Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Volare con l'anima

Chi non vorrebbe avere un superpotere?

8 Settembre 2018, 10:13am

Pubblicato da marcellanicolosi

Ci penso già da qualche settimana.

Lo vediamo tutti i giorni nelle pubblicità, nei film e telefilm in cui il protagonista ha almeno un “superpotere” e se non ce l’ha se lo inventa  dal nulla.

Uomini che si lanciano da auto in corsa con donzella tra le braccia attraversando in volo due ponti ed atterrando su un’altra auto e senza farsi un graffio,  padri che improvvisamente, dopo anni di inattività e pacifismo, ricordano l’addestramento da Navy Seal per salvare la figlia rapita, donne che iniziano a farsi giustizia da sé per un torto subito e, dopo una vita da ecologiche naturiste dedite alla salvaguardia di razze in estinzione, squartano avversari a colpi di ascia o fucile come se non ci fosse un domani.

Per complicare le cose c’è la lunga serie di film e/o telefilm della Marvel in cui persone fino a quel momento più che ordinarie, si trasformano in esseri “evoluti” in grado di leggere nel pensiero, “saltare” attraverso lo spazio/tempo, spostare oggetti pesanti con un dito e chi più ne ha più ne metta.

Pensandoci bene … dite la verità, chi non vorrebbe avere almeno uno di questi superpoteri! Chi fra voi almeno una volta nella vita non avrebbe voluto la capacità di diventare invisibile per far prendere un colpo al vicino rompi scatole, magari spostandogli una pianta in vaso sotto il naso (che fa anche rima!), quale donna lavoratrice non vorrebbe avere la capacità di spostare oggetti con la mente, magari quando, stremata dopo una lunga giornata di lavoro, torna a casa e deve attaccare la lavatrice, stendere, stirare e cucinare, quale padre, anche lui stremato, non vorrebbe potersi sdoppiare per poter dormire e contemporaneamente giocare con i figli? E quanti altri esempi si potrebbero ancora fare? Innumerevoli e infiniti.

E poi vogliamo mettere a confronto una vita di stenti e fatiche con una luccicante faticosissima e fichissima vita da supereroe che salva il mondo? Vogliamo parlare della sensazione elettrizzante dell’avere un potere? IL potere!

A me, per esempio, affascina quello di Storm/Tempesta in grado di influenzare il tempo e caricarsi di elettricità, adoro la capacità di rigenerazione di un Wolverine che non invecchia mai e che ti mostra il dito medio senza muovere un "dito", amo alla follia la Vedova Nera “disegnata” negli Avengers di ultima generazione, capace di rigirarsi la gente con la stessa facilità con cui io sposto un bicchiere, l’affascinante e superironico Iron Man con le sue armature super tecnologiche e il mitico Thor, il Dio con il martello che risponde solo al suo comando e che può evocare fulmini e saette.

Un amatore del genere sa di cosa parlo.

Eppure… più ci penso e più mi convinco del fatto che, in realtà, un superpotere IO ce l’ho. Niente a che vedere con le straordinarie capacità dei suddetti purtroppo, ma qualcosa di molto più profondo e meno utile, se non altro per salvare l’umanità dagli alieni o da se stessa.

L’illuminazione mi è arrivata come un fulmine a ciel sereno guardando il film Avengers per l’ennesima volta.

Sebbene non sia mai stata investita, almeno che io sappia, da un’esplosione di raggi gamma, ho il potere di Hulk!

La super forza? No … magari … o anche no, dipende dai punti di vista! Chissà come la prenderebbe la gente vedendomi diventare verde e crescere a dismisura quando mi arrabbio!

Eppure dentro di me c’è un Hulk, un essere che a momenti vorrebbe poter spaccare tutto ciò che gli passa per le mani o per i piedi.  Qualcuno in grado di uccidere con una mano se la razionalità non avesse la meglio!

Ecco la scena che mi ha illuminata con sottotitoli al seguito :

Iron Man: Well, we got its attention.

What the hell was step two?

Capitan America: What's the story upstairs?

Thor: The power surrounding the Cube

is impenetrable.

Thor's right. We got

to deal with these guys.

Black Widow:  How do we do this?

Captain America: As a team.

Thor: I have unfinished business with Loki.

Green Arrow: Yeah? Well, get in line.

Save it.

Loki's going to keep

this fight focused on us,

and that's what we need.

Without him,

these things could run wild.

We got Stark up top.

He's going to need us to...

Hulk/Bruce Banner: So, this all seems horrible.

Black Widow: I've seen worse.

Hulk/Bruce Banner: Sorry.

Black Widow: No, we could use a little worse.

Captain America:  Stark, we got him.

Iron Man: Banner?

Captain America: Just like you said.

Iron Man : Then tell him to suit up.

I'm bringing the party to you.

Black Widow : I don't see how that's a party.

Captain America: Dr Banner.

Now might be a really good

time for you to get angry.

Hulk/Bruce Banner: That's my secret, Captain.

I'm always angry.

Chi non vorrebbe avere un superpotere?

Le parole magiche : Il mio segreto è che sono SEMPRE arrabbiata!

Condivido con Hulk questo segreto, nascondo dentro di me una rabbia infinita, fredda e lucida che non mi permette di intenerirmi se non per 3 secondi al massimo, una rabbia così radicata e profonda che non mi permette di commuovermi e/o di piangere quando le cose mi vanno male. Una rabbia che cresce e si espande ogni volta che le cose mi vanno peggio e che non mi permette di gioire appieno quando le cose mi vanno meglio, non bene, ma meglio!

Sono sempre arrabbiata, lo sono DA sempre. Non lo avevo capito fino ad ora, pensavo fossi semplicemente irascibile e litigiosa, mi ero convinta di essere semplicemente cinica.

Con l’età, o forse più semplicemente con l’esperienza, la mia rabbia si è trasformata. Fino a qualche anno fa avevo scatti d’ira violenti o reazioni aggressive corredate da sudori freddi e tremori dovuti allo sforzo di  trattenermi dal mettere le mani al collo di chi aveva scatenato il mostro.

Adesso invece non ho più neanche le controindicazioni. Non devo più trattenermi e quindi sono spariti tremori e sudori. Non so come sia successo o quando, me ne sono accorta solo adesso.

L’ira si scatena, ma subito dopo torno a sorridere, come se non fosse successo nulla, come se … ops … sarò bipolare?

No, i sintomi del bipolarismo sono altri.

La differenza fondamentale è che, se prima la rabbia era un fuoco che mi annebbiava il giudizio, che si scatenava libero ed incontrollabile, adesso non divampa, è concentrato, mi lascia lucida e fredda, non più confusa, non più inferiore a nessuno. Adesso non ho più paura di restare sola a causa del mio modo di essere! Ho capito che, qualunque cosa succeda io posso affrontarla, per quanto alcune cose mi tocchino il nervo scoperto, fa male solo un po’ e per poco tempo.

Sono arrabbiata perché sento di aver subito numerose ingiustizie, di non essere stata trattata come avrei meritato, di non aver avuto ciò che mi spettava, perché in fondo credo di essere una brava persona e le brave persone in un mondo perfetto sono rispettate e amate, mentre nel mondo in cui ci è toccato vivere vengono messe alla prova, vengono usate senza neanche un grazie tutti i giorni senza limiti.

E quando mi sento dire che devo stare più calma mi arrabbio di più … perché se sono sopravvissuta fino ad oggi è grazie a quella rabbia, quella voglia di rivalsa che non mi abbandona mai, che mi avvolge come una coperta di lana e mi tiene calda nelle notti d’inverno, che mi permette di rialzarmi ogni volta che la vita mi fa lo sgambetto.

E per quanto ogni tanto vorrei riuscire a piangere, anche solo per lavare gli occhi asciutti, non mi manca quel senso del melodrammatico che mi ha accompagnata per metà della mia vita. Riesco a sognare con i libri che leggo, ho ancora i miei pensieri astrusi che mi fanno compagnia, sento ancora la tenerezza e la delicatezza di un'anima pura, provo amore intensamente e profondamente, ho la mia piccola e stramba famiglia e gli amici che ho messo da parte, senza saperlo e senza volerlo davvero, e che ancora non ho capito perché continuano a volermi bene. Lo so che vorrebbero tirarmi fuori da questo circolo vizioso in cui sono caduta, perché secondo loro non vivo bene.

Ma io STO bene, stanca, stremata, a volte svengo appena la schiena tocca il materasso… ma va bene così… è forse il mio modo di riposarmi dal contatto umano troppo assillante, troppo invadente che al momento devo prendere in piccole dosi per non impazzire!

E più ci penso e più ne sono certa … sono davvero un Hulk!

E voi?

 

 

Commenta il post