Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

Altre fobie con la "C" ...

16 Maggio 2016, 17:33pm

Pubblicato da marcellanicolosi

Caetofobia : paura del pelo e degli esseri pelosi che si estende anche al disgusto verso i propri  peli e capelli.  Provocata da un trauma in cui sono coinvolti appunto i capelli, più facilmente durante l’infanzia,  provoca i sintomi classici che si manifestano, nei diversi stadi, quando il fobico si avvicina a persone con capigliature folte, ma anche quando si guarda allo specchio.

Spesso il fobico decide quindi  di sottoporsi a trattamenti per l’eliminazione totale della peluria e persino dei capelli.

 

Caliginefobia : paura delle belle donne.
Da non confondere  con la timidezza, la ginefobia che è la paura di tutte le donne e la misoginia che è il disprezzo per le donne, questa fobia si innesca a causa di una qualche esperienza negativa con una donna che il fobico ritiene essere bella. Purtroppo è una paura invalidante che impedisce a chi ne soffre di avere anche solo rapporti lavorativi con le belle donne  o, addirittura, di guardare film e/o fotografie.

 

Carcinofobia :  paura del cancro e/o di contrarre questa malattia. E’ conosciuta anche come cancerofobia.

E’ abbastanza ovvio essere spaventati da una malattia potenzialmente mortale come il cancro, ma i fobici soffrono di una vera e propria ossessione. Ogni sintomo o malessere viene immediatamente ricondotto al cancro, soprattutto il mal di testa,  e, pur non essendo una malattia infettiva, i fobici evitano il contatto con i malati di cancro onde evitare appunto il contagio.  I carcinofobi tendono inoltre ad evitare le sigarette ed il sole e si sottopongono a frequenti controlli per assicurarsi di non aver contratto il cancro.

Le terapie di Programmazione Neurolinguistica per guarire da questa fobia possono essere molto lunghe e faticose.

 

Catisofobia : paura di sedersi su una sedia o in qualunque altro posto.

Può essere legata al trauma infantile di aver subito delle punizioni a scuola o a casa come dover stare seduto, probabilmente con la faccia rivolta al muro, ma, in maniera più grave, possono soffrirne persone che hanno subito un rapimento o delle torture.

E’ possibile che la Catisofobia sia associata ad altre paure come quella di dover parlare di fronte ad un pubblico.

 

Catoptrofobia : paura degli specchi che può estendersi alla paura di vedere la propria immagine riflessa.

La paura è scatenata da svariate ragioni, dalla semplice superstizione, che considera lo specchio un passaggio verso qualcosa di sovrannaturale o verso un altro mondo, alla bassa autostima.

Inoltre più grande è lo specchio e più intenso è il panico, se si considera quindi che il fobico evita persino la propria immagine riflessa, si può comprendere quanto invalidante sia questa patologia.

Chi ne soffre deve assolutamente seguire una terapia per riprendere il controllo della sua vita.

 

Chamainofobia : paura della festa di Halloween.
Chi non la conosce, è festeggiata persino in Italia ormai.

Per la maggior parte della gente è un momento di svago e di divertimento, ma per alcuni soggetti è solo una notte di paura.

Non è la festa in sé che provoca l’attacco fobico, ma lo scenario che c’è intorno, quindi chi ne soffre spesso è vittima di altre fobie legate soprattutto ad animali ed insetti.

Le decorazioni di Halloween sono spesso ragni e serpi di plastica e questo incanala il fobico verso il rifiuto della festa a cui non parteciperà evitando di decorare la propria casa e non partecipando ai festeggiamenti.

Per curarla è quindi necessario indagare sulla causa scatenante e sottoporsi alla corretta terapia.

 

 

Chemofobia :  paura dei prodotti chimici e di lavorare con essi.

I chemofobici sono convinti che le sostanze “chimiche” siano dannose mentre quelle “naturali” no.

E’ importante però fare qualche precisazione. La prima è che la tossicità di una molecola non dipende dal procedimento usato per sintetizzarla, ma dalle sue caratteristiche intrinseche. Inoltre ogni cosa presente nell’universo è costituita da sostanze chimiche e cioè sostanze pure e non trattate in alcun modo. Semplicemente il fobico non sa o si rifiuta di accettare questi semplici dati di fatto.


 

Ciberfobia :  paura dei computer e di lavorare con computer.
E’ una fobia piuttosto recente e colpisce tutte quelle persone che, in qualche modo, si sentono inadeguate di fronte agli apparecchi tecnologici come i computer.

Queste persone rifiutano qualunque interazione con questi apparecchi e superano la loro paura solo sottoponendosi ad una terapia virtuale che le mette in contatto con la tecnologia in modo graduale dando loro la consapevolezza di poterli gestire.

 

Altre fobie con la "C" ...

Commenta il post