Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Volare con l'anima

Alitosi - Alito pesante : cause e rimedi!

17 Aprile 2015, 19:15pm

Pubblicato da marcellanicolosi

L’alitosi, meglio conosciuto come alito pesante, è un disturbo molto frequente e colpisce oltre la metà della popolazione mondiale.  

Può manifestarsi transitoriamente, soprattutto al mattino, o permanentemente, se si  manifesta nell’arco di tutta la giornata, non attenuandosi neppure con una regolare igiene orale.

L’alitosi può essere provocata dall’ingestione di alimenti particolari, come l'aglio, la cipolla, i cibi speziati,  i latticini, lo zucchero che stimola la proliferazione batterica, il caffè, da alcune sostanze come il tabacco, l’alcool e i farmaci, fra cui alcuni antidepressivi, antistaminici, antipertensivi, diuretici, ansiolitici poiché possono ridurre la produzione di saliva.

Da vere e proprie patologie come la tonsillite, la bronchite, la sinusite, il reflusso gastroesofageo, il diabete e disfunzioni epatiche o renali, da un problema locale come denti cariati o affetti da piorrea, da ascessi, da spazi interdentali, da ricostruzioni dentali imperfette, da protesi o dentiere poco pulite, da un’infezione locale come il mughetto, da una ridotta idratazione della mucosa orale, quando si inspira attraverso la bocca e non dal naso, dallo stress e da una cattiva igiene orale.

 

Se non si fa attenzione all’igiene orale si creano ristagni interdentali di residui alimentari degradati, che si formano soprattutto all’interno dei denti cariati, la bocca inoltre è piena di batteri della placca, tutti fattori che producono cattivi odori.

Il problema quindi può essere limitato dalla saliva e dall’acqua ingerita durante la giornata che contribuiscono a ripulire i denti ed il cavo orale, allontanando sia i residui alimentari che i batteri.

Per contro durante la notte il flusso salivare diminuisce e per questo l’alitosi mattutina è più frequente nella maggior parte delle persone, mentre lo è per i fumatori perché la sigaretta, oltre a contenere sostanze che conferiscono all'alito un odore sgradevole, favorisce la secchezza delle fauci.

 

Per prevenire e/o combattere l’alitosi è essenziale una corretta e costante igiene orale con la scrupolosa pulizia dei denti con lo spazzolino, con l’uso del filo interdentale, la pulizia del dorso della lingua ed abbondanti risciacqui possibilmente aromatizzati, per assicurarsi la profonda rimozione di residui di cibo e batteri.

Sul mercato esistono svariati tipi di colluttori per i gargarismi tra i quali, i più utilizzati, sono a base di menta, mentolo, prezzemolo, finocchio, rosmarino, coriandolo ed eucalipto.

Esistono anche collutori a base di oli essenziali. I più quotati sono quelli a base di olio essenziale di tea tree, olio essenziale di limone ed olio essenziale di menta piperita.

 

 

Alitosi - Alito pesante : cause e rimedi!

Se con una più attenta igiene orale il problema non si risolve è necessario recarsi dal dentista per escludere la presenza di carie e/o infezioni locali, nel qual caso bisogna rivolgersi al medico per individuare l’eventuale patologia organica e sottoporsi ad una cura.

 

Per coadiuvare l'azione del medico esistono rimedi fitoterapici facilmente recuperabili sul mercato.

Per sciacquare e rinfrescare la bocca è indicata la tintura madre di rosmarino o di salvia a cui aggiungere dell’argilla verde per una maggiore efficacia.

Per profumare l’alito dopo ogni pasto è indicato un infuso a base di bacche di ginepro.

Per combattere i gas provenienti da stomaco e intestino, invece, è preferibile un infuso a base di anice verde, liquirizia e basilico essiccati.

Se il problema dell'alitosi dipende da una digestione problematica è possibile assumere infusi a base di basilico, origano e timo.

Qualche goccia di olio essenziale di tea tree sullo spazzolino, insieme al dentifricio, argina il problema in quanto è un potente battericida. Anche il tè verde e il tè nero contengono degli elementi che contribuiscono a fermare la diffusione dei batteri che provocano l’alitosi.

I chiodi di garofano possono essere masticati al posto dei chewing-gum e delle caramelle al mentolo quando non ci si può lavare i denti dopo i pasti principali, oppure, sotto forma di infuso, al posto del colluttorio per i risciacqui.

Per le quantità e la metodologia basta chiedere all’erborista.

 

Anche l’assunzione di integratori può aiutare a combattere l’alitosi.

La clorofilla e le bevande verdi possono essere assunte sia in infuso che per i risciacqui.

I prebiotici, i probiotici e la vitamina B aiutano a riequilibrare la flora batterica intestinale, mentre la propoli aiuta la guarigione delle gengive e tiene sotto controllo le infezioni orali.

Quando però l'alitosi non è causata da problemi organici, il disturbo potrebbe essere ricondotto ad uno stato di stress. In questo caso bisognerebbe individuare la causa che provoca lo stress ed eliminarla quando è possibile. Oppure consumare tisane a base di Valeriana, Melissa, Passiflora e Camomilla. L'iperico, invece, è più indicato per riequilibrare l'umore.

Anche l’omeopatia, l’aromaterapia ed i fiori di Bach forniscono numerosi rimedi per curare l’alitosi, ma per questi vi rimando agli esperti.

 

Alcuni consigli da tenere sempre a mente.

 

Lavare i denti almeno 2 volte al giorno, usando un dentifricio al fluoro. Spazzolare bene lungo il bordo della gengiva e sulla superficie dei denti, spazzolare quindi anche la lingua, in particolare nella parte più vicino alla gola ;

Usare il filo interdentale o gli scovolini almeno 1 volta al giorno per rimuovere i residui di cibo fra i denti ;

Mangiare più frutta e verdura tutti i giorni e diminuire il consumo di carne. Eliminare cipolla, aglio e condimenti piccanti e/o speziati. Limitare il consumo di peperoncino ;

Evitare l’alcool, il fumo ed il caffè ;

Bere almeno 1,5 litri di acqua naturale al giorno, che non è utile solo per l'alitosi, ma anche per migliorare lo stato di salute di tutto l'organismo ;

Il colluttorio va trattenuto in bocca per almeno 30 secondi ;

Disinfettare eventuali protesi e/o dentiere, se possibile dopo ogni pasto, dopo averla spazzolata ;

Sottoporsi alla pulizia dei denti dal dentista almeno 2 volte l’anno.

 

Le informazioni presenti in questo articolo vanno considerate solo in via teorica. Si raccomanda di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata. 

 

Commenta il post

Marcella 05/05/2016 18:06

Salve Alberto, normalmente l'alito cattivo ha origine dallo stomaco anche nel caso dell'aglio! Se così non fosse basterebbe lavarsi i denti con accuratezza per farlo passare. L'abuso di aglio provoca altri tipi di cattivi odori che si riscontrano in alcune popolazioni dell'est, perché grandi consumatori appunto di aglio. In quel caso è la pelle stessa che comincia ad emanare un "odore" alquanto pesante e l'alitosi non diminuisce. Per quanto riguarda Rocco ed i suoi amici non saprei rispondere, non mi occupo di questi argomenti in quanto non credo siano interessanti!

Alberto 05/05/2016 17:50

Salve, ho una curiosità: l'alito cattivo derivante dall'aglio ha origine dalla bocca o dallo stomaco? Mi hanno detto che l'alito cattivo è legato ad un uso sporadico dell'aglio, mentre se si consuma aglio tutti i giorni per un mese lo stomaco si abitua e l'alito cattivo diminuisce. È uno dei "trucchi" usati da Rocco Siffredi e altri attori hard: prima del Viagra l'aglio era largamente utilizzato allo scopo di migliorare le prestazioni sul set. Secondo voi è possibile?

Marcella 05/05/2016 18:09

Salve Alberto, normalmente l'alito cattivo ha origine dallo stomaco anche nel caso dell'aglio! Se così non fosse basterebbe lavarsi i denti con accuratezza per farlo passare. L'abuso di aglio provoca altri tipi di cattivi odori che si riscontrano in alcune popolazioni dell'est, perché grandi consumatori appunto di aglio. In quel caso è la pelle stessa che comincia ad emanare un "odore" alquanto pesante e l'alitosi non diminuisce. Questo dipende dall'allicina contenuta nell'aglio. Per quanto riguarda Rocco ed i suoi amici non saprei rispondere, non mi occupo di questi argomenti in quanto non credo siano interessanti!