo di quel momento!

Quanti alti e bassi in questi ultimi 2 anni ... quanti tumulti dell'anima ... quanti dubbi ... domande ... riflessioni ... emozioni ... sentimenti ...

Ogni singolo scritto definisce chi sono ... ogni parola usata chiarisce un concetto ... non sono mai stata tanto cristallina in tutta la vita!

Scrivere fa bene ... bisognerebbe farlo più spesso!


 

Leggi i commenti

Angostura Vera : digestiva!

2 Maggio 2014, 15:54pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Il nostro viaggio nel mondo della natura continua ...

L’Angostura Vera è un albero delle Rutacee originario del Brasile.

La sua corteccia ha un sapore amaro e un odore aromatico ed in passato veniva utilizzata come tonico amaro, antidiarroico e febbrifugo.

Con lo stesso nome sono note le cortecce di altre due Rutacee : la Cusparia febrifuga del Venezuela e l’Esenbeckia febrifuga del Brasile.

L'Angostura Vera è nota anche cone Galipea, Cusparia, Bonplandia e Angustura.

Dalla corteccia si estrae l’ olio essenziale di Angostura che è originariamente giallognolo e, a contatto con l’aria, diventa più scuro e viene usato nella preparazione di liquori e di tonici amari.

L’olio della corteccia di Angostura contiene angosturina, sesquiterpeni (galipene e cadinene), galipolo, un alcol sesquiterpenico, pinene e alcaloidi della chinolina.

Viene usato nella preparazione di amari digestivi in quanto ha proprietà amaro-toniche, digestive, aromatizzanti, spasmolitiche antispasmodiche, eccito respiratorie e stimolanti della secrezione gastrica.

In commercio si trova anche solo la corteccia da usare in preparati casalinghi in caso di inappetenza, anoressia, atonia gastrica, dispepsia, diarrea, febbre, gastrite catarrale cronica, infezioni gastrointestinali, spasmi e dolori di varia natura e nausea.

Per l’acquisto è meglio rivolgersi presso negozi specializzati come farmacie o erboristerie di fiducia in quanto è piuttosto facile sofisticarla, ma anche perché esiste l’Angostura falsa, la corteccia della Strychnos nux-vomica, che è un potente veleno. 

L'Angostura Vera ha una tossicità bassissima e, alle dosi terapeutiche normali, non sono state riscontrate controindicazioni a parte un’ipersensibilità individuale.

Dosi eccessive possono però provocare nausea.

Gli organi interessati dell’azione fitoterapica sono l’intestino, lo stomaco, gli organi digestivi e gustativi, il sistema immunitario, nervoso autonomo e le vie respiratorie.

Curiosità :

E’ usato nel cocktail Vanderbilt insieme a Cognac, Brandy alla ciliegia e sciroppo di zucchero.

Le piante ricche di tannini hanno proprietà antisettiche, ma, in alte dosi o per periodi prolungati, possono causare infiammazioni gastrointestinali, nausee e vomito fino al danneggiamento letale del fegato.  

E' inoltre sempre bene ricordare che ogni integratore o ogni medicinale va usato dietro consiglio di un medico e, le informazioni su questo Blog, vanno lette come semplici informazioni.

 

Angostura.JPG 

Leggi i commenti

1 2 > >>