Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Ananas : diuretico e antinfiammatorio!

28 Febbraio 2014, 16:12pm

Pubblicato da marcellanicolosi

L'Ananas (Ananasso) è un genere di pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Bromeliaceae originaria del Sud America.

Gli ananas sono tecnicamente infruttescenze, le foglie lunghe, lanceolate e con un margine seghettato sono riunite in grandi rosette e l'infiorescenza fuoriesce dal centro della rosetta.

I singoli fiori, compatti e con uno stelo corto e robusto, possiedono un proprio sepalo che diventa carnoso e succoso e si sviluppa all’interno del frutto. Da qui la sua forma caratteristica.

A maturazione la polpa è di colore giallo ed è rivestita da una scorza marrone formata da placchette fuse tra loro. (vedi immagine.)

ananas.jpg


Una pianta di Ananas fa un frutto ogni 18 mesi.

Esistono numerose varietà di Ananas, ma la più nota è la comosus.

Il principio attivo principale dell’Ananas è la bromelina, un enzima che accelera il metabolismo, ma è anche ricco di vitamine, fibre, oligoelementi, minerali e proteine altamente digeribili.

L’ananas in natura contiene poche calorie, circa 40 ogni 100g, ma se lavorato e conservato in scatola è più calorico a causa dell’aggiunta di zucchero.

Ha una tossicità bassa, ma non va usata in caso di ulcera peptica attiva, di allergia a questa pianta, di gravi problemi epatici o renali e problemi di emorragia .

Alle dosi terapeutiche la bromelina può provocare nausea, vomito, diarrea e reazioni allergiche da contatto.

Esistono anche casi di interazioni o incompatibilità se si assume in concomitanza con Anticoagulanti (acido acetilsalicilico, warfarina) acido ascorbico, acido maleico, acido tartarico, farmaci antibiotici con tetracicline, sali di metalli pesanti e tiolo.  

Dalle foglie si ricava una fibra utilizzata per produrre corde e tessuti.

In fitoterapia si utilizza l'estratto secco poiché favorisce i processi digestivi e può migliorare la cosiddetta cellulite a "buccia di arancia" e nella farmacologia viene usato per la produzione di farmaci antinfiammatori.

La bromelina però viene distrutta dal calore quindi non se ne trova traccia nelle crostate, nelle marmellate e nell'ananas in scatola.

L'ananas ha soprattutto un effetto diuretico, combatte la ritenzione dei liquidi, è un buon digestivo e possiede un'azione antinfiammatoria sui tessuti molli.

Oltre che come alimento l’Ananas può essere usato come dimagrante, antisettico, decongestionante, proteolitico, anoressante, antiaggregante piastrinico, diuretico e riepitelizzante.

Viene usato nelle terapie contro la cellulite, in caso di edemi, ematomi, versamenti, infiammazioni, obesità e sovrappeso, rinite, raffreddore, sinusite, rinosinusite, ustioni e scottature da sole o da freddo.

Gli organi interessati dell’azione fitoterapica sono il cavo-orofaringeo, le mucose nasali, gli organi digestivi, gli organi emuntori, i reni, il sangue, i seni paranasali, il sistema immunitario, il sistema nervoso centrale, lo stomaco il tessuto connettivo e quello cutaneo, le vie aeree superiori, le vie urinarie ed è ottimo per la salute generale di tutto il corpo.

Specifiche Utili.

La parte realmente efficace della pianta è il gambo dell'ananas da cui si ricava la polvere che in seguito viene trasformata in capsula gelatinosa.

Informazioni contrastanti : Mentre alcune fonti sostengono l'effettiva capacità dimagrante dell'Ananas, altre dichiarano che non esistono studi clinici chiari per sapere se la bromelina si trova in una concentrazione sufficiente tale da agire contro la cellulite e quindi privilegiano l'uso del mate o del tè verde associati a dieta ed attività fisica nelle diete dimagranti.

Consigli per l'uso degli estratti :

• Ananas gambo estratto 3-4 g al giorno con abbondante acqua

• Bromelina estratto 80 mg 3 volte al giorno.

Curiosità :

• Al Museo Nazionale Romano, presso la sede di Palazzo Massimo alle Terme, è conservato un pavimento a mosaico costruito fra il I secolo a.C. ed il I secolo d.C. che raffigura un cesto di frutta, tra cui spicca una figura molto simile all'ananas. La cosa strana è che, storicamente, l'Ananas è arrivato in Europa grazie a Cristoforo Colombo solo molti secoli dopo.

• L'ananas una volta staccato dalla pianta interrompe la sua maturazione, solo la buccia cambia colore ma non la polpa e il contenuto zuccherino. Quando lo si acquista bisogna fare attenzione al colore della buccia che non deve essere né troppo marrone nè troppo verde.

• Per le antiche popolazioni azteche l'ananas era l'ideogramma che stava per "colei-che-è-bella-anche-quando-fuori-piove".

• Ancora oggi è usanza per le tribù autoctone delle isole Hawaii donare questo frutto ai giovani che hanno compiuto un passo importante come simbolo di successo.

• Ananas in Lingue : Ananas, Ananas comosus, Pineapple, Fala papalagi, Hukifa, Balawa, Ara painapa (Cooks), Faina, Fala´aiga, Hukifa, Andras, Vainaviu, Vadra.

• La parola Ananas deriva dal nome del frutto nella lingua degli indios Guarani.

• Dal Sud America fu portato nelle isole caraibiche dagli indi Caribi ed a Guadalupa venne visto per la prima volta nel 1493 da Cristoforo Colombo. In realtà frutti somiglianti ad ananas appaiono in alcuni mosaici romani e in una statuetta, il che fa supporre che fossero già conosciuti nell'antichità. Venne poi portato in Europa e da qui distribuito nelle isole del Pacifico dagli spagnoli e dagli inglesi. Oggi molte piantagioni commerciali si trovano nelle Hawaii, nelle Filippine, nell'Asia sud-orientale, in America Latina, in Florida e a Cuba. 

Leggi i commenti

Guadagnare con il Social Network!

27 Febbraio 2014, 18:06pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Si chiama SMALFI ed è IL Social Network! 

Smalfiland è infatti l'unico Social che riconosce un “Reddito di Cittadinanza" a tutti gli affiliati in base al numero di amici che ognuno di noi riesce ad invitare.

Ogni nuovo iscritto, ogni nuova pagina, ogni nuovo post scritto su Smalfiland significa maggiore raccolta pubblicitaria e maggiori profitti che, mese dopo mese, confluiscono in un fondo cassa chiamato “Fondo Multilevel”.

Ogni mese una percentuale dei profitti provenienti dalla pubblicità vengono suddivisi fra tutti gli affiliati grazie ad un sistema matematico trasparente e meritocratico basato sul numero di amici invitati da noi e dal nostro team.

In sostanza stiamo costruendo un Social Network tutto nostro per beneficiare degli utili provenienti dalla Pubblicità Online e siamo fortemente impegnati ad espanderci in tutto il mondo.

Non sprecare l'occasione di iscriverti su Smalfiland e di far partecipare tutti i tuoi amici disoccupati e non.

Questo di seguito è il link d'invito, l'iscrizione è gratuita!

http://www.smalfiplanet.com/lp/bid.aspx?lang=it&pid=e2ad8836-b80d-46ab-8ed9-ad998cfadb7b

Ci tengo anche a ricordare il link del mio sito -Come guadagno online -

http://comeguadagnoonline.oneminutesite.it/

Buon Guadagno a Tutti ...

Leggi i commenti

Vietato Arrendersi!

27 Febbraio 2014, 16:47pm

Pubblicato da marcellanicolosi

La vita è una continua lotta fin da prima di essere concepiti.

Il viaggio degli spermatozoi verso l'ovulo è insidioso e pericoloso e solo uno fra centinaia arriva al traguardo finale!

Una volta arrivato la lotta non finisce, anzi si fa più ardua e complicata!

Il parto è un inferno per madre e figlio e poi ... beh ... la lotta continua!

Non c'è spazio in questa vita per deboli e codardi, non c'è vita senza guerra!

Lo sapevano bene gli antichi che hanno voluto lasciarci qualche promemoria ...

"Chi si ferma è perduto!"

"Non rimandare mai a domani ciò che puoi fare oggi!"

"Chi ha tempo non aspetti tempo!"

"Chi fa da se fa per tre!"

"Aiutati che Dio ti aiuta!"

In effetti gli ultimi due motti sono un po' il contrario l'uno dell'altro a meno che per "tre" non si intenda la santissima trinità ... allora potrebbero coincidere benissimo!

Ma ... detto questo ... che succede se ad un certo punto ci si arrende?!

Quando qualcuno si arrende nei film di solito getta l'arma e alza le mani ... ma come si fa a capire quando nella vita reale qualcuno si arrende "mentalmente"?

Quando ci si sente sconfitti e non si ha più nè voglia nè forza di lottare, quando si molla, quando si rinuncia ... qual'è il primo  segno?!

Nel mio caso sono stati i capelli!

In che senso?! Vi chiederete voi!

Per una donna come me non è facile sentirsi femminile, sono sempre stata un maschiaccio, ho un'ossatura massiccia ed una muscolatura piuttosto pronunciata. L'unica cosa che mi faceva sentire una "donna" erano i capelli!

Li portavo lunghi quasi alla vita, li curavo con creme e cremine, stavo attenta allo shampoo che usavo! Erano la cosa più preziosa che avevo!

Bene ... nel momento in cui la mia mente ha ceduto ... ho preso una forbice e li ho mozzati ...

Certo, non sono cortissimi, ma la chioma non c'è più!

C'è stato chi mi ha detto che era un buon segno, un desiderio di cambiamento ... ma il consorte invece si è preoccupato! Lui mi conosce e sa bene cosa ha significato vedermi con le forbici in mano!

Lì per lì non mi ha detto nulla, anzi mi ha aiutata, io non avrei potuto farlo da sola. Mi ha assecondata e pazientemente ha aspettato il declino finale che, manco a dirlo ... c'è stato ... in modo graduale, ma continuo!

E' stato lui a dirmi che avevamo bisogno di aiuto!

E' stato lui a prendermi per mano ed accompagnarmi da chi doveva aiutarci!

E' per lui che oggi scrivo e compio un altro passo verso la guarigione!

Così facendo abbiamo scoperto che tra noi è lui quello che sta più male, io mi sono arresa, ma lui soffre di più!

E così oggi vedo con chiarezza che il mio arrendermi è servito a capire che lui aveva bisogno di aiuto! Il mio dolore è stato necessario perché attraverso quello il consorte farà i primi passi verso la sua guarigione e ... guarendo lui ... guarisco anche io!

La vita è una lotta continua e chi si ferma non fa altro che aspettare la morte ... il più grande dolore del consorte è stato quello di avermi vista mollare! Perchè secondo lui io non mollo mai! (credo di averlo già scritto in un altro post!)

Tutti quelli che mi conoscono mi dicono che sono coraggiosa, che sono una guerriera, ma io non mi sono mai vista così. Per me era normale andare avanti ... era giusto ... ma quando hai davanti degli ostacoli che sembrano insormontabili smetti di colpire i "mulini a vento", ti senti perduto, sconfitto ... e ti siedi ad aspettare la morte!

Questo è il dolore più grande che ho dato al mio consorte! Sono sempre stata la sua roccia, ho pianto, ho urlato, ho sofferto, ma non mi sono mai fermata, non mi sono mai arresa ... e adesso, vedendomi così, lui non sapeva più cosa fare! E io l'ho capito solo adesso!

Ringrazio Dio per aver messo sulla mia strada una persona che mi ha fatto vedere ciò che avevo davanti al naso ... ringrazio Dio per aver messo sulla strada del mio consorte una persona che gli ha fatto capire quanto lui ha bisogno di aiuto!

Nel mio piccolo spero tanto che queste mie parole possano servire a chi legge e, in questo momento, sta soffrendo a trovare la sua strada verso la guarigione ... perchè guarire si può!

Basta non smettere di lottare e lasciarsi aiutare! 

 

mani_al_tramonto.jpg



 

 

 

Leggi i commenti

La voce di Dio!

4 Febbraio 2014, 19:43pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Dio ha i suoi tempi ... che, per inciso, non coincidono quasi mai con i nostri.

Le vie del Signore sono davvero infinite, il Suo modo di rispondere alle nostre domande è fantasioso ... non sai mai quando, dove e per mezzo di chi ti comunica i Suoi pensieri per te!

Ma devi stare attento, perchè a volte i messaggi che recepisci sono solo un'illusione che la tua mente, alla ricerca di risposte, si crea da sola!

Nel mio caso la voce di Dio ha un timbro femminile!

Isabella è l'unica persona che riesce a darmi risposte senza che io abbia posto le domande. E' come se riuscisse a leggermi dentro e dice le cose giuste al momento giusto. E' stata l'unica in grado di colpirmi nel profondo ... così come molti anni fa, così ancora oggi che non provo più alcuna emozione, buona o cattiva che sia.

Ma magari sono solo apatica, magari più semplicemente rifiuto, allontano, blocco qualunque cosa che abbia a che fare con il mondo del "sentire"!

Come faceva lei a sapere che persino il marciapiedi mi da fastidio?! Come faceva a sapere che mi autoincolpo per il fatto di non aver mai voluto un figlio, prima di ora?! 

Ecco ... la voce di Dio per me è quella di una donna ... una donna che riesce a ridere sui suoi tremila problemi, una donna che parla con il cuore, che con amore minaccia di prendermi a sberle! 

Parlare con lei però non è come parlare a Dio, Lui vive nell'ambito del "sentire", lo stesso che rifiuto e allontano da me con tutte le forze che mi sono rimaste! Eppure nella nebbia fitta che ho creato intorno alla mia anima, sento la Sua presenza come le ali di un Angelo che mi avvolgono. Ci prova, non mi vuole mollare, lotta per entrambi e nel mio "non sentire" continuo a "sentirlo".

E' una presenza discreta che sta lì ad aspettare che mi decida a fare un passo nella sua direzione e oggi, per la prima volta da mesi, non recrimino ... chiedo solo di trovare la forza da qualche parte per reagire all'apatia emozionale che mi ha investita!

Un passo alla volta è l'unica risposta che riesco a darmi.

Oggi è questo ...

sunray.jpg 

Leggi i commenti