Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Diarrea! Ecco come risolvere il problema.

29 Aprile 2014, 20:37pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Dopo aver risposto ai commenti delle mie splendide amiche di penna, mi sento più produttiva e vorrei parlare di un argomento scottante. L'idea di parlarne non mi è venuta leggendo i commenti  ma solo perché è l'esatto opposto della stitichezza di cui ho parlato in precedenza!

Chi non ne ha mai sofferto almeno una volta nella vita?

La diarrea (o dissenteria) è la perdita di feci acquose a volte accompagnate da vomito, crampi, dolore addominale, gonfiore, nausea, febbre e tracce ematiche.

Nella maggioranza dei casi il problema rientra entro 1 o 2 giorni e può essere dovuto a stress, a un’insolazione o ad un colpo di freddo.

Se invece continua oltre il secondo giorno non si tratta più di un problema temporaneo e può essere causata da batteri e parassiti che entrano in contatto con l’intestino attraverso il cibo e l’acqua, da virus come il citomegalovirus, l’herpex simplex e l’epatite, da infezioni intestinali dovute ad intolleranze alimentari e reazione ai farmaci oppure è un effetto secondario di un intervento chirurgico allo stomaco che ha provocato un cambiamento nel movimento intestinale.

Quando è cronica invece torna ciclicamente e può essere causata da disturbi funzionali come la sindrome del colon irritabile, varie infiammazioni intestinali e malattie intestinali come la colite.

La diarrea in sé non è grave, ma, se trascurata può essere causa di disidratazione.

Quando questo avviene è necessario agire immediatamente e risolvere il problema, soprattutto nei bambini e negli anziani, in quanto la perdita di fluidi impedisce all’organismo di funzionare correttamente e di portare a ben più gravi problemi di salute.

Quando il bimbo ha la diarrea è necessario rivolgersi al medico senza esitare.

Nei piccoli la disidratazione arriva entro un giorno e può provocarne la morte nel giro di pochi giorni. E’ quindi necessario fare molta attenzione che non ci sia sangue o pus nelle feci, se le stesse diventano nere, alla temperatura corporea che non deve superare i 39 gradi e ai classici segni della disidratazione e cioè secchezza della bocca e della lingua, pianto senza lacrime, pannolini non bagnati da 3 ore o più, rossore all’addome, agli occhi o alle guance, febbre alta, svogliatezza o irritabilità, pelle che non si appiattisce quando pizzicata e rilasciata.

Negli adulti i sintomi della disidratazione sono sete, minzione meno frequente, pelle secca, stanchezza, stordimento e urine di colore scuro.

Detto questo si dovrebbe consultare il medico nel caso in cui la diarrea prosegue per più di 3 giorni, in caso di dolore addominale o nel retto, di febbre alta, di sangue nelle feci o feci nere e/o catramose ed ai primi segni di disidratazione.

In generale se la diarrea scompare da sola entro 1 o 2 giorni non è necessario rivolgersi al medico.

In caso contrario lo stesso indagherà la causa attraverso un’attento studio sulla storia medica del paziente, gli esami delle feci, gli esami del sangue, il digiuno temporaneo e, nei casi più gravi, altri esami specialistici come la colonscopia, la sigmoidoscopia e la scientigrafia.

Quando si manifesta la dissenteria la prima cosa da fare è mantenersi idratati bevendo acqua, tè con il limone o soluzioni idratanti acquistabili in farmacia.

E’ sconsigliato l’uso di antidiarroici in quanto bloccano la motilità intestinale senza risolvere il problema che causa la dissenteria e inoltre sono controindicati nei bambini e nei casi in cui è provocata da virus o parassiti e batteri.

Se occasionalmente si soffre di questo disturbo a causa dell’intestino irritabile e irregolare o a causa dello stress, si può ricorrere a rimedi naturali consumando infusi di camomilla, radice di mora selvatica, foglie di rovo rosso, malva, melissa e tiglio che hanno effetto rilassante sulla muscolatura dell’intestino e lo riportano al regolare funzionamento.

Se la diarrea è accompagnata da dolori addominali un infuso di zenzero o un infuso di corteccia d’olmo può servire a calmare gli spasmi.

L’Alimentazione è un fattore fondamentale nel caso di attacchi diarroici, anche se l’organismo può avere una risposta diversa alla dieta “disintossicante”.

Per esempio il riso integrale, ricco di vitamine del gruppo B, è consigliato in caso di diarrea perché coadiuva l’intestino nell'eliminazione delle tossine.

Per ristabilire il regolare funzionamento dell’intestino le banane e le mele, anche cotte, intere o sottoforma di succo reintegrano i Sali minerali espulsi e nel contempo assorbono l’eccesso di liquidi prodotti dall’intestino stesso. Identico discorso vale per l’avena e l’orzo che, tra l’altro, sono ricchi di fibre solubili che calmano gli spasmi intestinali. Anche i succhi di ananas e papaia aiutano a calmare l’intestino.

Per riequilibrare la flora batterica intestinale invece è utile lo yogurt che contiene fermenti lattici vivi o gli stessi sotto forma di fiale facilmente reperibili in farmacia.

E’ risaputo che il limone è ottimo in caso di disturbi intestinali, bevuto sottoforma di spremuta calda e fredda o anche a spicchi funge da disinfettante ed astringente.

L’aglio invece aiuta ad eliminare virus, batteri o parassiti dall’organismo mentre le carote, ricche di vitamine e pectina aiutano il funzionamento dell’intestino.

Brodi zuppe e verdure aiutano a contrastare la disidratazione.

Alcuni integratori alimentari inoltre possono coadiuvare la cura, tra questi lo zinco che è un detossificante e il rame-oro-argento che è un immunomodulatore.

Bisogna però sempre ricordare che gli integratori non possono sostituire una corretta alimentazione ed uno stile di vita sano e regolare. Inoltre è sempre e comunque meglio rivolgersi al medico e seguire le sue indicazioni.

Gli alimenti da evitare assolutamente durante l’attacco diarroico sono la caffeina, i prodotti lattiero-caseari e i prodotti alimentari grassi, ad alto contenuto di fibra o molto dolci.

Infine, se si è soggetti a frequenti attacchi si può tentare di prevenire il problema mantenendo un’alimentazione ricca di fibre, evitando di esagerare durante i pasti e masticando lentamente e in maniera completa. Aiutano molto anche le pratiche di rilassamento come lo yoga e la meditazione, un regolare esercizio fisico e bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno lontano dai pasti.

 

diarrea.jpg

Leggi i commenti

La linea sottile tra fede e fanatismo!

28 Aprile 2014, 19:20pm

Pubblicato da marcellanicolosi

E' un pensiero che mi assilla ormai da molte ore!

Proprio ieri ho avuto un'accesa discussione con mia sorella e subito dopo mi sono resa conto di quanto possa essere sembrata fanatica ed intollerante ai suoi occhi! Sono diventata aggressiva, non potevo pensare al fatto che, in quella casa, solo io avevo letto la Bibbia, o almeno una parte di essa!

Quando sono arrivata a casa sua in TV trasmettevano la "passeggiata" di Papa Francesco prima della santificazione dei due, ormai defunti, Papi!

Chi mi conosce sa bene cosa penso della Chiesa, un'istituzione che, a mio parere, ha poco a che fare con la fede in Cristo.

E' più un'organizzazione a scopo di lucro e questo nuovo Papa non farà la differenza, sono convinta che il suo modo di fare beneficenza e di rispondere alle lettere dei fedeli che gli scrivono, sia per lo più propaganda!

A causa degli scandali che hanno investito la Chiesa negli ultimi anni, il numero dei fedeli ha subito un'inflessione non indifferente ... e solo perché la gente tende a dimenticare la storia ... quella della Chiesa non è certo positiva, non è certo vicina alla volontà espressa nella Bibbia ...

Chi mi conosce sa anche quanto sia stata critica nei confronti di un documento che è stato rimestato nella sua interezza proprio dagli uomini della Chiesa in combutta con un Imperatore! Tutto per motivi politici ...

Eppure c'è nella Bibbia qualcosa di particolare ... sebbene io non sia un'esperta, quando la leggo trovo in qualche modo le risposte ad alcune delle mie domande!

Oggi sono qui per chiedere a chi ne sa più di me e che abbia voglia di rispondermi!

La mia mamma, bontà sua, si emoziona quando ascolta le storie dei miracoli approvati dalla Chiesa. Miracoli compiuti da una reliquia, dall'acqua di Lourdes, dalle apparizioni di Maria!

Eppure io dubito fortemente che questi miracoli vengano da Dio.

Non ho trovato da nessuna parte nella Bibbia anche un solo codicillo che dica di pregare la Madonna per intercedere con Dio, ho invece letto che l'unico che può farlo è Gesù!

Ho invece trovato molte indicazioni sui falsi profeti che compiranno prodigi (miracoli???!!!) ... per non parlare dell'Apocalisse di Giovanni in cui si parla di una donna che blandirà le folle ... ma che non è la Madonna!

Se devo credere a ciò che c'è scritto nella Bibbia, non posso credere alle varie Madonne, alle apparizioni, alle stigmate ed ai vari miracoli di questo o quel santo!

Non posso accettare in alcun modo la santificazione di un Papa Mariano ... e non posso neanche accettare cristiani che baciano santini e si prostrano di fronte alle statue! Non c'è scritto nella Bibbia che è vietato da Dio costruire idoli?! O forse sbaglio io?!

Eppure in democrazia ognuno può seguire la religione nel modo che preferisce ... ma quello che conta non dovrebbe essere scritto nella Bibbia?! La fede non è tale quando si crede senza bisogno di vedere?! Gesù non rimproverò Tommaso per questo?!

Eppure ero un Tommaso anche io fino a poco tempo fa ... mentre oggi non credo a ciò che materialmente si può vedere, come i miracoli conclamati ...  

Houston ... abbiamo un problema! 

Mi sento confusa oggi se ripenso a ieri ... è come se il dubbio si fosse insinuato nella mia mente!

Non voglio diventare fanatica, non mi piacciono i fanatici convinti ... qualcuno che conosce la Bibbia meglio di me potrebbe sciogliere i miei dubbi?!

 

 

Leggi i commenti

Amo questo Blog ...

27 Aprile 2014, 09:19am

Pubblicato da marcellanicolosi

... ma ancora di più amo le persone che lo leggono e con i loro commenti mi mostrano un lato della verità che non considero!

Avevo aperto il Blog per una questione economica, speravo di poter tirare su qualche soldo in più e invece mi sono ritrovata a tirare su me stessa ...

Erano anni che non avevo un diario e mettere in piazza i miei problemi e le mie elucubrazioni mentali mi sembrava cosa da non fare, all'inizio ...

... poi piano piano, pur non essendo capace di esternare i miei sentimenti se non a pochissime contate persone ... scrivendo e non avendo di fronte un viso, se non nell'mmaginario, mi sono resa conto che mi faceva bene, che mi aiutava (e aiuta) a capire tante cose, a tirare fuori il veleno che stava soffocando e uccidendo solo me stessa!

Chissà se anche in questa scelta c'è un briciolo di "divino"?! 

Chissà se mentre io scrivo c'è qualcuno che si sente consolato sapendo che non è solo nel suo dolore, che qualcun'altro, anche se in modo diverso, sta vivendo la sua stessa esperienza?!

Mi piace pensare di si!

Grazie a persone splendide mi rendo conto, oggi, di quanto sia diventata egocentrica e anche un po' piagnona ... certo, lo faccio nell'intimo della mia casa, non disturbo nessuno ... il blog è magnifico per questo ... la scelta di leggere è di chi legge ... e ancor di più oggi mi sento amata ...

... ci sono persone là fuori che scelgono di leggere e partecipano alla lettura ... che mi fanno sentire apprezzata e capita ... che mi fanno piangere ... che mi fanno sentire bene ...

... nell'arco della vita ho spesso sentito dire che chi ti vuole bene ti fa piangere, ed è vero, il pianto fa bene (se non è troppo!) lava via la rabbia, il dolore, la delusione e tutte le emozioni che, se tenute dentro, creano solchi e voraggini e baratri in cui finiamo per cadere facendoci un male cane e ferendo chi vive con noi!

Quindi grazie ... grazie Carola, grazie Isa (che non commenta, ma telefona!), grazie Vivy grazie amiche di penna ... a voi devo il sole di oggi ed il sorriso che mi terrò stretto ...

 

 

http://narraredime.blogspot.it/2014/04/il-valore-del-sorriso.html

Leggi i commenti

Primipare Attempate!

24 Aprile 2014, 09:59am

Pubblicato da marcellanicolosi

Questa mattina avevo deciso di deliziare i miei lettori con un bell'articolo su un'attrice oppure con un saggio consiglio del Lama ... poi però, non so come, non so perché ... la mia mente ha virato verso un altro argomento!

Primipara Attempata : un termine che ho sentito per la prima volta qualche anno fa ... riferito a me!

Allora mi sono detta ... wow che termine orribile e offensivo! Oggi ... la penso ancora così!

Eppure è un termine usatissimo e criticatissimo, o meglio, sono le primipare attempate ad essere criticate!

Se scrivi questo termine su google le prime 2 pagine (scusate, oltre non sono riuscita ad andare!) sono piene di articoli che criticano e giudicano, a volte anche in modo a mio parere eccessivamente aggressivo, le donne che hanno avuto o che vorrebbero avere almeno un figlio dopo i 40 anni (se non dopo i 35!!!!) 

Tra i tanti articoli e commenti che ho letto, solo uno mi ha fatto sorridere. Una donna diceva di aver conosciuto l'uomo giusto a 41 anni. A 42 anni hanno avuto il primo figlio ed a 45 il secondo! Lei si sente fortunata e, anche se qualcuno penserà che lei è la nonna e non la mamma, non le importa e ha deciso che si godrà questi due gioielli finché potrà!

Io cercherò di essere obiettiva, cosa non facile per me, ma ci voglio provare!

La prima cosa che mi chiedo è : perché tutta questa aggressività nei confronti di donne che hanno fatto una scelta nella loro vita? E' la loro vita, non fanno male a nessuno se hanno una gravidanza considerata dalla società tardiva!

La risposta che ho letto con più frequenza è che è un male per i figli avere genitori "anziani"! I bambini crescono male, non vivono la leggerezza della loro età, soffrono perché gli altri bambini dicono che la loro mamma sembra la nonna!

Mmmmm ... si, tutto questo è possibile ... ma ... i bambini soffrono anche quando altri bambini li sfottono perché portano gli occhiali, quando vengono presi di mira dai bulletti piccoli piccoli (che ci sono, ve lo assicuro!), quando, crescendo, non portano vestiti firmati, quando non hanno la merendina giusta. E potrei continuare all'infinito ... allora voi potreste dirmi che questi non sono argomenti seri come potrebbe essere il rapporto con i genitori!

A parte il fatto che la serietà dell'argomento è proporzionale all'età ... ho una risposta anche per questo : il lavoro del genitore è decisamente quello più difficile da sempre!

Tutti, ma proprio tutti sbagliano in qualche modo. Conoscete un adolescente che abbia un rapporto perfetto con i suoi genitori?! Neppure in "Una Mamma per Amica" va tutto a gonfie vele, ed è un telefilm!

Se hai 28 anni dov'è scritto che sei abbastanza maturo per crescere un figlio?! Se ne hai 40 dov'è scritto che sei troppo vecchio?! Ogni caso è diverso, ogni persona è diversa!

Come crescono secondo voi i figli nati da tossicodipendenti di 20/25 anni? La mamma ha un'età considerata "ideale" per avere un figlio. O no?! O i figli di prostitute, i figli di 20enni che decidono di farli crescere dai nonni perché loro si vogliono divertire, i figli di 28enni che poi vedono i genitori litigare e lasciarsi, i figli di divorziati 30enni, i figli dei militari ... e potrei continuare all'infinito!

Noi figli (e mi ci metto anche io nel novero!) soffriamo, e possiamo soffrire anche se i genitori non si separano, ci capita di soffrire anche perché, sebbene giovani e convinti di fare tutto in modo corretto, in realtà qualcosa la sbagliano! Sono umani anche loro, tutti sbagliamo e tutti soffriamo!  

Gli adolescenti che filmano le loro "bravate", come le aggressioni violente ai compagni o i loro atti sessuali, per citarne solo alcuni, e le postano su Youtube ... non saranno tutti figli di primipare attempate. O si?! No, non credo proprio! Sono figli di genitori assenti e distratti! Però ... almeno ... hanno l'età giusta! Direte voi!

Evviva!

Vogliamo parlare delle problematiche fisiche e dei rischi?! Parliamone! E' vero che all'invecchiamento biologico non possiamo mettere un freno. Se guardiamo le statistiche sappiamo che, la maggior parte delle donne, cominciano ad invecchiare (biologicamente) dai 35 anni in poi! 

ATTENZIONE : LA MAGGIOR PARTE NON SIGNIFICA TUTTE!

Esistono le eccezioni. Ce lo insegna la natura stessa!

Esistono gatte (ed io le ho viste!) che mangiano i loro stessi cuccioli appena nati! Orribile ... direte voi ... ma esistono! Loro sono animali, ma esistono madri (giovani) che partoriscono i figli nel bagno (gabinetto!) di un McDonalds e li lasciano lì a morire, madri (giovani) che buttano i figli appena nati dal balcone o in un cassonetto dell'immondizia. L'Immondizia ........ E li lasciano lì a morire!

In un mondo perfetto non esisterebbero madri di questo tipo, ma neanche primipare attempate, direte voi considerando le due cose paritarie e, a mio parere, sbagliando di grosso!

Viviamo forse in un mondo perfetto?!

Qualcuno ha scritto che le primipare attempate sono un'aberrazione! Io mi chiedo se chi l'ha scritto conosce il vero significato di questa parola!  

In generale, l’aberrare, il deviare da una norma o da un principio, da una legge morale o fisica, da un comportamento che si considera normale!

Molti secoli fa era considerato "normale" lo Ius Primae Noctis ... il rogo per le streghe ... l'infibulazione, praticata peraltro ancora oggi ... la lapidazione ... il non lavarsi ... tutte cose che a noi, oggi, fanno rabbrividire! Eppure allora era del tutto "normale"!

Chi decide cosa sia normale?! La società?! La stessa società che giustifica il furto, il tradimento, le menzogne, l'odio, la guerra, che ha affamato e schiavizzato intere popolazioni per guadagnare "il soldo"!

La verità è solo una, dare la vita non è un dovere, qualcuno dice che non si tratta neppure di un miracolo, io dissento, secondo me lo è eccome, ma ammetto anche che si tratta di una cosa naturale per molti, e di una cosa straordinaria per tanti!

Ci sono una miriade di fattori che possono determinare la "non-gravidanza", molte donne ne soffrono, molte altre riescono ad accettarlo!

Alcune riescono ad avere una gravidanza solo in tarda età, non sempre per una loro scelta, quanto per fattori che non dipendono dalla loro volontà!

Molte donne tentano per anni di avere figli senza risultati e quando smettono di tentare ne hanno uno se non due! 

Che facciamo?! Le lapidiano nella pubblica piazza?! Le esponiamo al pubblico ludibrio?!

Quanto è facile giudicare dall'alto della nostra onniscienza! Non ci si ferma mai a riflettere sull'altro perché non si conosce a fondo la sua storia!

Ecco ... lo sapevo ... mi sono lasciata prendere la mano! Adesso faccio un bel respiro e mi calmo!

Vi dico una cosa, la vita non è un gioco, non è uno scherzo, è una cosa seria. E' una lotta continua con gli altri e con noi stessi! 

Per quanto ognuno di noi possa decidere di "giudicare" o "criticare", le scarpe che portiamo stanno bene a noi, non possiamo prestarle, delegarle o regalarle! Ognuno di noi ha un solo dovere verso la sua stessa vita, trattarla come una cosa preziosa e di conseguenza fare delle scelte. Giuste o sbagliate che siano, nessuno può giudicarle.

A mio parere solo Uno ha questo diritto ... ma Lui non è di questa terra! A mio parere la vita è IL Miracolo perché solo Dio può darla e può toglierla!

E non pensate che io sia una fanatica della fede, chi mi conosce sa quanto riesco ad essere scettica e ironica, a volte anche blasfema ... ma la mia storia e quella di moltissime donne, mi racconta che, per quanto noi facciamo per dare la vita, non siamo noi a decidere ... non è neppure il nostro corpo! Anche se le analisi sono normali, anche se siamo fertili e in tempo, anche se scientificamente nulla sembra ostare ... non siamo noi che decidiamo!

La vita fa tutto da sola e, oggi, credo che sia giusto così! 


 

Leggi i commenti

Aidsfobia, Albuminurofobia e Ailurofobia!

23 Aprile 2014, 16:13pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Quando si parla di malattie e fobie bisogna considerare il momento storico in cui si vive.

Oggi non vediamo più epidemie di peste nera o vaiolo, per esempio, ma abbiamo vissuto l’aviaria molto da vicino.

La stessa cosa vale per le fobie. L’Aidsfobia è la paura persistente, anormale e ingiustificata di contrarre l’aids e, fino a 20 anni fa, non esisteva.

Esistevano invece altre fobie simili legate alla possibilità di contrarre una determinata malattia come la luifobia (sifilide), la carcinofobia (cancro) e l’albuminurofobia (fobia di contrarre malattie del rene).

Esattamente come le altre fobie simili, l’Aidsfobia può far credere ai fobici di aver davvero contratto l’AIDS, una malattia a trasmissione sessuale ed ematologica.

È assolutamente raccomandabile prendere precauzioni durante i rapporti sessuali per evitare di contrarre l’AIDS e altre Malattie a Trasmissione Sessuale e quindi l’uso di preservativi durante i rapporti sessuali di qualunque tipo diminuisce significativamente i rischi.

Ma chi soffre di Aidsfobia teme la malattia anche quando non corre assolutamente il rischio di averla contratta o di contrarla e questo può influenzare in modo assoluto la sua vita sessuale in particolare e la sua qualità di vita in generale.

Da quando l’Aids è diventata di dominio pubblico i casi della fobia si sono moltiplicati più per la grande mancanza di informazione su come l’AIDS può essere contratta che per altro.

Tanto che si sono verificati numerosi casi di pazienti, ansiosi e depressi, che hanno sviluppato una risposta fisica al loro stato psicologico e quindi gli stessi sintomi provocati dell’Aids come perdita di peso, sudori notturni, letargo, perdita dell’appetito e mal di testa.

La paura di contrarre una malattia come l’Aids è più che giustificata.

In generale la paura, in quantità ottimale, è il lascito evolutivo che permette a qualsiasi essere vivente di non estinguersi.

Ma una eccessiva paura di una seppur enorme minaccia può paralizzare e portare, soprattutto nel caso dell’Aidsfobia, all’estinzione comunque.

Se da un lato la paura dell’Aids ha condotto numerose persone verso la prudenza sessuale più sana, dall’altro gli studiosi hanno dovuto trovare il modo per evitare il panico di massa rilasciando informazioni corrette relative alla trasmissione della malattia stessa.

Contro l’Aidsfobia esiste solo una cura quindi : l’informazione.


La Ailurofobia o Elurofobia è la paura irrazionale e persistente dei gatti.

Chi ne soffre manifesta le classiche reazioni fobiche, come attacchi di panico, sudorazione eccessiva e difficoltà respiratorie, anche solo vedendo l’immagine di un gatto in TV o sul giornale, quindi anche nei casi di maggiore inoffensività delle bestioline oggetto della fobia.

E’ una fobia piuttosto comune che può essere causata da un’esperienza traumatica nella prima infanzia o anche da un retaggio inconscio.

Nel Medioevo infatti i gatti erano associati al soprannaturale, alle streghe e al demonio. In questo caso la fobia si manifesta soprattutto in presenza di un gatto nero che, si pensava, fosse una strega trasformatasi in gatto.

Il fatto che i gatti siano tendenzialmente inoffensivi, provoca nelle persone che soffrono di questa fobia un sentimento di inadeguatezza e, nella maggioranza dei casi, queste persone si sentono incomprese.

Come altre fobie, questo disordine può essere corretto utilizzando metodi quali l’ipnosi e la Programmazione Neurolinguistica.


Qualche curiosità presa da Wikipedia :

• Nel film d'animazione Ali Babà e i 40 ladroni, il genio della lampada è ailurofobo, così come Falcon, nel fumetto City Hunter e la preside Trinciabuoi nel film Matilda 6 mitica. In quest’ultimo caso si tratta di fobia causata dalla superstizione in quanto la preside ha paura solo dei gatti neri ;

• Nell`anime Ranma, il personaggio principale soffre di una grave forma di ailurofobia causata dalla tecnica di allenamento utilizzata da suo padre nell'infanzia di Ranma. Da piccolo il padre lo fece allenare con dei gatti che gli saltarono addosso e lo traumatizzarono a vita.

 

PS : Non ho inserito foto di gatti per rispetto di chi soffre della suddetta fobia e volesse leggere l'articolo!

Leggi i commenti

Oggi è Pasqua ...

20 Aprile 2014, 09:34am

Pubblicato da marcellanicolosi

Che cosa ci siamo persi strada facendo?!

Il giorno di Pasqua dovrebbe essere triste e oscuro, un giorno in cui, apparentemente, il male vince sul bene ... eppure Gesù Cristo ucciso sulla croce è il "simbolo" del bene più puro!

Lui così buono e generoso, messo a morte da gente che ha avuto paura della sua Santità.

Perché la verità, secondo me, è questa.

Se abbiamo paura di qualcosa ce ne allontaniamo, se abbiamo paura di qualcuno facciamo di tutto per evitarlo o, nel peggiore dei casi, lo eliminiamo.

La paura è una brutta bestia, non a caso è l'arma preferita del nemico più subdolo ed oscuro di Dio ... vero che era il destino di Gesù immolarsi per i nostri peccati, ma ciò che ha fatto scattare la molla è stata la paura degli increduli che detenevano il potere ed hanno spinto e spinto finché non sono riusciti nel loro intento. Avevano paura che Gesù potesse diventare più potente di loro. Poveretti ... Lui lo era comunque fin da prima della Sua nascita! 

Si saranno sentiti vincitori ... in quel momento tutti abbiamo "vinto" ... ma a che prezzo!

Ottenere il perdono non dovrebbe essere così facile, se ne abbiamo bisogno significa che ci siamo comportati male e dovremmo espiare in prima persona.

L'aver "delegato" non ci ha fatto capire a pieno il vero significato del perdono, quanto fosse stata dura per Gesù ... era lui ad essere ferito e martoriato e ormai, dopo tanti secoli, il giorno in cui Lui è morto per noi, ci scambiamo le Uova di Pasqua.

Festeggiamo la rinascita ... o la cioccolata?! Dovremmo ringraziare anche solo il fatto che ci siamo evitati il tormento e la tortura. Dovremmo pentirci davvero per i peccati che abbiamo ricominciato a commettere subito dopo la Sua morte.

Eppure ... continuiamo a odiare, uccidere, deridere, rubare senza rimorsi, senza pensare neanche per un momento che stiamo sbagliando!

A volte mi guardo intorno e penso che Dio dovrebbe mandare un altro diluvio ... stavolta lasciando a casa Noè!

 

deepimpact_tsunami-1024x594.jpg

Leggi i commenti

Sono una brava persona ... ma non sono buona!

12 Aprile 2014, 15:53pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Mi sono sempre detta ... "Sono una brava persona!"

E lo sono perché cerco di rispettare le regole sociali, cerco di pagare ciò che lo stato mi impone anche se sempre più spesso non vorrei, provo ad essere tollerante e comprensiva, faccio di tutto per essere educata verso il mio prossimo e verso la natura!

Fino a qualche tempo fa ero certa che essere brava e buona fossero la stessa cosa!

Oggi mi rendo conto che non è così!

La bontà è generosità gratuita, è amore sincero verso gli altri.

Il vocabolario recita :

Carattere di chi è d’animo buono e gentile, e particolarmente di chi, sensibile alla sorte degli altri, cerca di procurare loro tutto il benessere possibile e di evitare tutto ciò che li può fare soffrire.

Sentimento e dimostrazione di benevolenza : accogliere, trattare con bontà ; quindi anche cortesia, gentilezza e simpatia.

Mi sono resa conto che non sono una buona persona.

Se qualcuno mi ferisce raramente perdono.

Se smetto di voler bene a qualcuno raramente mi riaffeziono.

Se quel qualcuno soffre, non me ne curo.

Detto tra noi ... non me ne importa nulla!

Non sono una buona persona. Di fronte alla sofferenza vera una buona persona mette da parte acredini e rancori, perdona e cerca di aiutare anche chi gli ha fatto del male.

Io no, mantengo la distanza di sicurezza e, per quanto mi sforzi, non riesco a buttare neanche una lacrima.

Umanamente mi dispiace, è sempre spiacevole sapere che qualcuno che conosci e con cui hai percorso un pezzo di strada, sta soffrendo!

Ma il mio malessere si ferma qui! E' quello che si prova per chiunque stia soffrendo nel mondo!

Nemmeno una lacrima per chi non mi ha fatto del bene, nemmeno un pensiero "buono"!

Anche adesso penso a me stessa, metto me davanti al dolore altrui ... eh no, non sono una buona persona!

Sono umana, forse, e non sono perfetta, di certo. Non sono come vorrei, ma non sono un'ipocrita! Non mi atteggio a crocerossina o missionaria e non cerco di manifestare emozioni che non provo solo per appagare le necessità civili e sociali!

Questo non mi rende di certo "buona", lo so, ma mi permette di evitare di recitare una parte che mi starebbe stretta!

In questo mondo in cui la "recitazione" è l'arte più praticata, io non sono un'artista!

In questo oceano di falsità e disonestà, io mi sento un pesce fuor d'acqua! Intrappolata in una rete, cerco l'uscita, ma devo ammetterlo ... non sono una buona persona! 

 

Leggi i commenti

Accendi la TV ed ascolta il TG!

9 Aprile 2014, 16:21pm

Pubblicato da marcellanicolosi

ok ... accendiamola ... no aspetta, non sono pronta ... ma si, che sarà mai, saranno le solite losche notizie ... no, no ... invece no, non sono le solite notizie!

Ormai il telegiornale è saturo di notizie di cronaca nera e politica!

O la politica fa ormai parte della cronaca nera?! Boh ... non capisco!

Non capisco più se la cronaca è satura per coprire le sconcezze della politica o viceversa!

Negli ultimi 20 anni però non ricordo di aver ascoltato notizie così sconvolgenti e così a ripetizione!

Non ricordo di aver mai sentito, una dietro l'altra, notizie così preoccupanti! Sono a dir poco inorridita ...

Madri che lanciano i figli appena nati dal balcone ... bulli a scuola che filmano i loro atti di violenza e li postano su youtube ... adolescenti che si prostituiscono per comprare le scarpe alla moda ... madri che fanno prostituire le figlie per pagare il mutuo quando non gli infliggono 30 coltellate ... padre che spara alla moglie e poi si uccide ... donna che affetta il ladro, lo taglia a pezzi e li bollisce ... 

Sappiamo da anni che la violenza sulle donne viene perpetrata giornalmente, ma ormai non si tratta più "solo" di questo!

Lo so cosa state pensando ... quel "solo" non è per sminuire la gravità della cosa! Ma il problema è che siamo in un'epoca storica nella quale la violenza sulle donne è diventata "solo" un'altra notizia in mezzo alle altre!

La violenza sui bambini si è moltiplicata, la violenza tra gli adolescenti è diventata incontrollabile, gli atti di malsano "amore" sono all'ordine del giorno!

Per non parlare della "giustizia privata" dell'uomo contro l'uomo!

In quest'era di "civiltà" dobbiamo ritrovare la civilizzazione!

Dall'alto della nostra presunzione abbiamo chiamato selvaggi dei popoli che, invece, proteggevano e rispettavano donne, bambini ed anziani, non perché li consideravano deboli, ma quanto perché li ritenevano indispensabili.

Sono le donne che partoriscono, si occupano di crescere la nuova generazione e di prendono cura dell'attuale, sono i bambini che rappresentano il futuro della tribù, se loro sono sani e giusti anche la comunità ne riceverà beneficio, gli anziani sono il simbolo della conoscenza e della saggezza, gli unici che possono tramandarle insieme alla storia!

Loro non avevano bisogno di denaro, semplicemente mettevano le loro capacità al servizio della comunità!

Non avevano bisogno di rubare, perché la tribù si prendeva cura dei più deboli e di chi non poteva prendersi cura di se!

La natura con loro era al sicuro, non esisteva lo "sfruttamento"! Ognuno si "accontentava" del necessario!

Ed il necessario era sufficiente!

Non esisteva violenza gratuita, forse alcune delle loro abitudini può sembrare cruenta ai nostri occhi, ma se ci passiamo la mano sulla coscienza, non troviamo anche più cruenza nella nostra vita?

Ma dall'alto della nostra civilizzazione ... li abbiamo chiamati selvaggi! 

... e li abbiamo distrutti ...

indian1.jpg

Leggi i commenti

Angelica Archangelica : anche per problemi digestivi!

7 Aprile 2014, 17:46pm

Pubblicato da marcellanicolosi

L'angelica o Angelica archangelica L. è una pianta erbacea biennale o perenne della famiglia delle Apiaceae con fusto grosso, rossiccio e vuoto che può arrivare fino a 2 metri di altezza.


I fiori verdastri hanno un grande rizoma e si sviluppano ad ombrello.


La pianta ha l'aspetto classico delle Ombrellifere più note come il finocchio, il sedano e il prezzemolo.


L'Angelica cresce nelle zone umide dell’Europa ed il suo periodo balsamico è in autunno durante la fioritura.


E’ conosciuta come Angelica, Angelica archangelica L., Garden angelica, Angélique, Arznei - Engelwurz, Echte Engelwurz, Arcangelica, Angelica di Boemia, Erba degli angeli, Bragosse, Canoti, Lucanta, Zaccarìa, Finocchione, Bracalà, Angelica acquatica, Imperatoria, Angelika, Archangel, Aunt Jericho, Plante angelique, Angelikapflanze, European angelica, Raiz do Espirito Santo e Archangelica officinalis Hoffm.


Le parti utilizzate sono le radici, i rizomi e i semi che hanno un caratteristico odore e che vengono raccolti nell’autunno successivo al trapianto.

Il sapore è amaro aromatico.

Angelica.jpg

I Principi attivi dell’Angelica sono l’Olio essenziale (alfa-fellandrene, bisabolene, beta-cariofillene, pinene, linalolo, limonene, borneolo, pentadecanolide e mentadieni), le cumarine (l'osthenolo e l'umbelliferone), le furocumarine (angelicina, bergaptene e xantotossina), l’acido valerianico, clorogenico, caffeico e angelico, l'ostolo, il tannino, le sostanze resinose, l'arcangelicina e il flavanone arcangelone.


Ha quindi proprietà espettoranti fluidificanti del catarro mucolitico, amaricanti, toniche del sistema nervoso e cerebrale, estrogene, sedative paragonabili al clordiazepossido (il principio attivo del Librax), aromatizzanti, simpatico mimetiche, digestive, emmenagoghe, analgesiche, foto sensibilizzanti, carminative - antifermentative, immunostimolanti, immunomodulanti, spasmolitiche, antispasmodiche, spasmolitiche intestinali, coleretiche, eccito-stupefacenti, eupneico stupefacenti, antiacide, stimolanti, diaforetiche e diuretiche.


La radice di Angelica è un tonico eccellente dello stato generale e può venire usato contro la stanchezza e l'astenia. L’angelica è indicata anche in caso di  spasmi digestivi, disturbi digestivi, flatulenza, dolori mestruali, amenorrea, stanchezza, gonfiori intestinali, enteriti, epatismo, acidità di stomaco, atonia digestiva, emicrania nervosa, clorosi, colite, candidosi, mal di stomaco, immunodeficienza secondaria o insufficienza immunitaria, malattie autoimmuni, inappetenza e anoressia, micosi, catarro, diarrea, dispnea, alitosi, tosse, bronchite, pirosi e per riportare in equilibrio il sistema nervoso.


Gli organi interessati dall'azione fitoterapica sono bocca, bronchi e bronchioli, cavo oro-faringeo, cervello, cistifellea e vie biliari, fegato e vie biliari, intestino, organi digestivi, sistema endocrino, immunitario, nervoso autonomo e centrale, stomaco, tessuto cutaneo, tubo gastro-enterico, tutto il corpo, utero, ovaie e vagina.

ATTENZIONE


Sono stati riscontrati effetti collaterali quali allergie e possibilità di allergia al sole (a causa della cumarina), è bene evitare quindi esposizioni prolungate al sole durante il trattamento.

L'Angelica è fortemente controindicata in gravidanza. Ad alte dosi è abortiva.

Va evitata in caso di ulcera gastrica o duodenale e nel diabete, non va mischiata ad altre sostanze amare.

Per l'uso come digestivo è necessaria la prescrizione medica. 

L'Olio essenziale può avere (in base alle dosi) azione eccito-depressiva e stupefacente.  

 

Importante :

 

Gli effetti fototossici sono relativi agli estratti dei semi e non alle radici che invece hanno proprietà antifungine.

Sono state riscontrate interazioni  o incompatibilità con farmaci antinfiammatori non steroidi, farmaci cortisonici e warfarin.

In generale l'Angelica ha una tossicità media.

La qualità dell'attività fitoterapica dipende dalle specifiche e dalle forme terapeutiche.

L'Angelica si può acquistare sotto forma di Tisana (digestiva, aromatica e per mestruazioni irregolari), Decotto, Tintura e Liquore.

L'Iperico è un'erba antagonista mentre l'Agrimonia, l'Anice verde, l'Assenzio romano, il Camedrio, il Cardo benedetto, il Carvi cataria, la Cimifuga, l'Erba medica, l'Escolzia, il Finocchio, la Fumaria, la Genziana, il Ginseng, la Melissa, l'Ortica, il Salice e la Salvia officinale sono erbe sinergiche.  


Curiosità.


  • In erboristeria vengono utilizzate le radici, le foglie ed i semi, però i maggiori trattati ne limitano l'assunzione e consigliano l'uso dietro consulto medico perché ad alte dosi la pianta è velenosa e fotosensibilizzante ed è assolutamente vietata in gravidanza e allattamento.
  • La somiglianza con le altre Ombrellifere, tra cui la velenosa Cicuta impone una certa attenzione nella raccolta.
  • I gambi sono utilizzati in pasticceria e confetteria per la preparazione di frutta candita. 
  • Le parti tenere possono essere usate come condimento per aromatizzare insalate, minestre e minestroni. 
  • I semi e i gambi possono venire impiegati nella preparazione di liquori. 
  • I germogli possono essere bolliti come le verdure. 
  • Le radici ridotte in polvere possono essere aggiunte a purè e pastella per fritture. 
  • I frutti sono  aromatizzanti. 
  • I piccioli delle foglie possono essere usati come canditi.  
  • L'angelica mischiata alla mirra e diluita con alcol puro a 95° si usa per preparare un profumo deodorante. 
  • In Cina questa pianta viene utilizzata da diversi millenni contro le affezioni dell´apparato femminile. Da noi vengono usate anche l´Angelica silvestris e var. montana - ma sono meno apprezzate. 
  • Deve essere conservata bene perché le radici sono molto appetibili per gli insetti. 

 

Alcune piante sono efficaci nell'impiego terapeutico per le turbe legate a un'insufficienza ovarica, per sindromi deficitarie dopo isterectomia e ovariectomia, per turbe mestruali della pubertà, per alcune manifestazioni fastidiose della menopausa come vampate di calore, turbe dell'umore, secchezza della mucosa vaginale e per la sindrome premestruale.

Alcuni inconvenienti della menopausa hanno una stretta relazione con l'ormone ipofisario altri invece sono relativi alla diminuzione della produzione di estrogeni e possono migliorare con l'utilizzo di queste piante. In questi casi la fitoterapia rappresenta una terapia attiva e/o complementare alla terapia ormonale classica.

Le piante estrogeniche e progesterone-like sono l'Angelica, l'Aletris, l'Erba medica, la Salvia, il Luppolo, il Ginseng, l'Alchemilla, la Verbena, la Salsapariglia, la Soia e la Cimicifuga.

L'Agnocasto aumenta la produzione di alcuni estrogeni che limitano i disturbi connessi alla menopausa e risulta efficace anche nella sindrome premestruale e nella iperprolattinemia. 

Leggi i commenti

Jason Statham : i film d'azione sono il nostro pane quotidiano!

4 Aprile 2014, 16:06pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Se voglio vedere un film d'azione lo cerco nel cast, se mi piacciono le acrobazie ... beh di sicuro lui è il meglio che trovi sul mercato a parte forse altri grandi atleti che arrivano dall'Oriente.

Un uomo non bello, ma affascinante e dal fisico perfetto ... almeno per me!

Chissà perché pensavo fosse francese e invece ... Jason Michael Statham è inglese.

E' nato il 26 luglio del 1967 a Shirebrook nel Derbyshire in Inghilterra.

E’ il secondogenito di una ballerina e di un cantante ed è uno straordinario atleta.

E’ entrato a far parte della squadra nazionale inglese di tuffi arrivando 12mo nella World Championships nel 1992 ed è, ancora oggi, un esperto di arti marziali come Taekwondo,  Kickboxing e MMA.

Intorno al 1996 ha lasciato la carriera agonistica per lavorare come modello per la French Connection, una compagnia di abbigliamento, grazie alla quale ha ottenuto una parte in uno spot per la Lee Jeans. Finché la stessa compagnia non è diventata la maggiore produttrice per il film di Guy Ritchie, Lock & Stock - Pazzi scatenati, e gli ha fatto ottenere un provino e un ruolo nel film.

Nel 2000 ha di nuovo fatto coppia con Guy Ritchie per Snatch - Lo strappo ed ha recitato al fianco di Brad Pitt, Dennis Farina e Benicio Del Toro.

In seguito ha partecipato a pellicole come Turn It Up, Fantasmi da Marte, The One insieme a Jet Li e Mean Machine diretto di nuovo da Guy Ritchie.

Nel 2002 ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista nei panni di Frank Martin in The Transporter.

L’anno successivo ha recitato in The Italian Job, il remake di Un colpo all'italiana del 1969. Nel 2005 ha recitato accanto ad Alessandro Gassman in Transporter : Extreme ed è comparso in altri tre film : Revolver, In the Name of the King e London.

L’anno successivo ha recitato nel film d'azione Caos accanto a Wesley Snipes ed è stato protagonista nel film d'azione Crank, nel 2007 è stato ancora insieme a Jet Li nel film d'azione Rogue - Il solitario e nel 2008 è comparso in tre film : Death Race, La rapina perfetta e Transporter 3.

Nel 2009 ha recitato in Crank : High Voltage, nel 2010 è entrato nel cast del film d'azione I mercenari - The Expendables, con Sylvester Stallone e di nuovo accanto a Jet Li, e vi è rimasto anche per il sequel I mercenari 2 - The Expendables.

Nel 2012 è stato ufficializzato il progetto per il film action-thriller Homefront, in cui Jason Statham è il protagonista con James Franco nei panni dell'antagonista, lo sceneggiatore del film è Sylvester Stallone ed il regista è Gary Fleder.

Nel 2014 è stato inserito nella International Sports Hall of Fame.

Vita Privata.

Ha avuto una relazione di sette anni con la modella Kelly Brook.

Dal 2010 frequenta Rosie Huntington-Whiteley, modella e attrice britannica.

Jason-Statham-.jpg

Curiosità.

 

  • Soprannomi : Jay e The Stath ;
  • Altezza 1,78 m. ;
  • Segni particolari : Espressione impassibile, portamento sarcastico, voce profonda e roca e barbetta ;
  • Ha fatto quasi tutte le sue acrobazie in The Transporter, tra cui le sequenze con l’auto, gli inseguimenti, le sequenze di immersioni subacquee e quelle dei combattimenti ; 
  • Prima di The Transporter aveva già un background di arti marziali che gli hanno permesso di svolgere le proprie sequenze di combattimento ; 
  • È apparso in tre diversi film in cui il suo personaggio viene attaccato con un'ascia : The Transporter, Transporter : Extreme e Rogue Il Solitario ;
  • Ha recitato in due film diversi una scena in cui il suo personaggio parla con se stesso in un ascensore, durante quello che sembra essere un'allucinazione : in Revolver e in Crank ;
  • È apparso in due film con Ray Liotta come antagonista : Revolver e In nome del re ; 
  • È apparso in due film che includono la canzone " I Wanna Be Your Dog " dei The Stooges : Lock & Stock - Pazzi scatenati e Transporter 3 ; 
  • Ha lavorato due volte con Chris Evans e Jessica Biel : in Cellular e in London ; 
  • È amico con l'attore Vinnie Jones e ha lavorato con lui per 3 volte : in Lock & Stock - Pazzi scatenati, in Snatch - Lo strappo e in Mean Machine ;
  • Fa una fugace apparizione di poco più di un minuto e mezzo nel video di " Dream a Little Dream of Me" , eseguita dalla band britannica The Beautiful South. 

 

Dichiarazioni personali.

You ain't ever gonna get an Academy Award for doing Crank (2006) and you certainly won't for doing all the other movies I've done.

Non si ottiene un Academy Award per Crank e sicuramente neanche per tutti gli altri film che ho fatto.

[on being directed by Sylvester Stallone in I mercenari - The Expendables (2010)] He is someone that you have to respect and with that he runs a very relaxed set.

[sulla regia di Sylvester Stallone in I Mercenari - The Expendables] E’ qualcuno che devi rispettare, a quel punto gestisce un set molto rilassato.

Salario medio :

The Transporter del 2002 : $ 750.000

The Italian Job del 2003 : $ 450.000

Filmografia.

 

Attore :

  • 1998 - Lock & Stock - Pazzi scatenati (Lock, Stock and Two Smoking Barrels), regia di Guy Ritchie ;

• 2000 - Snatch - Lo strappo (Snatch), regia di Guy Ritchie e Turn It Up, regia di Robert Adetuyi ;

• 2001 - Fantasmi da Marte (Ghosts of Mars), regia di John Carpenter, The One, regia di James Wong e Mean Machine, regia di Barry Skolnick ;

• 2002 - The Transporter, regia di Louis Leterrier e Corey Yuen ;

• 2003 - The Italian Job, regia di F. Gary Gray ;

• 2004 - Collateral, regia di Michael Mann – cameo e Cellular, regia di David R. Ellis ;

• 2005 - Transporter: Extreme (Transporter 2), regia di Louis Leterrier, London, regia di Hunter Richards, Revolver, regia di Guy Ritchie e Caos (Chaos), regia di Tony Giglio ;

• 2006 - La Pantera Rosa (The Pink Panther), regia di Shawn Levy - cameo e Crank, regia di Mark Neveldine e Brian Taylor ; 

  • 2007 - In the Name of the King (In the Name of the King: A Dungeon Siege Tale), regia di Uwe Boll e Rogue - Il solitario (War), regia di Philip G. Atwell ;

• 2008 - La rapina perfetta (The Bank Job), regia di Roger Donaldson, Death Race, regia di Paul W.S. Anderson e Transporter 3, regia di Olivier Megaton ;

• 2009 - Crank: High Voltage, regia di Mark Neveldine e Brian Taylor ;

• 2010 - 13 - Se perdi muori (13), regia di Géla Babluani e I mercenari - The Expendables (The Expendables), regia di Sylvester Stallone ;

• 2011 - Professione assassino (The Mechanic), regia di Simon West, Blitz, regia di Elliott Lester e Killer Elite, regia di Gary McKendry ;

• 2012 - Safe, regia di Boaz Yakin e I mercenari 2 - The Expendables (The Expendables 2), regia di Simon West ;

• 2013 - Parker, regia di Taylor Hackford, Fast & Furious 6, regia di Justin Lin - cameo non accreditato, Redemption - Identità nascoste (Redemption), regia di Steven Knight e Homefront, regia di Gary Fleder ;

  • 2014 - I mercenari 3 - The Expendables (The Expendables 3), regia di Patrick Huges ; 
  • 2015 – Joker – Wild Card, regia di Simon West, Spy, regia di Paul Feig, Fast & Furious 7, regia di James Wan ;

  • 2016 – Mechanic : Resurrection, regia di Dennis Gansel ;

  • 2017 – Fast 8, regia di F. Gary Gray ;

  • 2018 – Meg, regia di Jon Turteltaub.

Doppiatore

• 2002 – Videogioco Red Faction II ;

• 2003 – Videogioco Call of Duty ;

• 2011 – Film Animazione Gnomeo e Giulietta (Gnomeo & Juliet), regia di Kelly Asbury.

Jason Statham è stato doppiato da :

• Pasquale Anselmo in The Italian Job, Caos, In the Name of the King, Rogue - Il solitario, La rapina perfetta ;

• Francesco Prando ne I mercenari - The Expendables, I mercenari 2 - The Expendables, Safe, Fast & Furious 6 ;

• Massimo Rossi in The Transporter, Transporter: Extreme, Death Race, Transporter 3, Blitz ;

• Massimo De Ambrosis in Crank, Crank: High Voltage, Killer Elite ;

• Fabrizio Pucci in Lock & Stock - Pazzi scatenati ;

• Riccardo Rossi in Snatch - Lo strappo ;

• Vittorio De Angelis in Fantasmi da Marte, Collateral ;

• Francesco Pannofino in The One ;

• Simone Mori in Cellular ;

• Christian Iansante in Revolver ;

• Luca Ward in London ;

• Claudio Sorrentino in Professione assassino ;

• Andrea Ward in 13 - Se perdi muori ;

• Alberto Bognanni in Redemption - Identità nascoste.

Da doppiatore è sostituito da Pasquale Anselmo in Gnomeo e Giulietta.

Leggi i commenti