Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

Le fobie che iniziano con la "C".

14 Maggio 2016, 12:31pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Prima di iniziare vorrei ricordare alcune cose sulle fobie.

La prima è che la fobia è una paura ingiustificata, anormale e persistente che non ha attinenza oggettiva con l’effettivo pericolo che si corre entrando in contatto con la fonte di tale paura.

La seconda è che dalle fobie si può guarire con l’aiuto di psicoterapeuti e terapie mirate.

Iniziamo dunque l’elenco delle fobie che iniziano con la lettera C.

 

Cacofobia :  paura della bruttezza, delle persone brutte e della bruttezza in genere.

Cainofobia  : paura di fallire o di essere vinto.

Cainolofobia : paura delle novità. E’ conosciuta anche come cainotofobia.

Carnofobia : paura della carne.

Catagelofobia : paura di fare il ridicolo, oppure ad essere ridicolizzati.

Catapedafobia : paura di saltare, tanto da luoghi alti quanto bassi.

 

Ceraunofobia : paura dei fulmini e dei tuoni. E’ conosciuta anche come brontofobia, tonitrofobia e astrafobia.

(Link http://marcellanicolosi.over-blog.it/2015/03/fobie-con-la-a-aracnofobia-e-apifobia.html )

Possono soffrirne esseri umani, specialmente i bambini, ma anche cani e gatti.

A parte i sintomi classici che includono attacchi di panico, difficoltà respiratorie, tachicardia, sudorazione e nausea i ceraunofobici tendono a nascondersi in luoghi privi di porte e finestre durante i temporali. La terapia per curare questa fobia consiste nell’esposizione graduale appunto ai temporali.

 

Cheimafobia : paura di sentire freddo. E’ conosciuta anche come cheimatofobia, frigofobia o criofobia.

Chirofobia : paura delle mani.

Chorofobia : paura di ballare.

Chrometofobia : paura del denaro. E’ conosciuta anche come chrematofobia.

Chronomentrofobia : paura degli orologi.

 

Ciclofobia : paura delle biciclette o di andare in bicicletta.

Cimofobia : paura delle onde o dei movimenti ondulatori.

Cleinofobia : paura della reclusione. E’ conosciuta anche come clitrofobia.

Cleitrofobia : paura di restare chiuso in un luogo.

 

Cleptofobia : paura di essere derubato o di derubare.

Cnidofobia : paura dei pungiglioni e delle punture.

Coimetrofobia : paura dei cimiteri.

Coinonifobia : paura delle abitazioni.

 

Cionofobia : paura della neve. E’ conosciuta anche come quionofobia.

Cipridofobia : paura delle prostitute o di contrarre malattie veneree. E’ conosciuta anche come ciprifobia, ciprianofobia o ciprinofobia.

Colerofobia : paura di arrabbiarsi o di incollerire.

Cometofobia : paura delle comete.

Coniofobia : paura della polvere. E’ conosciuta anche come amathofobia.

(Link : http://marcellanicolosi.over-blog.it/article-paura-dei-polli-alektorofobia-e-altre-123631619.html )

 

Consecotaleofobia : paura delle bacchette cinesi.

Contreltofobia : paura di essere vittima di abusi sessuali.

Copofobia : paura di affaticarsi o di sentire fatica.

Coprastasofobia : paura della costipazione e di costiparsi.

Coprofobia : paura delle feci.

 

Cosmicofobia : paura dei fenomeni cosmici.

Cremnofobia : paura dei precipizi e degli abissi.

Cristalofobia : paura del vetro e dei cristalli.
Coloro che ne soffrono temono gli oggetti fatti di cristallo e/o vetro  così come i loro frammenti.  Fobia particolarmente complicata considerata la diffusione enorme di oggetti di vetro.

 

Centofobia :  paura delle cose o delle idee nuove proprie o di altre persone.
Si associa al timore per le nuove esperienze e per il cambiamento compreso quello più generico dell’ideologia dominante.

Chronofobia :  paura del tempo e del passare del tempo.

Questa fobia è strettamente correlata alla claustrofobia. E’ chiamata anche nevrosi delle prigioni, perché proprio i detenuti sentono il peso del tempo in relazione alla durata della loro sentenza e del lento scorrere del tempo mentre si è rinchiusi in prigione.

Cibofobia : paura del cibo o di mangiare.

In alcuni casi si sviluppa dopo aver  sperimentato, in diverse occasioni, nausee, dolori addominali o vomito dopo l’ingestione di cibi. L’inadeguata alimentazione conseguente implica una perdita di peso anche eccessiva e pericolosa. Spesso questa fobia è la conseguenza di patologie organiche e/o il sintomo di malattie psichiatriche legate a disordini alimentari come l’anoressia e/o la bulimia.

 

Colpofobia :  paura dei genitali, particolarmente quelli femminili.
 

Criofobia :  paura del freddo estremo, delle brine e delle gelate.
I criofobici, spesso, scelgono di vivere in luoghi a clima caldo, oppure si coprono più del dovuto, restano in casa i giorni di freddo ed evitano  i cibi e le bevande fredde e persino i cubetti di ghiaccio.

 

Cromatofobia :  paura dei colori. E’ conosciuta anche come cromofobia.

Questa paura è scatenata da un trauma a cui, il fobico, associa inconsciamente un colore o persino tutti i colori. La cromatofobia ha diversi gradi di gravità ed ha diversi nomi in base al colore che la provoca.

Alcuni esempi sono la cianofobia,  paura del colore azzurro, la pantofobia, paura del giallo, l’eritrofobia, paura del rosso, la cloro fobia, paura del verde, la crisofobia, paura dell’arancione, la porfirofobia, paura del porpora o viola, la leucofobia, paura del bianco e melanofobia, paura del nero.

Questa particolare fobia può essere curata affrontando e tentando di superare il trauma che l’ha provocata magari con l’aiuto di un terapeuta specializzato.

 

Counterfobia  : All’opposto delle altre fobie conosciute questa provoca in chi ne soffre il piacere di sottoporsi a situazioni di ansia e paura. Il counterfobico ricerca dunque tutte quelle situazioni che gli provocano l’attacco fobico forse per ricevere una potente scarica di adrenalina che, a livello mentale è un beneficio, ma che ha effetti persistenti sul corpo, come l’ansia, il tremore e gli attacchi di panico  spesso devastanti. E’ particolarmente complicato trovare la terapia giusta per questi fobici che vivono sensazioni contrastanti ed oscillano tra paura e piacere e tra ansia ed eccitazione.

 

Ma non finisce qui ... al più presto arriveranno le altre fobie con la "C".

Le fobie che iniziano con la "C".

Commenta il post